Amelia, nel weekend il Palio dei Colombi entra nel vivo

Palio dei Colombi, Amelia

Corteo storico, sfida equestre e non solo questo fine settimana

di Ente Palio
(riceviamo e pubblichiamo)

AMELIA (Terni) – Il Palio dei Colombi è alle battute finali. Gli ultimi giorni sono i più importanti e sentiti dalla comunità amerina che attende con trepidazione il corteo storico e la sfida equestre.

Entra nel vivo il programma del Palio dei Colombi 2018. La serie di eventi ispirati agli Statuti amerini del 1346, che ha avuto inizio lo scorso 25 Luglio, entrerà nel vivo la sera di sabato 11 quando, introdotto alle ore 21:30 a Porta Romana dall’esibizione medioevale a cura della compagnia Le lame di Albornoz e della compagnia De Lo Grifone, il solenne Corteo Storico attraverserà le vie dell’antica città.

La città di Amelia sarà in fermento anche per l’arrivo del Podestà, come nella tradizione giuridica dei territori all’interno del “Patrimonio di San Pietro” che divenne dall’8° sec. “Stato della Chiesa”. Amelia, Orte, Bieda, Bomarzo furono i primi territori su cui un Papa poté esercitare il suo controllo ed avere le prime forme di autonoma sussistenza. La donazione fu fatta dal re longobardo Liutprando nel 741 a papa Zaccaria, in aggiunta a quella del castello di Sutri del 728.

Il Podestà deve essere una persona forestiera, segnalatasi per la qualità di amministratore, capace di mantenere relazioni di buon governo sia con la Città che alla Santa Sede. L’eminente personaggio arriverà in città con il suo seguito costituito dai suoi Officiales, la famiglia e la scorta armata.

Il corteo storico delle contrade e degli Officiales propone ogni anno nuovi costumi, rigorosamente vagliati dalla commissione tecnica che verranno ulteriormente giudicati da una commissione di esperti durante il corteo. Sarà quindi aggiudicato il Premio miglior corteo storico ad una delle cinque contrade amerine (Crux Burgi, Vallis, Collis, Posterola e Platea) e, per la prima volta, il premio miglior dama del ‘300 in onore alla professoressa Igea Frezza Federici, di cui ricorre quest’anno il primo anno dalla sua scomparsa.

La giornata di domenica si aprirà con il Corteo Storico alle 18:00 e vedrà prendere finalmente il via al Campo de li Giochi, alle ore 21:30, il Palio dei Colombi, una giostra di cavalli, cavalieri e balestrieri unica nel panorama delle rievocazioni storiche.

In un Campo dei li Giochi totalmente rinnovato nel suo layout e nella sua illuminazione, con 1000 posti a sedere, i 5 cavalieri, uno per contrada, si affrontano a due a due in 10 tornate puntando con la lancia al saracino (busto stilizzato da scudi e braccio in metallo su cui è apposto il bersaglio da colpire). Dopo ogni tornata di cavalieri si sfida la coppia di balestrieri delle stesse contrade, tirando la verretta verso il bersaglio posto a 36 metri: chi colpisce il disco centrale aziona un meccanismo che fa volare in cielo il colombo, in ricordo della legge contenuta negli statuti che vietava, al tempo, di uccidere i piccioni in quanto il guano che producevano era una risorsa preziosissima.

In un crescendo di tensione gli scontri diretti fra le contrade decreteranno la vincente, quella che riuscirà ad aggiudicarsi il maggior punteggio sommando le vittorie di cavalieri e balestrieri e che conquisterà l’ambitissimo Palio.

