Dramma a Genova, in partenza dall’Umbria 6 unità cinofile dei vigili del fuoco per aiutare i soccorritori

Più di 50 intanto, tra Perugia, Terni, Todi, Foligno e Spoleto, gli interventi dei caschi rossi a causa del maltempo

PERUGIA – Momenti drammatici a Genova, dove da ore si scava – e probabilmente si andrà avanti per un bel po’ – nella speranza di raggiungere il maggior numero di persone rimaste intrappolate tra le macerie del ponte Morandi, crollato stamattina. E a infoltire le file dei soccorritori arriveranno a breve anche quattro sei unità cinofile dei vigili del fuoco, partite dall’Umbria poco dopo le 5. Quattro conduttori e quattro cani da Perugia e i restanti da Terni, fanno sapere i caschi rossi, che daranno il cambio ad altrettante unità già operative nella zona del crollo.

In Umbria intanto, si apprende ancora dalle centrali operative di Terni e Perugia, l’intensa ondata di maltempo ha provocato danni e disagi un po’ in tutta la regione, tanto da costringere i vigili del fuoco a oltre 50 interventi. Ventuno le chiamate ricevute a metà pomeriggio in provincia di Terni e in particolare nell’Amerino e nell’Orvietano. Le restanti, nel Perugino, sono arrivate soprattutto da Foligno, Todi e Spoleto. Nessun problema per le persone, fortunatamente. Solo rami e alberi caduti, abbattuti dalla violenza della pioggia e del vento.

Ladri scatenati a Spello e Foligno: due colpi in una sola notte

Carabinieri al lavoro. Repertorio

Il bottino

SPELLO (Perugia) – Ladri in azione nella notte tra lunedì e martedì a Spello e Foligno. Alcuni malviventi, sulle cui tracce si sono subito messi i carabinieri della stazione locale, hanno forzato una porta di emergenza del centro commerciale “Grancasa” e, una volta dentro, in poco tempo si sono impossessati di due cellulari, un orologio con cardiofrequenzimetro e due fotocamere, per un valore complessivo ancora da quantificare.

A Foligno invece – e anche in questo caso sono i carabinieri a seguire le indagini – alcune persone hanno divelto la saracinesca a protezione della porta di ingresso di un bar, il “Prato smeraldo” in via Girolami, sono entrati e hanno arraffato il possibile. Il fondo cassa e persino alcune bottiglie di liquore.

Viaggia a scrocco, poi minaccia il capotreno che lo aveva multato

Polfer Foligno

Denunciato 40enne a Foligno

FOLIGNO (Perugia) – Ha deciso di vendicarsi a suon di minacce, un 40enne italiano beccato a viaggiare senza biglietto da un dipendente Trenitalia, e per questo giustamente multato. L’uomo – un 40enne italiano già noto alle forze dell’ordine – ha casualmente incontrato il capotreno che lo aveva sanzionato in stazione a Foligno.

Ed è a quel punto che ha preso a insultarlo e minacciarlo, tanto da costringerlo ad allontanarsi per evitare che le intimidazioni si concretizzassero. Rintracciato e identificato, l’uomo è stato denunciato per oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. Avviate, inoltre, le procedure per la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal comune di Foligno.

 

Foligno, ecco la prima scuola umbra a prova di terremoto

Un istituto per l’infanzia realizzato con pannelli portanti X-Lam per la «massima sicurezza in caso di sisma e ottimo isolamento termico»

(riceviamo e pubblichiamo)
di Comune di Foligno

FOLIGNO (Perugia) – In 4 mesi è stata completata la struttura della scuola dell’infanzia Scafali-Corvia. In questi giorni è in corso la sistemazione esterna con l’installazione dei giochi e la messa a dimora di nuove alberature per preparare al meglio l’avvio scolastico previsto per il prossimo 12 settembre.

