Escursionista muore sul monte Vettore: è un insegnante di Deruta

Incidente sabato pomeriggio nella zona del lago di Pilato: l’uomo è scivolato e rotolato per alcune decine di metri

ASCOLI PICENO – Un uomo di 55 anni è morto nelle prime ore del pomeriggio di sabato nella zona del lago di Pilato, sul monte Vettore.

Da quanto si apprende sarebbe un insegnante proveniente da Deruta, impegnato in un’escursione con un amico di 60 anni. Secondo la ricostruzione del Soccorso alpino e speleologico delle Marche, i due, «mentre percorrevano il sentiero che dal rifugio Ziglioli scende ai laghi di pilato si sono trovati in difficoltà al ridosso di una zona dove sono presenti delle roccette e dei salti. Uno di loro è scivolato per cause da accertare ed è rotolato per alcune decine di metri. Sul posto accorsi degli escursionisti che hanno visto l’incidente tra cui presente un medico che è intervenuto per prestare i primi soccorsi».

È stato anche allertato Icaro2 ed entrambe le squadre di terra del Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico della Provincia di Ascoli Piceno e della Regione Umbria.
Il corpo dell’uomo è stato recuperato con il vericello dal Tecnico elisoccorso ed elitrasportato all’ospedale di Camerino. «Il compagno di escursione – spiegano dal Soccorso alpino marchigiano – è stato riaccompagnato dalle squadre di terra all’auto che i due avevano lasciato questa mattina in località Forca di Presta».

Da Deruta Sgarbi lancia la battaglia alla plastica. Nel nome del bello e dell’arte

Il neo sindaco di Sutri in Umbria per allacciare relazioni con le città che hanno uno storico e radicato artigianato

DERUTA (Perugia) – Deruta abbraccia Sutri nel nome del bello. E il sindaco Sgarbi lancia la battaglia alla plastica nei centri storici a favore dell’artigianato di qualità.

Vittorio Sgarbi, infatti, neo sindaco del Comune di Sutri, nel Viterbese, ha fatto visita alla città di Deruta, accolto dal sindaco Michele Toniaccini e dalla sua consorte. Dagli scranni del consiglio comunale, Sgarbi ha spiegato come intende intrecciare relazioni con le città che hanno uno storico e radicato artigianato per collaborare a partire dall’abbellimento del borgo di Sutri. A colpire particolarmente Sgarbi sono stati i vasi in terracotta prodotti da una nota ditta di Ripabianca, paese nel comune di Deruta con un’antica tradizione nella fabbricazione di vasi in terracotta ziri, di orci e di anfore.

La parola d’ordine del noto personaggio sono «bellezza» e «decoro urbano»: «Una città bella deve avere il legno, il cotto, deve poter vivere nell’idea della ‘bellezza’ – ha detto Sgarbi – dobbiamo liberare i nostri bellissimi centri storici dalla plastica, questo voglio fare a Sutri. Sono convinto che riusciremo a collaborare con il Comune di Deruta che ha un artigianato fiorente dove ancora gli artigiani usano il ‘tocco’ della mano per produrre vere opere d’arte». Alla fine dell’incontro Sgarbi ha visitato la Pinacoteca derutese e il Museo Regionale delle Ceramica. Il sindaco Toniaccini lo ha ringraziato per la visita dicendosi pronto a stabilire un legame con la città di Sutri.

La sottosegretario ai Beni culturali Borgonzoni in visita in Umbria

Proroga Moca e riconoscimento di «lavorazione artistica» a tutela dell’artigianato: impegni presi

DERUTA (Perugia) – La possibilità di ottenere una proroga relativa alla problematica Moca, per permettere alle piccole realtà artigianali di mettersi in regola con le nuove normative è concreta e, parallelamente si sta lavorando per un riconoscimento particolare di ‘lavorazione artistica’ che come settore deve rimanere fuori dalle direttive che riguardano le grandi realtà industriali. Queste sono gli impegni che la neo Sottosegretaria ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni ha preso pubblicamente di fronte agli artigiani derutesi nel corso della visita ufficiale avvenuta nella giornata di oggi. L’incontro è stato organizzato dal sindaco della città Michele Toniaccini, insieme al senatore Luca Briziarelli.