Irlanda e Amerino: cultura e tradizioni comuni? Un Festival per scoprirlo

Ad Amelia il “Festival irlandese”: dal 30 agosto al 9 settembre

AMELIA (Terni) – La cultura e le tradizioni d’Irlanda e il rapporto e le similitudini con Amelia e il territorio amerino sono i temi del Festival Irlandese che si svolgerà dal 30 agosto al 9 settembre ad Amelia. Organizzato dall’Università della Terza Età insieme all’associazione In Connection, con la collaborazione del Comune e della pro loco, l’evento ha il patrocinio dell’ Ambasciata d’Irlanda, della Provincia di Terni, dei Comuni di Amelia, Attigliano e Lugnano in Teverina e segue il filo conduttore inaugurato l’anno scorso dall’Unitre che con il Festival Giapponese ha avviato l’esperienza che ogni anno si dedica ad un paese straniero.

Al Festival parteciperanno personaggi di spicco del mondo accademico e della cultura irlandese nell’ambito del progetto “Dimore Storiche e loro personaggi”, promosso dalla pro loco e finanziato dalla Fondazione Carit. Parteciperanno l’Ente Palio dei Colombi, Sistema Museo, IrishFilmFesta, SlowFood Terre dell’Umbria Meridionale, AmeliainUmbria, OltreilVisibile, Sator, Il Granaio.

L’evento è stato presentato stamattina in Provincia da Mara Quadraccia, presidente di Unitre Amelia, e Patricia Brennan, di In Connection, alla presenza della consigliera comunale di Amelia, Tamara Grilli, del consigliere delegato alla cultura del Comune di Lugnano in Teverina, Alessandro Dimiziani, e dei responsabili della pro loco. «Il Festival – ha detto la Brennan – presenterà alcuni aspetti di un paese europeo, per certi versi simile alla nostra regione: Due isole verdi, una nel mare, l’altra nella penisola, con una forte persistenza delle tradizioni, percorsi alla scoperta di scenari da film, pietre che narrano storie antiche ed una diffusa presenza di castelli e siti monastici. Il Festival – ha poi aggiunto – permetterà di avvicinarsi ad alcuni temi della cultura e delle tradizioni di un paese così affascinante grazie alla partecipazione di personalità di rilievo nazionale e internazionale».

«Il nostro progetto – ha invece spiegato la Quadraccia – è partito l’anno scorso ed ha come obiettivo quello di trattare ogni anno un paese diverso, con le sue tradizioni, la sua cultura e le sue espressioni artistiche, musicali e culturali. Una cosa molto positiva – ha sottolineato – è la sinergia che si è creata con la pro loco e con numerose altre associazioni». Sul tema della collaborazioni fra associazioni e realtà territoriali si sono soffermati anche la Grilli e Dimiziani che hanno osservato come, «una sinergia così costruita porta frutti positivi all’intero territorio amerino, sia dal punto di vista culturale che turistico e sociale».

La Grilli ha rimarcato inoltre come il Festival ed altre iniziative si inseriscano nell’obiettivo dell’amministrazione di far tornare Amelia il punto di riferimento dell’amerino. Attilio Faloppa, della pro loco ha poi ricordato come il Festival Irlandese sia inserito nel progetto di creare un centro do documentazione sulle dimore storiche e sui grandi personaggi di Amelia e dell’amerino. «Un progetto – ha detto – al quale staimo lavorando in stretta collaborazione con l’Unitre, con il Comune e con altre realtà locali e che permetterà di creare anche un itinerario turistico».

Il programma prevede conferenze, mostre, concerti, cene, degustazioni e visite. Giovedì 30 agosto sarà dedicato alla inaugurazione di tre mostre fotografiche: 1) Museo Archeologico – Omaggio all’Irlanda, collettiva di Naoise Kelly (Landscape photographer) Lucrezia Testa Jannilli ( Performing artist and photographer) Pasquale Comegna, (professional phographer ) 2) Il Granaio- Obiettivo Irlanda Pietro Trippodo e Marina Verza 3) Bar Russo – Irish Skies, Irish People, di Roberto Pileri (fotografo del paesaggio umano) Venerdì 31 sarà la giornata di inaugurazione ufficiale del Festival: Pinacoteca del Museo Archeologico, Andrew O’Connor, già Capo Conservatore della National Gallery di Dublino nella conferenza “Caravaggio Mattei ritrovato” ci svelerà segreti del ritrovamento e del restauro di un’opera del Caravaggio ritrovata in un convento dei Gesuiti a Dublino. Una occasione per ricordare anche che il Caravaggio, nella sua vita erratica e avventurosa, fu ospitato anche dalla famiglia Petrignani di Amelia.

