Musica per i borghi da record. Ma dall’anno prossimo si paga

Oltre 50mila presenze: diecimila solo per l’omaggio a Pino Daniele con il maestro Vessicchio. E già si guarda al 2019

MARSCIANO (Perugia) – Musica popolare e grande qualità è il format vincente di Musica per i borghi, il festival itinerante che anche quest’anno ha animato le piazze e i borghi di Marsciano e accompagnato il pubblico in un viaggio sonoro sulle rotte della grande musica italiana.

La 16esima edizione ha confermato che il festival gode di ottima salute e continua a riempire piazze con artisti e spettacoli che coniugano musica d’autore e solidarietà. Il tutto abbinato ai sapori delle eccellenze italiane dello street food. Più che positivo il bilancio del direttore di Musica per i borghi Valter Pescatori. «È stata un’edizione speciale – ha commentato – e piena di sorprese. Siamo molto soddisfatti, abbiamo allestito un cartellone di qualità: 8 concerti con vari generi musicali a cui si sono affiancati 4 appuntamenti dello Street food festival e serate con dj per i giovani, che hanno fatto registrare circa 52mila presenze». Come sempre c’era una grande attesa per la serata finale. «Fiore all’occhiello – ha sottolineato Pescatori – è stato il concerto omaggio a Pino Daniele, ideato, arrangiato e diretto dal maestro Peppe Vessicchio, un ritorno in grande stile grazie al quale il festival ha ritrovato le sue origini. Come da tradizione, il maestro ha proposto uno spettacolo inedito scaldando l’anima dei 10mila spettatori presenti, in cui ha coinvolto Mario Biondi, Tullio De Piscopo e Gigi Finizio, artisti molto legati al grande bluesman mediterraneo, insieme alla sua orchestra ritmo-sinfonica di 35 elementi». Significativa anche la presenza di una delegazione di Castelluccio di Norcia, invitata «in segno di amicizia e vicinanza». «Speciale» lo spettacolo tra musica d’autore e solidarietà ‘Il nostro caro angelo’ in omaggio a Lucio Battisti con il maestro Mogol e le Custodie cautelari.
«Una serata – ha proseguito Pescatori – costruita insieme a un brillante gruppo di donne marscianesi e coordinata dalle associazioni ‘Società delle estranee’ e ‘Liberamente donna’, che abbiamo fortemente voluto per aumentare la consapevolezza sul tema della violenza sulle donne. Un’esperienza positiva, da ripetere. Ringraziamo la rete dei servizi antiviolenza presente sul territorio e in Umbria, le tante attività del centro storico che hanno aderito all’iniziativa e che ha permesso una raccolta fondi a favore di donne e minori dei Centri antiviolenza di Perugia e Terni».

Molto apprezzati anche gli spettacoli nelle suggestive location dei borghi (Spina, Castello delle Forme, Villanova e Castiglione della Valle). «Il festival – ha precisato Pescatori – è nato per valorizzare i piccoli gioielli presenti sul territorio dove ogni anno proponiamo concerti mirati e di qualità per esaltarne le bellezze ambientali e storico-artistiche. La gratuità degli spettacoli è un valore aggiunto del festival che continua a crescere grazie al sostegno di sponsor privati e istituzioni nonostante il momento economico delicato che stiamo ancora vivendo. Tuttavia, per continuare a tenere alto il livello qualitativo del festival stiamo valutando l’idea di proporre qualche evento a pagamento». Confermato anche il successo dello Street food & music festival con famosi cibi da strada provenienti da tutta Italia abbinati a serate con dj set e band live a fine concerto. «Un appuntamento – evidenzia Pescatori – all’interno del festival, per il terzo anno consecutivo, che realizziamo grazie all’aiuto di un bel gruppo di persone, tra cui molti giovani». Un festival sempre più strutturato che guarda avanti, forte anche del supporto delle associazioni di volontariato del territorio grazie alle quali è possibile offrire eventi di qualità nel rispetto degli standard di sicurezza.