«Abbiamo organizzato questo breve incontro – sono le parole del primo cittadino – per stabilire un contatto con un’alta carica del Governo che sicuramente non finisce qui, ma è l’inizio di una collaborazione. Stiamo lavorando per portare Deruta alla ribalta e il gemellaggio con una cittadina russa va in questa direzione. Con molta umiltà ci mettiamo a disposizione, come istituzioni, siamo come strumenti nelle vostre mani».

La mattinata della Sottosegretaria nella città della ceramica si è aperta con una visita guidata dal parroco Don Nazareno alla chiesa di San Francesco a Deruta, situata nel centro storico. È proseguita al Museo Regionale della Ceramica di Deruta, il più antico museo italiano per la ceramica; istituito nel 1898, conserva oltre 6000 opere ed è ospitato nel complesso conventuale di San Francesco, nel centro storico di Deruta, dove è stata prorogata la mostra “Back to Deruta” che ha riportato in città, dopo cinquecento anni, ventiquattro maioliche rinascimentali La Sottosegretaria è rimasta colpita dall’area archeologica delle fornaci di San Salvatore, collegata al Museo della Ceramica attraverso un tunnel sotterraneo, rinvenuta nel 2008 durante i lavori per la realizzazione di un parcheggio pubblico nel centro storico, a ridosso delle mura castellane, dove era ubicata, fino agli inizi del XX secolo, la chiesa di San Salvatore. La visita al museo è stata guidata dal conservatore del museo, Giulio Busti.

La mattinata si è conclusa alla sala del Consiglio dove la Sottosegretaria ha incontrato gli artigiani del luogo che hanno manifestato tutta la loro voglia di ripartire e di ‘creare’ senza dover pensare troppo agli aspetti burocratici che sono pensati più per le grandi realtà produttive. «C’è bisogno di tutelare l’artigianato artistico come espressione di questo territorio. Si deve anche coinvolgere le nuove generazioni per garantire un ricambio ed una continuità», è stato detto dagli artigiani. A tal fine anche la dirigente scolastica dell’istituto omnicomprensivo “Mameli” Isabella Magni è intervenuta ribadendo la necessità di avviare nuove leve per mantenere le tradizioni. A Deruta insiste un piccolo liceo artistico che conta due sezioni. La dirigente scolastica svolge un lavoro capillare per l’alternanza scuola lavoro ed ha siglato un documento con il Comune di Deruta, le associazioni di categoria, CNA, Confartigianato e Cassartigiani per uno sviluppo del settore delle maioliche artistiche e creare concrete opportunità lavorative.

Alla Sottosegretaria l’artigiano Giovanni Andreani ha mostrato due pregiate chitarre elettriche realizzate in ceramica, una delle quali è stata suonata da Santana in occasione di Umbria Jazz 2001.

Acqua pubblica, fresca e gassata: nuovo impianto a Deruta

L’inaugurazione è prevista in via del Mosaico

DERUTA (Perugia) – Acqua fresca, non solo liscia e pure pubblica.

È prevista per domani, mercoledì 20 giugno, alle 11.30 in via del Mosaico, l’inaugurazione dell’impianto di erogazione di acqua naturale gassata e refrigerata proveniente dalla rete pubblica. Al taglio del nastro sarà presente Michele Toniaccini sindaco di Deruta, Giuseppe Rossi direttore AURI, Gialunca Carini presidente Umbria Acque e Tiziana Buonfiglio amministratrice delegata.

Sorpreso a spacciare e in casa ha 240 dosi di hashish: arrestato 19enne di Deruta

Carabinieri in azione (foto Settonce, riproduzione riservata)

L’operazione dei carabinieri della Stazione di Todi. Il cliente segnalato come assuntore

DERUTA (Perugia) – Lo hanno trovato a vendere una dose di droga e in casa gli hanno trovato hashish per 240 dosi. È per questo che i carabinieri della Stazione di Todi, nell’ambito delle attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, seguendo le direttive impartite dal Comando provinciale di Perugia, hanno arrestato un giovane di anni 19 residente a Deruta.

