Il consigliere Pd: «Occasione da sfruttare al meglio»

UMBRIA – Il consigliere regionale Giacomo Leonelli (Pd) accoglie con soddisfazione la notizia data dal sindaco di Chiusi riguardo all’attivazione, a partire dall’entrata in vigore dell’orario estivo 2019, della fermata del Frecciarossa nella città toscana. «Un’opportunità importante per tutta l’aera ovest dell’Umbria, con un bacino di utenza e un territorio, che si estende dai comuni del Trasimeno a quelli dell’Orvietano, che ne trarrà sicuro vantaggio». Così, in una nota, il consigliere regionale del Partito democratico, Giacomo Leonelli. «Serve quindi mettersi in moto fin da subito per capire insieme ai Comuni lacustri e a quelli dell’Orvietano come sfruttare al meglio questa opportunità, tanto dal punto di vista strategico quanto da quello dei collegamenti infrastrutturali, migliorando anche la viabilità verso Chiusi dal capoluogo di regione».

Prosegue Leonelli: «Dopo l’avvio della fermata del Frecciarossa a Perugia, promosso dalla Regione Umbria, che ha riscosso un successo anche oltre le aspettative in termini di numero di passeggeri e di prenotazioni sia all’andata che al ritorno, e dopo il Frecciabianca che partirà da Spoleto il 10 dicembre, avendo quindi migliorato così i collegamenti su ferro della zona Est, la fermata a Chiusi rappresenta un’altra importante opportunità di collegamento della zona Ovest dell’Umbria con il resto del Paese».

«La fermata, collocata al confine della nostra regione e nella tratta di collegamento tra Roma e Firenze, può portare benefici importanti per l’Umbria sia in termini di sviluppo, grazie alle migliori opportunità di collegamento verso il Sud e verso il Nord, sia in termini di maggiore attrattività turistica di un comprensorio tra i più interessanti in quanto a bellezza paesaggistica del Centro Italia», conclude il consigliere.