La cena inaugurale, su prenotazione, con concerto di Shahnaz Mosam, suonatrice di arpa celtica – il “clarsach” – che si ispira alla tradizione dei bardi e dei trovatori, sarà all’interno del palazzo di Angelo Geraldini, famiglia legata ai Fitzgerald, le cui mura narrano secoli di storia, dai resti della strada romana e dell’“opus reticolatum” nei locali del ristorante fino alla memoria incisa su una lapide della ospitalità a papa Sisto IV, in fuga dalla Roma a causa della peste.

Sabato 1 settembre ci sarà dapprima la possibilità di effettuare un itinerario di visita della città, un percorso fra archeologia e dimore storiche, quindi nella Sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani due illustri professori italiani, Edoardo D’Angelo, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e Massimiliano Bassetta, Università di Verona. Parleranno rispettivamente di “L’Irlanda e il suo popolo” e “I monaci irlandesi”. A seguire, nella stessa sala il compositore irlandese Frank Corcoran, docente ad Amburgo, terrà una lezione-concerto sul tema “Sean agus nua – Il vecchio e il nuovo – Un compositore irlandese si reinventa”.

Quindi sarà la volta di una cena all’aperto, su prenotazione, nel magnifico giardino pensile del ristorante di un altro Palazzo Petrignani, con concerto del gruppo TORQ, un gruppo di musica tradizionalee folk irlandese musicale. La mattina di domenica 2 settembre sarà dedicata ai bambini e alle famiglie con il laboratorio “L’intreccio magico”, a cura di Sistema Museo mentre il pomeriggio alle 17,30 presso la Pinacoteca del Museo Archeologico, ancora due conferenze di grande rilievo: – Antonio Bibbò, Manchester University, parlerà di “L’Irlanda degli Italiani.

Letteratura irlandese e immagini dell’isola di smeraldo tra la prima e la seconda guerra mondiale” mentre EnricoTerrinoni, Università per Stranieri di Perugia, ci condurrà su un tema affascinante “Bruno, Joyce e Einstein. Tutti i mondi nell’universo infinito”. La Condotta SlowFood Terre dell’Umbria Meridionale, con la partecipazione di due esperti, gestirà una degustazione guidata di formaggio, Coolea e Gubeen, e birra irlandese alle ore 20,00 nella suggestiva taverna della Locanda del Conte Nitto e a seguire, alle 21,30 il gruppo The Shire, un gruppo famoso attivo da 15 anni, accenderà la serata con un entusiasmante repertorio di musiche tradizionali irlandesi nel Chiostro Boccarini.

Prima di passare alla rassegna cinematografica del weekend successivo giovedì 6 settembre la Unitre di Amelia organizza una gita alla scoperta di Pezzi..e pizzi d’Irlanda, da Orvieto, con il pozzo di San Patrizio, a Tuoro sul Trasimeno e Isola Maggiore, dove viene mantenuta la lavorazione del pizzo d’Irlanda introdotta agli inizi del secolo scorso dalla Marchesa Guglielmi per dare lavoro alle figlie dei pescatori. Il festival sarà concluso da una rassegna cinematografica organizzata in tre appuntamenti dall’Ass.ne Oltre il Visibile, in collaborazione con IrishFilmFesta e la partecipazione straordinaria di John Mc Phillips, compositore di musiche da film e da qualche tempo residente ad Amelia.