A Marsciano con il maestro Beppe Vissicchio, il concerto dedicato a Pino Daniele: ingresso gratuito

Grande finale di “Musica per i borghi” Sul palco anche Mario Biondi, Tullio De Piscopo, Gigi Finizio insieme all’orchestra: stasera

MARSCIANO (Perugia) – Musica per i borghi si avvicina al gran finale con il concerto di sabato 28 luglio quando sul palco di Marsciano salirà il maestro Peppe Vessicchio per dirigere il concerto in omaggio a Pino Daniele che ha anche ideato e arrangiato. Durante la serata, insieme alla sua orchestra ritmo-sinfonica composta da 35 elementi, ci saranno artisti che, per vari motivi, sono legati al bluesman napoletano e che il maestro ha coinvolto in questo live: Mario Biondi, Tullio De Piscopo e Gigi Finizio. Ci saranno anche Enrico Bernardo e Saverio Martucci. Il concerto sarà in piazza Karl Marx a ingresso gratuito alle 21.30. Uno spettacolo unico che Vessicchio propone durante questa XVI edizione, riallacciando un rapporto con il festival di musica etno-popolare marscianese.

Accanto alle serate di Musica per i borghi prosegue anche lo Street food & music festival, fino a domenica 29 luglio. L’iniziativa dalle 18 propone non solo cibo e tipicità italiane con operatori selezionati ma anche area fitness, area bambini con gonfiabili e truccabimbi, musica live e dj set dopo i concerti. In particolare, sabato 28 luglio ci sarà ’80 vs ’90 Subicini e Cristofari dj e il 29 si chiude alle 21 con il Joyful singing choir e alle 23 con dj Grifo.

Eventi | È decisamente arrivata l’estate: ecco Musica per i borghi

Torna il festival di musica etno-popolare. Si parte con Eric B. Turner & Donatone band. Per il gran finale c’è anche Mario Biondi

MARSCIANO (Perugia) – È pronto a partire Musica per i borghi, il festival di musica etno-popolare che dal 15 al 29 luglio animerà le serate estive di Marsciano.

I primi ospiti della 16esima edizione saranno, domenica 15 luglio a Spina, Eric B. Turner & Donatone band. Cantante e attore di grande presenza, Eric B. Turner vanta il ruolo di voce solista nello storico gruppo dei Drifters oltre che in importanti formazioni del gospel contemporaneo. Con Mario Donatone e la sua band vocale-strumentale, proporrà una miscela di blues, soul e doo-wap corale unica nel circuito italiano ed europeo. Mario Donatone, apprezzato pianista e cantante di blues e jazz in Italia, vanta numerose collaborazioni e partecipazioni a rassegne e festival. L’appuntamento, come tutti quelli in cartellone, è a ingresso gratuito e avrà inizio alle 21.30.

Il festival infatti prosegue con una serie di appuntamenti tra Marsciano e i suoi borghi con ospiti importanti e serate di qualità e quest’anno riallaccia la collaborazione con il maestro Beppe Vessicchio che ha ideato e dirigerà il concerto in omaggio a Pino Daniele sabato 28 luglio che vedrà sul palco Mario Biondi, Tullio De Piscopo e Gigi Finizio.

Interventi sulla E45: l’avanzamento dei lavori. Da lunedì nuovi cantieri

Cantieri in superstrada. Repertorio

Risanamento profondo della pavimentazione e non solo: un’operazione da 65 milioni di euro. Anas: «Il più grande investimento mai dedicato alla struttura»

UMBRIA – Avanzano i lavori di risanamento profondo del piano viabile sul tratto umbro della E45. Gli interventi, per un investimento complessivo di oltre 65 milioni di euro tra lavori in corso e in fase di avvio, rientrano nell’ambito del piano di riqualificazione dell’itinerario E45-E55 Orte-Mestre, avviato da Anas nel 2016, che prevede un investimento complessivo di 1,6 miliardi di euro. I lavori in corso consistono, in particolare, nella completa rimozione della vecchia pavimentazione e nel rifacimento della sovrastruttura stradale fino agli strati più profondi, compresa la sistemazione idraulica e il rifacimento della segnaletica orizzontale.