Lo rendono noto il sindaco Nando Mismetti e l’assessore ai lavori pubblici, Graziano Angeli. «Quello che ha saputo realizzare il Comune di Foligno è un vero e proprio capolavoro – affermano in una nota – con un intervento di circa 600mila euro, realizzato con risorse interamente comunali, che ha permesso di costruire la prima scuola umbra con la tecnologia dei pannelli portanti X-Lam che garantiscono la massima sicurezza in caso di eventi sismici, un isolamento termico ad altissime prestazioni e un confort abitativo senza pari. E’ un percorso amministrativo iniziato con l’approvazione dello studio di fattibilità in Consiglio comunale il 29/06/2017, la fase di progettazione e la successiva gara d’appalto che hanno portato la consegna del cantiere alla ditta lo scorso 28 febbraio e l’inizio degli scavi il 26 marzo. La gara d’appalto è stata aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, attribuendo quindi un maggior punteggio alle offerte che prevedevano migliori soluzioni tecniche e non sul massimo ribasso. Si tratta di un modo di concepire le opere pubbliche che sta portando risultati importanti alla città di Foligno come già accaduto con la palestra di Sterpete, che ha suscitato l’interesse delle più importanti riviste nazionali del settore. Rivolgiamo un plauso alla struttura dell’area lavori pubblici guidata dal dirigente Francesco Castellani e alla ditta appaltatrice “COST. CAM srl” che ha dimostrato un’organizzazione di cantiere eccellente. E’ un’opera pubblica che ha messo in evidenza tutta una filiera che ha lavorato in maniera impeccabile: la buona politica capace di fare scelte proiettate nel futuro, dipendenti pubblici straordinari che hanno fatto molto di più del proprio dovere, progettista strutturale e impresa di grandissima professionalità. Questo è il “modello Foligno”, questo è soltanto l’inizio di un percorso che sta proiettando la nostra città nel futuro».

Colfiorito, è tempo della Sagra della patata rossa

La manifestazione, molto attesa, si apre anche al mare con il pesce di Civitanova. Tra convegni, mostre e l’eccellenza della montagna

FOLIGNO (Perugia) – Tutto pronto per l’edizione numero 41 della Sagra della patata rossa a Colfiorito, con un programma, dal 10 al 19 agosto, che prevede convegni, mostre fotografiche, serate musicali e, ovviamente anche gastronomiche.

«Rispetto al passato – ha detto Stefano Morini per il comitato organizzatore – abbiamo dato importanza ai convegni. Uno, sabato 11 agosto, riguarderà “Le erbe campagnole spontanee del territorio dell’oasi di Colfiorito”, il secondo, venerdì 17 agosto, l’illustrazione del progetto definitivo della pavimentazione di Colfiorito». È prevista anche un’appendice della manifestazione, “Colfiorito e il mare”, dal 24 al 26 agosto, sempre nella frazione montana con la partecipazione del Comune di Civitanova Marche e con l’offerta gastronomica di pesce. Il 25 agosto ci sarà la presentazione del libro “Il fantastico mondo degli uccelli”, a cura di Giulio Cagnucci.
In rappresentanza del Comune di Foligno – che ha patrocinato la rassegna – alla presentazione è intervenuto l’assessore Graziano Angeli sottolineando come «la manifestazione funzioni davvero se ha raggiunto la sua 41/a edizione con grandi risultati di presenze. È un periodo in cui la montagna folignate mostra un grande stato di salute con tante iniziative e presenze. Ricordo il timore degli operatori della zona con l’apertura della nuova 77. Invece la nuova arteria ha portato visitatori e sviluppo. Ora la richiesta nelle frazioni montane è la richiesta di parcheggi adeguati per fare fronte al massiccio afflusso di turisti».

Visite gratuite alla vista e tante offerte: apre Coop Ottica

A Foligno l’inaugurazione del secondo centro dopo quello di Terni. Tutte le novità

FOLIGNO (Perugia) – Visite gratuite, laboratorio e tante offerte. Coop centro Italia punta sull’ottica e lo fa partendo da Foligno, dove – all’interno del centro commerciale Agorà in via Madonna della Fiamenga – è stato inaugurato il nuovo negozio “Coop Ottica”.