I militari infatti, in prossimità di un parco pubblico di Deruta, hanno sorpreso il giovane proprio nel momento in cui stava spacciando una dose di sostanza stupefacente, tipo hashish, ad un tossicodipendente del luogo, quest’ultimo poi segnalato all’autorità amministrativa per uso personale di sostanza stupefacente. Nel corso delle successive perquisizioni i militari hanno rinvenuto 30 grammi di hashish suddivisi in dosi e pronti per essere spacciati.
La droga è stata sottoposta a sequestro e dagli esami di laboratorio effettuati è risultato che si potevano ricavare 240 dosi.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria che ha coordinato le attività, è stato condotto nella propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Rito, tenuto nel tribunale di Spoleto, in cui è stato ritenuto responsabile delle contestazioni a suo carico e condannato all’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria tre volte a settimana.

Perugia, interventi alla rete elettrica: «Interruzioni temporanee del servizio». Orari e mappa dei lavori

Operaio Enel

Interventi Enel di manutenzione e potenziamento del sistema elettrico

PERUGIA – Due giorni di lavori alla rete elettrica. E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, informa che martedì 5 giugno e venerdì 8 giugno effettuerà tre interventi di manutenzione e potenziamento del sistema elettrico di Perugia per il rinnovo di degli impianti elettrici e la connessione alla rete elettrica di nuove forniture in alcune zone del territorio comunale.

Gli impianti, che trasformano l’energia da media a bassa tensione per portarla ad aziende, attività artigianali, esercizi commerciali e abitazioni, saranno rinnovati attraverso l’installazione di nuova componentistica elettromeccanica automatizzata, che garantirà efficienza del servizio elettrico in situazioni ordinarie e tempi di rialimentazione più brevi in caso di disservizio. Insieme alla connessione alla rete elettrica di nuove utenze sarà anche effettuato il riassetto dei carichi per assicurare una distribuzione dell’energia equilibrata in tutte le aree interessate dai lavori.

Le operazioni devono svolgersi in orario giornaliero per ragioni di sicurezza e richiedono interruzioni temporanee del servizio elettrico che E-Distribuzione dividerà su più giorni e circoscriverà a gruppi ristretti di utenze grazie a bypass da linee di riserva, come da indicazioni seguenti: martedì 5 giugno, dalle ore 8.30 alle 12:30, Perugia centro, alcune utenze di via Annibale Vecchi e via Beatrice; venerdì 8 giugno, dalle 9:30 alle 12:30, Perugia Ponte San Giovanni pochi civici di via della Spiga; venerdì 8 giugno, dalle 8:30 alle 13:30, Perugia centro poche utenze di via Machiavelli.

Un intervento analogo sarà effettuato mercoledì 6 giugno, dalle ore 9:30 alle 11:00, a Deruta cabina elettrica “Fanciullata” con interruzione per poche utenze comprese tra via Madonna dei Ranucci, via del Ponte, via Caporali, strada Fanciullata.

In tutte le circostanze i clienti sono informati anche con affissioni nelle zone interessate. E-Distribuzione ricorda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e di non commettere imprudenze contando sull’assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di forte maltempo, i lavori potrebbero essere rinviati.

Muore dopo un incidente: i suoi organi salvano tre persone

Perugia, donati i reni e il fegato a due pazienti umbri e a un romano

PERUGIA – La sua morte, grazie alla sensibilità dei familiari, ha ridato una vita migliore a tre persone. A cui ha donato i due reni e il fegato.