Da lunedì 2 luglio saranno avviati altri due cantieri in corrispondenza dei quali il transito sarà consentito a doppio senso su un’unica carreggiata, mentre gli svincoli resteranno regolarmente aperti. Il primo cantiere interesserà un tratto di circa 2,8 km tra gli svincoli di Pantalla e Marsciano (dal km 47,480 al km 44,659). Il completamento di questo tratto è previsto entro l’11 agosto. Il secondo cantiere riguarderà un tratto di circa 2,6 km tra gli svincoli di Collevalenza e Todi/San Damiano (dal km 27,550 al km 30,200). In questo caso il completamento è previsto entro il 14 luglio.

Al contempo proseguono i lavori in corso negli altri cantieri attivi: tra San Gemini Nord e Montecastrilli; tra Acquasparta e Massa Martana; tra Fratta Todina e Pantalla; in corrispondenza dello svincolo di Montone (temporaneamente chiuso in ingresso e in uscita in direzione Perugia/Roma) e in corrispondenza dello svincolo di Città di Castello Nord (temporaneamente chiuso in ingresso e in uscita in direzione Perugia/Roma).

Nell’ambito del piano di riqualificazione sono previsti – oltre al risanamento della pavimentazione – l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, il risanamento strutturale dei viadotti, l’adeguamento degli impianti tecnologici, il rifacimento della segnaletica verticale e altri importanti interventi per il miglioramento della sicurezza della circolazione. «Si tratta – conclude Anas in una nota – del più grande investimento mai destinato a questa infrastruttura».

Hashish e cocaina a domicilio per oltre 120mila euro: pony express della droga in manette a Marsciano

Arrestato dai carabinieri. Repertorio

Riforniva di stupefacenti vari comuni della Media valle del Tevere

MARSCIANO (Perugia) – Consegnava la droga direttamente a casa dei suoi clienti. Una strategia di marketing che in due anni gli avrebbe consentito di smerciare oltre un chilo e mezzo di cocaina e varie dosi di hashish. Droga per oltre 120mila euro, stando alle indagini dei carabinieri che giovedì lo hanno arrestato, in esecuzione dell’ordinanza emessa dal Gip e su richiesta della procura della Repubblica di Spoleto.

Due anni, appunto. L’arco di tempo in cui i militari, raccogliendo «prove schiaccianti dell’attività di spaccio» dell’uomo, hanno tenuto d’occhio il “pony express” che riforniva di droga Marsciano e altri comuni della Media valle del Tevere. Marocchino, 40 anni, residente in zona e con diversi precedenti alle spalle: eccolo, l’identikit del pusher che adesso, ancora indagato, è stato rinchiuso nella Casa circondariale di Spoleto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Edoardo Leo in scena al Concordia di Marsciano

Appuntamento con “Ti racconto una storia” grazie alla nuova associazione di promozione sociale “Teatro del Vino”

MARSCIANO (Perugia) – È Edoardo Leo il primo protagonista dell’appuntamento promosso dalla neonata associazione di promozione sociale “Teatro del Vino”.

Al Teatro Concordia di Marsciano, il 24 luglio, arriverà l’attore e regista romano con il suo “Ti racconto una storia” che è un reading-spettacolo prodotto dalla Stefano Francioni Produzioni, con musiche di Jonis Bascir, che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri raccolti dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione. È uno spettacolo che vuole far sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Benni, Piccolo, ecc) ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo.

