Social hackathon Umbria: 70 hacker da tutta Europa si ritrovano a Foligno

Oggi la terza edizione della maratona digitale patrocinata da ministero del Lavoro e delle Politiche sociali apre le porte ai cittadini

FOLIGNO (Perugia) – Mondo del lavoro, competenze digitali, spirito di iniziativa e imprenditorialità. Sono questi i temi di Social Hackathon Umbria (SHU) la manifestazione in corso in questi giorni a Foligno ha ricevuto il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Proprio in questo momento oltre 70 hacker, provenienti da varie parti d’Europa e d’Italia sono a lavoro su sei progetti digitali, suddivisi in tre sfide: B-Kids, B-Youths e B-Work. 48 le ore a loro disposizione per ideare, sviluppare e presentare una soluzione digitale innovativa. Per le squadre una vera full immersion di programmazione, codice informatico, grafica, design e organizzazione dei contenuti. Due notti e due giorni di lavoro ininterrotto che li porteranno a consegnare il prodotto definitivo tassativamente entro sabato sera alle 20. Tra squadre al lavoro, play zone ed eventi collaterali l’evento sta portando a Foligno un vasto pubblico, oltre 250 i partecipanti, tra cui 30 stranieri provenienti da Portogallo, Spagna, Francia, Svizzera, Slovenia, Grecia, Belgio e Romania.

All’evento sono presenti anche 20 giovani provenienti da tutta l’Umbria che hanno preso parte a percorsi formativi gratuiti su competenze digitali avanzate; 10 rappresentanti della cooperazione giovanile, provenienti da diverse realtà italiane e 30 rifugiati che sono stati formati come volontari di facilitazione digitale in collaborazione con Caritas e Arci. Inoltre in questi giorni, proprio in Umbria a Bevagna, si sta svolgendo l’evento nazionale annuale degli Stati Generali dell’Innovazione e i partecipanti saranno presenti a SHU in vari momenti.

Mentre gli hacker si concentrano davanti ai computer la manifestazione, per questa terza edizione, si apre sempre di più verso l’esterno. Infatti domani (sabato 7 luglio ndr.) dalle 15 alle 17 si terrà l’Open doors tutti gli appassionati e i curiosi sono invitati a presentarsi presso il Centro Studi di Foligno per incontrare gli Hacker e scoprire in anteprima i progetti in fase di sviluppo. Non solo, tutti i visitatori prenderanno parte alla valutazione dei progetti, saranno chiamati infatti a compilare delle schede che verranno consegnate alla giuria che domenica mattina decreterà i vincitori. Aperta, gratuita e davvero per tutti la Play Zone che fino a sabato sera alle 18 permetterà di immergersi nel mondo del futuro, con giochi, dimostrazioni e sperimentazioni, realtà aumentata, realtà virtuale, tecnologia kinect, stampa 3D e molto altro; un’occasione imperdibile per provare e sperimentare le nuove tecnologie al servizio del divertimento, della cultura e della formazione.

Quella di Sabato 7 luglio sarà una giornata densa di appuntamenti: la mattinata sarà impegnata dal progetto Science Girls. Alle 18 l’appuntamento sarà con l’Unità EPALE Italia e StartUp Grind Foligno per un incontro sull’apprendimento degli adulti e le competenze imprenditoriali. L’evento si concluderà domenica 8 luglio con la presentazione finale dei progetti realizzati dai partecipanti all’Hackathon 2018, la premiazione dei migliori progetti e il lancio dell’edizione 2019.

Anche la giornata di oggi (venerdì 6 luglio) è stata ricca di appuntamenti infatti durante la mattinata si è tenuta una tavola rotonda sul tema delle competenze e del lavoro nella società digitale. L’appuntamento Digipass Foligno è stato organizzato dal Comune di Foligno e dal Centro Studi Città di Foligno e ha visto un’ampia partecipazione sia da parte del Comune che delle Imprese del territorio. Molto interessante anche il pomeriggio con la presentazione del progetto Youth work Hd e il workshop Lego Serious Play, con Paola Santoro, formatrice e facilitatrice certificata.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Centro Studi “Città di Foligno” in collaborazione con 7 progetti europei gestiti da agenzie e scuole della Regione. Tutto l’evento si svolgerà presso la sede distaccata dell’Università di Perugia in Via Oberdan 123, nel centro storico di Foligno, è qui che lavoreranno le 6 squadre e prenderanno vita gli eventi collaterali aperti a tutta la cittadinanza.