Nuovo gemellaggio per Amelia, stavolta con una città tedesca

Comune di Amelia

È il quarto dopo quelli con Joigny, Stylida e Civitavecchia. Firma in programma l’11 agosto, dal 9 al 13 una delegazione ospite in Umbria

AMELIA (Terni) – Verrà siglato l’11 agosto, in occasione della visita di una delegazione della cittadina tedesca, il gemellaggio tra Amelia ed Odelzhausen. A firmarlo durante il Consiglio comunale aperto convocato per l’occasione alle 11 saranno i due sindaci, Laura Pernazza e Markus Trinkl. La firma sarà l’apice della visita della delegazione di Odelzhausen ad Amelia dove, dal 9 al 13 agosto, saranno ospitate 65 persone, 20 delle quali in rappresentanza delle istituzioni ed 8 della banda musicale bavarese. Gli ospiti arriveranno il 9 agosto e saranno ricevuti dal sindaco, dalle istituzioni, dal comitato e dall’associazione per i gemellaggi.

Nel programma anche un convegno al museo cittadino il 10 agosto sulla valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale nell’era della globalizzazione, una visita alle bellezze storiche e culturali della città, alla Cascata delle Marmore e alle manifestazioni per il Palio dei Colombi con la presenza per il corteo storico e per la gara del 12 agosto. Quello con Odelzhausen è il quarto gemellaggio della città di Amelia dopo quelli già sanciti con Joigny (Francia), Stylida (Grecia) e Civitavecchia e chiude un percorso iniziato nel 2015 con il Patto di Amicizia fra le due città.

«Tutto è partito – spiega l’assessore alla cultura, Federica Proietti – dalla visita della nostra comunità in Germania dove si sono messe a confronto soprattutto le scuole delle due realtà ed i produttori locali. La firma del gemellaggio chiude un iter durato circa 6 mesi anche in virtù del bando europeo al quale abbiamo partecipato e che aveva l’obiettivo di consolidare ed estendere i rapporti fra le comunità dell’Europa. In questo contesto le diversità diventano un’occasione e una possibilità di crescita e arricchimento, ecco perché abbiamo coinvolto sin da subito gli studenti delle due realtà, in modo che nei giovani cresca ed attecchisca la cultura dell’accoglienza e della reciprocità».

Odelzhausen è una cittadina della Baviera di poco oltre 4mila abitanti ed il cui primo nucleo risale al 600 dopo Cristo. E’ sormontata da un castello del 1200 e la sua economia è basata soprattutto su produzioni artigianali ed industriali, fra cui spicca il settore della birra che la rende nota in tutta la Baviera. Alle manifestazioni per la prsenza ad Amelia parteciperanno le associaiozni cittadine, l’ente Palio dei Colombi, gli Sbandieratori e il gruppo Armata medievale.

Storia, cultura, enogastronomia: torna il Palio dei colombi di Amelia

Date e novità della 43esima edizione

AMELIa (Terni) – Arte, storia, cultura ed enogastronomia. Sono questi gli ingredienti della 43esima edizione del Palio dei Colombi di Amelia, presentata lunedì in Provincia dal sindaco, Laura Pernazza, dal presidente dell’ente Palio, Carlo Paolocci, e dal presidente del Consiglio comunale, con delega alle associazioni, Leonardo Pimpinelli. Molte le novità, dal 25 luglio al 12 agosto, a partire dal rinnovato gemellaggio con la città di Civitavecchia alla quale verrà dedicata una serata speciale, per proseguire con gli appuntamenti culturali. Tra questi una conferenza dedicata a Piermatteo d’Amelia (“Pennelli umbri tra Tevere e Arno: Piermatteo d’Amelia tra le botteghe fiorentine ed i palazzi vaticani”) in programma il 5 agosto. Il 10 agosto sarà dedicato agli statuti cittadini del 1346 con una conferenza dal titolo “Costume e vita quotidiana in Amelia nel basso Medioevo”, coordinata dal prof. Edoardo D’Angelo, coadiuvato dalla dott.ssa Anastasia Quadraccia. Previste anche altre possibilità di ammirare gli statuti, per i quali l’ente Palio ha annunciato che a settembre, con fondi propri, procederà al restauro.