«Un primo impegno dell’associazione “Teatro del Vino” – spiegano i promotori – che come manifesto fondativo vuole provare a mettere – come l’uva nella nostra regione – radici importanti e ben piantate sulla terra. La promozione del territorio in connessione alle più svariate forme d’arte: su piazze, nei teatri, nei musei o semplicemente negli scorci sconosciuti della Media Valle del Tevere, sempre accompagnati da aperitivi-assaggi delle cantine della zona».
Non a caso i giovani promotori-provenienti dai comuni di Marsciano e San Venanzo- si rifanno ad uno slogan che richiama anche il “perché” del nome stesso: le idee sono come l’uva, nascono a grappoli! E le idee, ai sette soci fondatori, non mancano. È il presidente Michele Capoccia che racchiude in breve gli scopi dell’associazione: «L’associazione punta a far diventare le numerose cantine del territorio dei colli perugini le protagoniste di una promozione globale e integrata del territorio, delle sue “bontà”, delle sue bellezze paesaggistiche, delle sue opere d’arte e dei suoi monumenti e dei suoi istituti culturali. Il teatro, il cinema, la letteratura, le arti visive e la cultura digitale saranno le attività di riferimento dell’associazione, stelle polari per orientarsi e guidare il pubblico alla scoperta delle colline perugine». L’appuntamento d’esordio sarà quindi al Teatro Concordia di Marsciano, martedì 24 luglio con lo spettacolo di Edoardo Leo prodotto dalla Stefano Francioni Produzioni che ha fortemente voluto la data in Umbria.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/teatrovino/
Instagram: https://www.instagram.com/teatrovino
Info e prenotazioni: Agnese Vescovo (APS Teatro del Vino) 338.4160309 (dalle ore 12 alle ore 22) anche wapp oppure mail: teatrodelvino2018@gmail.com

Tassa sui rifiuti: commercianti strangolati dai rincari. E Confcommercio protesta

Patrizia Trequattrini: «Abbiamo chiesto spiegazioni al Comune, il confronto tra le tariffe del 2017 e quelle di quest’anno è impietoso»

di Patrizia Trequattrini*
(riceviamo e pubblichiamo)

MARSCIANO (Perugia) – La tassa sui rifiuti è aumentata in media del 15% rispetto allo scorso anno, oltretutto senza vedere un miglioramento nel servizio di ritiro e smaltimento della spazzatura. I nostri imprenditori ci chiamano indignati: sono veramente esasperati dai continui aumenti delle imposte.

Abbiamo anche chiesto spiegazioni al Comune, perché il confronto tra le tariffe applicate nel 2017 e quelle che si sono trovati a pagare le imprese quest’anno è davvero pesante, soprattutto per alcune categorie.  Mettendo a confronto le due delibere del Comune di Marsciano per il 2017 e il 2018, si vede, ad esempio, che la tassa sui rifiuti per i negozi con plurilicenze alimentari e/o miste, molti dei quali ubicati nel centro storico, è passata da 11,66 euro a mq a 12,92 euro a mq; gli ipermercati con generi misti pagano quest’anno 8,64 euro a metro quadro.

Aumenti consistenti anche per i bar, la cui tariffa aumenta quest’anno da 9,6 euro a mq a 10,75 a mq. Più che salata la tassa sui rifiuti per gli ortofrutta: per questo genere di imprese è passata dagli 11,74 euro a mq del 2017 ai 13,03 euro a mq del 2018. Gli esempi potrebbero essere molti altri. In questo momento particolare di crisi economica e di cambiamento strutturale dei modelli di consumo, molte impese faticano a portare avanti una attività che spesso non produce guadagno. Ci domandiamo se sia giusto aumentare ancora le imposte, che vanno a colpire soprattutto le piccole realtà commerciali già estremamente provate.

*Presidente di Confcommercio Marsciano

A Marsciano tra racconti di migranti, musica e storia orale: UmbriaMiCo, il festival del mondo in comune

In programma incontri con Alessandro Portelli e Fatima Mahfud

MARSCIANO (Perugia) – UmbriaMiCo, il festival del mondo in comune promosso da Tamat sostento dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, raggiunge anche Marsciano, mercoledì 6 giugno, per una giornata ricca di attività. Il progetto, infatti, che vede il sostegno di una rete di soggetti istituzionali e del mondo associativo, affronta tematiche legate agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030 attraverso tante iniziative e forme di comunicazione.

Il programma nella città umbra del laterizio si aprirà con Giochi dal mondo, organizzati da Tamat con la Uisp di Orvieto in piazza della Vittoria, che dalle 10 coinvolgeranno i ragazzi delle scuole in sfide e tornei. Ancora i giovani, sempre a partire dalle 10, saranno in sala Capitini per incontrare Alessandro Portelli, esperto di livello internazionale, padre della storia orale. L’evento ospiterà racconti per voci e immagini dell’Umbria in movimento e migranti cooperanti cittadini globali.