Dotato di una superficie di 36 metri quadri, il negozio – spiegano da Coop centro Italia – gode di uno spazio espositivo, di un’area dedicata alla misurazione della vista e di un laboratorio di montaggio occhiali. «Il punto vendita – rimarcano dalla cooperativa – offre un vasto assortimento in linea con i più moderni trend del mercato: occhiali da vista e da sole (anche per i più piccoli) delle migliori marche internazionali come RayBan, Polaroid, Havaianas, Tommy Hilfiger, Vogue, Carrera e LiuJo, oltre a brand in vendita esclusiva quali In Style, C-Line, Solaris, Seen, Miki Ninn. Ampia anche la gamma di lenti a contatto acquistabili a partire da 14,90 euro ed in grado di rispondere alle esigenze specifiche di tutti i clienti».

Qualità di prodotti che si abbina alla convenienza con sconti fino al 70 per cento sulle montature da vista e fino al 50 per cento sulle grandi marche degli occhiali da sole.
A disposizione anche numerosi servizi offerti dagli ottici professionisti sempre presenti a negozio volti a migliorare il benessere visivo dei Soci Coop e dei clienti: test visivi, check up completi degli occhiali per verificarne l’assetto e la corretta vestibilità, pulizia di lenti e montature e possibilità di richiedere preventivi e consulenze personalizzate da parte del personale, il tutto completamente gratuito.

«Quello di Foligno – chiudono – è il secondo ottico di Coop Centro Italia che va ad arricchire così la propria offerta nel settore con un ulteriore investimento che si aggiunge a quello presente nella galleria commerciale dell’Ipercoop di Terni inaugurato alla fine dello scorso anno».
Il nuovo Coop Ottica rimarrà aperto per tutti i clienti dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Ruba soldi e documenti a un passeggero addormentato, preso un gualdese

La polizia ferroviaria di Foligno

Il ventenne è stato denunciato: beccato dalla polizia ferroviaria grazie alle nuove telecamere

FOLIGNO (Perugia) – Ha approfittato del sonno di un vicino sul treno per derubarlo ma non è sfuggito alle telecamere e agli agenti della Polfer di Foligno.

Questo l’esito della recente operazione della polizia ferroviaria che ha denunciato un ventenne italiano per furto. Un viaggiatore, a bordo di un treno della tratta Ancona-Foligno, si era momentaneamente addormentato. Così, giocando sul fattore sonno, un altro viaggiatore ha approfittato del momento di relax estremo della vittima e gli ha rubato dalla borsa circa 60 euro e i documenti di riconoscimento, per scendere poi dal treno facendo perdere momentaneamente le proprie tracce.
Nella rete degli investigatori è finito un 20enne italiano, già noto alle forze dell’ordine e residente nel comprensorio gualdese. Il giovane, che ormai pensava di averla fatta franca, non ha considerato che quel convoglio era munito di sistema di videosorveglianza che ha permesso nel giro di pochi giorni agli investigatori della Polfer folignate di individuarlo e denunciarlo alla autorità giudiziaria per furto aggravato.
Le nuove telecamere presenti su alcuni convogli e in fase di diffusione hanno permesso agli agenti, specializzati per tali strumentazioni, di assicurare alla giustizia già diversi soggetti per varie tipologie di reato, così come accaduto per il 20enne gualdese.