Fra le note più positive della vigilia del Palio dei Colombi, è stato sottolineato in conferenza stampa, è il fatto che la città già registra il tutto esaurito negli alberghi. «Abbiamo prenotazioni dall’Olanda e da altri paesi – hanno spiegato la Pernazza, Paolocci e Pimpinelli – ed abbiamo anche l’arrivo di una delegazione di oltre 60 cittadini di Odelzahusen, città tedesca gemellata con Amelia. Il Palio dei Colombi è un importante veicolo promozionale e una grande risorsa per la città, che esalta il ruolo fondamentale e il protagonismo dei volontari senza i quali non si potrebbe fare nulla». Cinque le contrade in lizza: Collis, Crux Burgi, Platea, Posterola e Vallis che si sfidano a colpi di piatti della cucina locale nelle taverne di ciascun rione e che stanno preparando al meglio anche la gara equestre dell’ultimo giorno. Il nome dei fantini che correranno è però ancora top secret. «Verrà svelato più tardi», precisa Paolocci.

Il resto del programma prevede, l’apertura il 25 luglio con la presentazione del vessillo del Palio 2018, quest’anno realizzato dall’artista Ombretta Del Monte, alla quale seguirà la lettura del bando per le vie della città. Il 27 luglio invece un convegno di assoluto rilievo sulla figura della scrittrice amerina Igea Frezza Federici, che vedrà tra i relatori alti esponenti della cultura regionale e nazionale. I Balestrieri del Gam Città di Amelia il 28 luglio organizzano, presso il piazzale Unità d’Italia, i Campionati Regionali di Balestra Storica Medievale, evento unico in Italia con nutrita presenza di città umbre, mentre gli Sbandieratori Città di Amelia arricchiranno tutti gli eventi in programma.

Coinvolgente l’Assalto alla Torre Civica in programma per domenica 5 agosto, quando al suono incalzante dei gruppi di tamburini di 8 città umbre i contradaioli di Amelia si sfideranno per arrivare primi in cima alla Torre Civica sulla quale la contrada vincitrice dispiegherà il proprio vessillo

Amelia, a Sant’Agostino nove case del Comune a canone concordato

Comune di Amelia

I requisiti e la scadenza per poter partecipare al bando

AMELIA (Terni) – Nove case nel complesso di Sant’Agostino. Sono gli alloggi a canone concordato messi a disposizione dal Comune di Amelia: gli appartamenti saranno assegnati tramite il bando pubblicato dal Comune nel quale sono riportati i criteri reddituali per poter presentare le domande entro le 12 del 10 agosto.

Le famiglie interessate dovranno certificare un reddito annuo fino a 36mila euro e non inferiore a 4mila. Per la sua determinazione il bando prevede la somma dei redditi fiscalmente imponibili di tutti i componenti il nucleo familiare richiedente come risultano dalle ultime dichiarazioni dei redditi per l’anno d’imposta 2016 dichiarati nel 2017.
Dal reddito vengono detratti mille euro per ogni figlio a carico con l’importo risultante ulteriormente abbattuto del 40 per cento qualora i redditi derivino interamente da lavoro dipendente. La riduzione non viene effettuata per i redditi derivanti da lavoro autonomo. Tutte le informazioni su http://www.comune.amelia.tr.it/images/filepicker_users/4ef36b04f2-70/ModSociale/bando.pdf

Amelia, nuovi alloggi a canone concordato: il bando

Annunci affitti

Domande da inoltrare entro il 10 agosto: chi può fare richiesta

AMELIA (Terni) – Sono 9 gli alloggi a canone concordato messi a disposizione dal Comune di Amelia nel complesso di Sant’Agostino. Gli appartamenti saranno assegnati tramite il bando pubblicato dal Comune nel quale sono riportati i criteri reddituali per poter presentare le domande entro le 12 del 10 agosto.