Darà infatti il suo contributo un ‘migrante di ritorno’, Andrea Ciribuco, ricercatore dell’Irish Research Council e del programma H2020 Msca alla NUI Galway. Dalle narrazioni all’arte alle 18 ancora in sala Capitini con la mostra fotografica ‘Il deserto intorno. L’esilio dimenticato del popolo Saharawi’ di Giulio di Meo, fotoreporter attivo in Italia, Brasile, Camerun, Saharawi e Cuba, presente all’appuntamento. Accanto a lui, Fatima Mahfud rappresentante del Fronte Polisario, fronte di Liberazione popolare di Saguia el Hamra e del Rio de Oro. E poi il linguaggio universale della musica porterà la gente in piazzetta san Giovanni per due appuntamenti. Alle 16 per il laboratorio curato da gruppo folk Radici popolari che dal basso Lazio raggiunge l’Umbria e propone una open session con musicisti migranti e alle 20.30 per il concertone della sera in cui l’Associazione ivoriani dell’Umbria farà ballare tutti con il Tam tam dell’incontro.

Musica per i borghi, ritorno al futuro con il maestro Beppe Vessicchio

Andrea Pompadura, Valter Pescatori, Alfio Todini, Beppe Vessicchio, Fernanda Cecchini e Gianfranco Chiacchieroni

Il programma: otto serate tra Karima, Perugia big band e gli omaggi a Lucio Battisti e al Pino Daniele con Mario Biondi, Tullio De Piscopo e Gigi Finizio

MARSCIANO (Perugia) – Musica per i borghi ritrova le sue origini con il ritorno del maestro Beppe Vessicchio. Sarà lui infatti a chiudere la 16esima edizione del festival, sabato 28 luglio, con un concerto evento dedicato a Pino Daniele, insieme a Mario Biondi, Tullio De Piscopo e Gigi Finizio. Il cartellone della manifestazione è stato presentato nella spettacolare cornice della Tenuta dei Mori, in località Villanova di Marsciano, durante una serata a cui hanno partecipato lo stesso maestro Vessicchio, Valter Pescatori, direttore di Musica per i borghi, Andrea Pompadura, presidente dell’Associazione Musica per i borghi, Gianfranco Chiacchieroni, presidente onorario della stessa associazione, Fernanda Cecchini, assessore alla cultura della Regione Umbria, e Alfio Todini, sindaco di Marsciano.