Un uomo e una donna, di 69 e 67 anni, residenti in Umbria, d’ora in avanti non saranno più costretti alla dialisi, alla quale erano costretti da tempo, grazie al trapianto di rene cui sono stati sottoposti domenica 27 maggio da parte di una equipe multidisciplinare del Santa Maria della Misericordia, con il coordinamento del centro regionale trapianti diretto da Atanassios Dovas. I due interventi chirurgici, come riferisce una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda ospedaliera di Perugia, sono stati eseguiti da una equipe di chirurgia generale e vascolare dei dottori Paolo Baccari e Massimo Lenti, coadiuvati da Gianfranco Carlini e dall’anestesista Chiara Fiandra, mentre del gruppo multispecialistico di strumentisti e infermieri del blocco operatorio Vittorio Trancanelli hanno fatto parte Alberto Calascione, Emiliano Mercantini, Chiara Alfonsi e Fabiola Paoloni.

I prelievi di reni e fegato erano stati effettuati dopo il periodo di osservazione dopo la morte cerebrale della donna di 67 anni rimasta vittima di un incidente stradale avvenuto venerdì nel comune di Deruta, e trasferita nel reparto di Rianimazione, in gravissime condizioni. Sempre nella mattinata di domenica un’equipe di chirurghi dell’ospedale Gemelli aveva effettuato il prelievo di fegato, organo compatibile per un paziente in attesa di trapianto e ricoverato presso il nosocomio romano.

In campo per Vittorio Campi: sabato e domenica il memorial dedicato all’ex presidente del Deruta calcio

Il quadrangolare organizzato dall’Usd giovanile Deruta San Nicolò

DERUTA (Perugia) – Passione, umanità, rispetto delle regole. Valori che il calcio può e deve trasmettere, così come ha cercato di fare Vittorio Campi durante la presidenza dell’As Deruta negli anni 70. A lui, venuto a mancare nel febbraio 2012, è dedicato il ‘II memorial Vittorio Campi’, torneo riservato alle categorie Pulcini 2008 e Giovanissimi 2003/04 che si confronteranno sul campo dello stadio comunale di Deruta rispettivamente sabato 26 e domenica 27 maggio.

Il torneo all’italiana, organizzato dall’Unione sportiva dilettantistica (Usd) giovanile Deruta San Nicolò, è stato presentato mercoledì 23 maggio a Perugia alla presenza di Ruggero Campi, figlio di Vittorio e attualmente presidente dell’Automobile club di Perugia. Per l’Usd giovanile Deruta San Nicolò hanno preso parte il presidente Marco Vento, il presidente onorario Franco Battistelli e la segretaria Monica Calcina. Presente, inoltre, il direttore sportivo Mario Goretti, derutese, ex calciatore che debuttò in serie A nel 1977 tra le file del Perugia calcio in seguito all’episodio della morte di Renato Curi.

Infine, è intervenuto anche Eulo Barcaccia, presidente di Avis Deruta, che sostiene la manifestazione. Si inizia sabato 26 alle 15.30 (arrivo squadre alle 14.30) con il quadrangolare che oltre alla formazione casalinga vedrà la partecipazione delle squadre delle società Unicusano Ternana, San Marco Juventina Fc e Associazione sportiva dilettantistica Ponte Vecchio. La formula sarà quella del girone all’italiana a turno unico giocato su due tempi da 12 minuti ciascuno (in caso di parità verrà presa in considerazione la minore età dei partecipanti). Domenica 27 sarà la volta del triangolare che impegnerà, negli stessi orari del sabato, le formazioni di Ac Perugia calcio e San Marco Juventina Fc, oltre a quella dell’Usd giovanile Deruta San Nicolò. Anche in questo caso sarà un girone all’italiana a turno unico ma con un tempo di 35 minuti (in caso di parità sono previsti cinque rigori per squadra, poi rigori a oltranza).

«Tra i valori che mi ha trasmesso mio padre – ha raccontato Campi – ci sono il rispetto per gli altri e l’umiltà. Lui si era dedicato attivamente allo sport negli anni Settanta a Deruta, riuscendo a ottenere importanti soddisfazioni. Io da ragazzino le ho vissute in diretta perché lo seguivo come un cagnolino. Amava molto il calcio giovanile, ricordo l’entusiasmo che riportava a casa quando le squadre avevano raggiunto importanti risultati. Il memorial è il modo migliore per ricordare la sua figura, quella di un uomo che amava Deruta e il calcio. L’obiettivo di tutti è quello di far crescere questa manifestazione per farla diventare un punto di riferimento di questa regione”. “Campi è stato per noi un maestro – ha dichiarato Battistelli –, un ‘presidentone’. Eravamo giovani e iniziavamo la nostra attività sportiva sotto la sua presidenza. Ricordo che era sempre presente sui campi ed è riuscito a dare lustro all’attività calcistica in un comune comunque piccolo. Lo sport è soprattutto dei giovani e questi devono prendere esempio da uno come lui che saputo trasmettere tanta passione oltre che serietà».