Le famiglie interessate dovranno certificare un reddito annuo fino a 36mila euro e non inferiore a 4mila. Per la sua determinazione il bando prevede la somma dei redditi fiscalmente imponibili di tutti i componenti il nucleo familiare richiedente come risultano dalle ultime dichiarazioni dei redditi per l’anno d’imposta 2016 dichiarati nel 2017.

Dal reddito vengono detratti mille euro per ogni figlio a carico con l’importo risultante ulteriormente abbattuto del 40 per cento qualora i redditi derivino interamente da lavoro dipendente. La riduzione non viene effettuata per i redditi derivanti da lavoro autonomo. Tutte le informazioni sono disponibili a questo link: http://www.comune.amelia.tr.it/images/filepicker_users/4ef36b04f2-70/ModSociale/bando.pdf

Rifacimento strade in centro storico: «Nonostante le ristrettezze, il Comune non demorde»

Amelia

I lavori partiranno il 3 settembre

AMELIA (Terni) – Inizieranno il 3 settembre i lavori di rifacimento dell’ultimo tratto di via della Repubblica nel centro storico. Ad annunciarlo è l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, che ricorda come anche quest’opera sia inserita nel pacchetto di interventi riguardanti il rifacimento delle vie di competenza comunale.

Lo stesso assessore sottolinea come, nonostante le ristrettezze economiche e finanziarie, l’amministrazione sia stata in grado di prevedere una serie di lavori cercando di far fronte almeno alle emergenze più impellenti. Proietti Scorsoni ricorda anche la collaborazione in alcuni progetti delle associazioni, citando il caso dell’associazione Atletica Lab, che in collaborazione con il Comune, ha proceduto alla chiusura con toppe di asfalto le principali buche nel centro storico per permettere lo svolgimento in sicurezza della gara podistica “Corriamelia”, in programma domenica prossima.

Amelia, 1 milione e mezzo di euro per terminare la ricostruzione delle mura

Comune di Amelia

 

Due terzi dei lavori saranno finanziati dal Mibact. Avio Proietti Scorsoni: «Ecco a che punto siamo con le opere pubbliche»

AMELIA (Terni) – La sovrintendenza è pronta a mettere 1 milione e 500mila euro di risorse, circa due terzi dei quali stanziati dal ministero dei Beni culturali, per completare la ricostruzione della porzione di mura poligonali crollata nel 2006. Lo ha annunciato l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, facendo il punto sui cantieri aperti in città. «I tecnici – riferisce Proietti Scorsoni – stanno predisponendo il progetto e le necessarie procedure per riavviare i lavori nel più breve tempo possibile. Abbiamo inoltre chiesto alla Regione una riunione del tavolo tecnico prima delle ferie estive per fare il punto della situazione».

Per quanto riguarda invece il tratto di mura dalla Torre del Sole a Porta Leone, il titolare ai lavori pubblici rende noto che è stato ultimato il restauro del tratto in oggetto, mentre ora i lavori stanno proseguendo dalla porta sino alla torre circolare compresa. «Inoltre – specifica – i tecnici della sovrintendenza stanno lavorando ad una variante che contempla la sistemazione di una fascia di rispetto lungo il tratto di mura restaurato, che sarà delimitata da una staccionata in legno». In merito alle altre opere pubbliche, l’assessore ha anche informato che è intenzione dell’amministrazione comunale dare in gestione la futura piscina, una volta completati gli ultimi lavori rimasti.

«Il terzo stralcio è terminato – spiega – e la vasca è pronta e stiamo definendo le complesse procedure per l’approvazione delle varianti e del collaudo finale». Per quanto riguarda la variante 205, da circa tre mesi sono state completate le procedure relative al collaudo tecnico-amministrativo delle opere sin qui eseguite. «Siamo quasi giunti – informa Proietti Scorsoni – alla conclusione per risolvere il contenzioso con l’Ati e quindi per poter procedere ad un nuovo appalto».