Otto serate, a partire da domenica 15 luglio, che vedranno una proposta varia tra i borghi di Marsciano, a cui si affiancano quattro appuntamenti dello Street food festival, dal 26 al 29 luglio. Si parte a Spina con Eric B Turner & Donatone band con una serata di soul blues e ci si sposta al Castello delle Forme giovedì 19 luglio per il concerto della Wafaso band, «gruppo umbro – ha spiegato Pescatori – che propone world music». Venerdì 20 luglio a Villanova si esibiscono le Blue Dolls «tre ragazze – ha detto Pescatori – che hanno un repertorio di swing all’italiana», sabato 21 invece a Castiglione della Valle la cover band The Eagles story.
Domenica 22 luglio «ci sarà Mogol – ha svelato Pescatori – per l’omaggio a Lucio Battisti ‘Il nostro caro angelo’ con le Custodie cautelari”, una serata contro la violenza sulle donne, che vedrà la partecipazione dell’associazione Liberamente donna, e il cui ricavato andrà in beneficenza a donne e minori dei centri antiviolenza». Gli ultimi appuntamenti a Marsciano. Sul palco giovedì 26 luglio Karima e la Perugia big band, il 27 torna ‘Stasera suono io’ dedicato ai giovani e gran finale con l’omaggio a Pino Daniele. «Sono contento di tornare in Umbria – ha dichiarato Vessicchio – a Musica per i borghi. Già lo scorso anno c’era stata una richiesta di disponibilità ma in quella data avevo un impegno con un altro festival che quest’anno è stato anticipato e quindi si è resa disponibile la mia partecipazione all’ultima serata di Musica per i borghi». Per la quale, come da tradizione, il maestro propone un concerto inedito. «A questa iniziativa – ha spiegato Vessicchio – tengo per vari motivi. Pino Daniele è mio concittadino, musicista unico soprattutto nel panorama della canzone della musica leggera». Alla serata artisti legati alla figura del grande bluesman mediterraneo: «Mario Biondi – ha spiegato Vessicchio – perché negli ultimi tempi aveva stretto rapporto e c’erano dei progetti che la scomparsa prematura di Pino non ha reso possibili. Non potevo poi non invitare Tullio De Piscopo e Gigi Finizio, che conosco da ragazzino quando c’era già dentro di lui il segno di una nuova fioritura della musica napoletana». «Il maestro Vessicchio ha costruito insieme a noi – ha ricordato Chiacchieroni – questa manifestazione, lo accogliamo a braccia aperte. Oggi presenti anche le istituzioni regionali e questo sottolinea l’importanza dell’evento». «È una manifestazione – ha aggiunto Cecchini – che offre musica di qualità, mettendo nelle condizioni tutti di poter partecipare. La proposta si incentra sulla musica etno-popolare ed è un contributo ad arricchire l’offerta che c’è in Umbria». «La gratuità – ha concluso il sindaco Todini – è stata una sua caratteristica fin dall’inizio, con la vicinanza di tanti sponsor. Ogni volta che abbiamo provato a cambiare l’impostazione ci siamo detti che questa era la strada giusta su cui continuare anche in virtù del successo di pubblico». «In concomitanza del festival – ha sottolineato Pompadura – abbiamo inserito, da tre anni, lo Street food che propone anche dj set e band live a fine concerto. Siamo contenti perché Marsciano risponde molto bene». I concerti, a ingresso gratuito, inizieranno alle 21.30.

Manifesti contro l’aborto, il sindaco: «Campagna odiosa, ho tanta voglia di censurarla»

Uno dei manifesti di Pro Vita apparsi a Marsciano

Marsciano, Todini su Facebook: «Ho pensato di coprirli, ma come i miei colleghi mi trovo davanti a un dilemma»

MARSCIANO (Perugia) – Marsciano come Perugia e Roma. Anche qui sono apparsi i manifesti di Pro Vita contro l’aborto. Una campagna che ha creato dibattito e polemiche e che ha fatto interrogare le amministrazioni sulla sua legittimità. A Roma, per esempio, la giunta Raggi li ha coperti perché considerati in contrasto con le prescrizioni previste dal Regolamento in materia di pubbliche affissioni, che vieta espressamente «esposizioni pubblicitarie dal contenuto lesivo del rispetto di diritti e libertà individuali».

In Umbria, adesso è lo stesso sindaco di Marsciano Alfio Todini a prendere posizione sulla questione. Pur ammettendo, però, di poter far poco contro questi manifesti.
«Il contenuto di questo manifesto e di questa campagna è emotivamente odioso e razionalmente inaccettabile – scrive Todini su Facebook -. È, nel suo modo becero e moralmente ricattatorio, figlio di questi tempi malati di ritorno agli istinti primordiali. Con l’aggravante della strumentalizzazione del dolore che ogni donna prova di fronte a questo tema, tanto intimo quanto, appunto, difficilissimo. Vederli nella città di cui sono Sindaco è doppiamente doloroso. Ho pensato di ordinarne la copertura ma qui mi trovo di fronte ad un altro dilemma, lo stesso di tanti altri miei colleghi con alcuni dei quali mi sono confrontato. Non credo ricorrano i presupposti nè costituzionali nè normativi per un intervento di censura che, confesso, avrei tanta voglia di fare. E che qualcuno ha fatto peraltro. Queste forme espressive (c’è davvero bisogno di arrivare a tanto per manifestare un’idea?) sono, come dicevo, il frutto di questi tempi malati di ignoranza e intolleranza. Dai NoVax ai ProVita, dal razzismo ai ritorni xenofobi. È un’onda, ora forse al suo massimo “splendore”. Non rassegniamoci a subirla».