Ricercato in mezza Italia, si fa beccare a Foligno per un malore sul treno

Treno alla stazione. Archivio (foto Settonce) - ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Droga, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, furto… diversi i procedimenti penali avviati a suo carico

FOLIGNO (Perugia) – Era ricercato dalle procure di mezzo stivale per droga, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, furto, oltre che per varie inottemperanze ad altrettanti fogli di via, il 25enne originario del Gambia rintracciato e fermato qualche giorno fa dalla polfer di Foligno. È stato un malore accusato mentre viaggiava su un convoglio proveniente da Roma a far concludere la sua avventura. Perché all’allarme lanciato dal capotreno, che ha attivato i soccorsi, e all’intervento del 118, sono seguiti gli accertamenti della polizia ferroviaria che in poco ha scoperto la gran mole di procedimenti penali avviati a suo carico, ora notificati, tutti per reati compiuti al di fuori del territorio regionale.

Svuota l’azienda di beni per 100mila euro. «Aveva rapporti con ‘ndrangheta e criminalità albanese»

Guardia di finanza. Archivio

Pregiudicato campano residente a Foligno ai domiciliari

FOLIGNO (Perugia) – Già condannato con sentenza irrevocabile per associazione a delinquere di stampo mafioso, perché ritenuto vicino a un potente clan della camorra partenopea, aveva interamente scontato la sua condanna. Era libero, non gli restava che rigare dritto. Invece, secondo i finanzieri del Gico del comando provinciale di Perugia, non aveva affatto cambiato vita il pregiudicato – originario di Napoli e da diverso tempo residente a Foligno – nuovamente arrestato in Umbria con l’accusa di intestazione fittizia di beni, omessa comunicazione di variazioni patrimoniali e false attestazioni all’autorità giudiziaria.

Accertamenti finanziari e patrimoniali, intercettazioni telefoniche: al termine delle indagini le fiamme gialle hanno consegnato tutto alla procura che per l’indagato ha richiesto al Gip, ottenendola, la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo, in sostanza, avrebbe fittiziamente intestato le quote di una società di autotrasporti operante nel Folignate a un prestanome, anche lui indagato, del tutto privo di adeguate e autonome fonti di reddito. Poi, l’avrebbe svuotata del suo patrimonio, sottraendo denaro, crediti e automezzi per un valore di circa 100mila euro, e omettendo di comunicare alla guardia di finanza tutte le variazioni, come previsto dalla normativa antimafia.

Non solo. Sempre secondo i militari, l’arrestato ha continuato a frequentare persone di «elevato spessore criminale, appartenenti a consorterie delinquenziali albanesi e della ‘ndrangheta» e, per ottenere l’affidamento in prova ai servizi sociali, ha mentito all’autorità giudiziaria dichiarando di lavorare con un contratto a tempo indeterminato con una società di edilizia. Niente male per chi, finalmente libero dopo una condanna per associazione a delinquere di stampo mafioso, doveva mettersi in riga e rifarsi una vita nella legalità.

Ancora incidenti sulle strade dell’Umbria: le immagini

Illesa una donna, peggio è andata alla protagonista dell’altro scontro

GUALDO TADINO (Perugia) – Ancora incidenti sulle strade dell’Umbria. Almeno due nelle prime ore di oggi, che hanno coinvolto un mezzo pesante e due automobili. Il primo intorno alle 8 di stamattina, a Gualdo Tadino, in via Flaminia. Dove per motivi ancora tutti da chiarire un’utilitaria è uscita di strada e si è ribaltata, con gli effetti che si vedono in foto ma – miracolosamente – con nessuna conseguenza per la donna a bordo del veicolo, uscita illesa dalle lamiere. Sul posto carabinieri, 118 e vigili del fuoco del distaccamento di Gaifana.

Peggio è andata alla donna protagonista dell’altro incidente, un paio d’ore più tardi, sulla strada statale 77, in direzione Macerata. Anche in questo caso la dinamica è da appurare. Certo è che l’avantreno dell’auto su cui viaggiava la donna, lievemente ferita in seguito allo scontro, ha impattato violentemente contro il posteriore di un camion, finendo in mille pezzi. Lo schianto, in galleria. Intervenuti i vigili del fuoco di Foligno, 118, Anas e polizia stradale per ripristinare la viabilità temporaneamente rallentata.