Per la Strada Mattia Giurelli, inserita nel Puc2, il Comune conta di aprire la strada che porta fuori dal nuovo parcheggio entro la fine dell’anno, salvo complicazioni. «Abbiamo previsto – puntualizza Proietti Scorsoni – circa 12mila euro per tagliare 12 alberi pericolosi, sostituire 30 metri di guard rail aggiungendo altri 10 metri, realizzare 80 metri di staccionata, eseguire interventi di manutenzione al manto stradale e all’illuminazione». In merito al parcheggio è alle viste un nuovo appalto da 140mila euro per l’ultimazione delle due piazzette sotto l’Abside di Sant’Agostino.

«In una delle due piazzette – spiega l’assessore – verranno ricavati 16 posti auto da riservare ai residenti. Tale intervento contiamo di definirlo tra la fine e l’inizio del nuovo anno. Nel frattempo verificheremo la possibilità di poter utilizzare lo spazio, in via provvisoria, anche quale parcheggio, magari per un numero inferiore di auto. Come percorso pedonale lo stiamo già utilizzando». Attenzione anche sulla viabilità della scuola materna, dal 7 gennaio scorso raggiungibile esclusivamente da Via Stylida.

«Durante l’estate – informa sempre l’amministratore – attueremo ulteriori interventi migliorativi grazie anche alla disponibilità e alla collaborazione dei tecnici della Provincia, proprietaria dell’area dove dobbiamo intervenire, fermo restando che per la viabilità definitiva dovremo attendere un nuovo finanziamento».

Anche lotta a truffe e ludopatie allo sportello consumatori Uncu-Comune

All’interno del palazzo comunale: offrirà servizi tradizionali e non solo

AMELIA (Terni) – Sarà un servizio a 360 gradi, che si occuperà di problemi legati alle bollette, alla telefonia e a banche ed assicurazioni ma anche di quelli sociali, in particolare di ludopatie e mediazione famigliare in caso di divorzi e separazioni. Lo sportello del consumatore, presentato stamattina in Provincia, sarà una struttura a servizio di tutti i cittadini di Amelia ed aprirà all’interno del palazzo comunale grazie all’iniziativa congiunta di Uncu (Unione nazionale consumatori Umbria) e amministrazione comunale.

Lo sportello è stato illustrato dal sindaco, Laura Pernazza, e Damiano Marinelli, presidente Uncu, e Annalisa Cannetto che sarà la referente amerina dello sportello. «Ogni martedì dalle 15 alle 17 – hanno spiegato Pernazza, Marinelli e Cannetto – i cittadini di Amelia potranno usufruire gratuitamente di un nuovo servizio che non si limita alle consulenze classiche ma svaria in molti altri campi, tra cui anche quelli della lotta al gioco d’azzardo, delle separazioni e divorzi e della tutela degli anziani dai tentativi di truffa che coinvolgerà anche le forze dell’ordine. Sarà un’esperienza importante che metterà un gruppo di professionisti a servizio della gente».

Amelia, riapre lo sportello per la tutela dei consumatori

Telefono

Offrirà consulenze sulle bollette di luce e gas, sulle problematiche con operatori telefonici o con istituti bancari, sulle truffe e non solo

AMELIA (Terni) – I dettagli saranno resi noti venerdì, durante un incontro pubblico cui parteciperanno il sindaco, Laura Pernazza, il presidente Unc Umbria, Damiano Marinelli, e Annalisa Cannetto, delegata Unc per la città. Ciò che è certo è che Amelia tornerà presto ad avere un suo sportello del consumatore. Ad aprirlo sarà l’Unione nazionale consumatori (Unc), che ai cittadini offrirà «consulenze sulle bollette di luce e gas, sulle problematiche con operatori telefonici o con istituti bancari ed assicurativi, in materia di truffe e di altri problemi».