«Ringrazio la famiglia Campi – ha commentato Vento –, l’Amministrazione comunale, la società Real Deruta che gestisce l’impianto sportivo e la delegazione Avis che sarà presente con il proprio stand. Inoltre, ringrazio le ceramiche artistiche Gialletti Giulio e Deruta Placens maioliche artistiche di Mordenti Annalisa, che ci hanno fornito piatti da consegnare in omaggio alla famiglia Campi e alle società sportive».

Vuoi pubblicizzare la tua attività? Allora “Adotta il verde” di Deruta

Bene pubblico, sponsorizzazione privata: visibilità in cambio di manutenzione e cura delle aree verdi

DERUTA (Perugia) – Le aree verdi che abbelliscono strade e città possono diventare veicoli di interesse per i privati che, oltre a pubblicizzare la propria attività, rendono un servizio utile a tutta la comunità. Da questo intento nasce il progetto “Adotta il verde” che l’Amministrazione comunale (con Delibera della Giunta Comunale n. 35 del 01/03/2018) ha approvato. Il progetto è aperto a soggetti privati (persone fisiche o giuridiche, ivi comprese le associazioni senza fini di lucro), che intendano proporsi come sponsor per le attività di manutenzione e valorizzazione di aree verdi pubbliche e di aiuole di rotatorie stradali e spartitraffico di proprietà comunale, mediante contratti di sponsorizzazione.

«Oltre ai benefici fiscali – ha sottolineato il Vicesindaco Giacomo Marinacci – previsti dalla normativa vigente, lo sponsor otterrà in cambio il necessario ritorno di immagine e a tale scopo l’Amministrazione comunale assicura che consentirà allo sponsor di avvalersi della facoltà di pubblicizzare la sua collaborazione tramite i mezzi di comunicazione, concederà l’utilizzo degli spazi verdi per l’apposizione di cartelli che pubblicizzino l’intervento, nelle comunicazioni ufficiali relative all’iniziativa, evidenzierà il nome dello sponsor nello spazio del sito istituzionale del Comune di Deruta dedicato alla pubblicizzazione dell’iniziativa e ,infine, inserirà il nome/marchio/logo dello sponsor in tutti i materiali illustrativi dell’iniziativa che potranno essere eventualmente realizzati durante la durata del contratto».

I soggetti interessati ad avanzare proposta di sponsorizzazione dovranno far pervenire la propria richiesta entro il giorno 28 maggio 2018 tramite posta certificata all’indirizzo comune.deruta@postacert.umbria.it o mediante consegna direttamente a mano all’Ufficio Protocollo dell’Ente.

Ferito alle parti intime durante una lite di vicinato: finisce all’ospedale

Il pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)

In zona Ponte Pattoli a Perugia. Costretta a ricorrere a cure mediche anche una donna di Deruta, uscita malconcia da un litigio in casa

PERUGIA – Liti dentro e fuori le case: con l’arrivo della bella stagione il rischio conflittualità nei condomini e negli spazi comuni aumenta esponenzialmente. Rumori molesti e cattive abitudini vengono amplificati da finestre aperte e maggior vita all’aria aperta, ed ecco che sale la tensione.

In poche ore, tra martedì e mercoledì, due persone sono state costrette a ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia. Nel primo caso, un ragazzo ventenne è rimasto ferito in maniera abbastanza seria alle parti intime nel corso di una lite in un giardino condominiale nella zona di Ponte Pattoli. Nell’altro caso, è toccato a una donna di Deruta ricorrere alle cure del pronto soccorso a seguito di una lite scoppiata in un appartamento.