Motori, GT Open: a Bucarest la Ferrari umbra sfiora il podio

Quinta gara del campionato International GT Open e quarto posto per la 488 GT3 del team RS Racing CDP guidata dal duo Di Amato-Bertolini. Si riprende a settembre a Silverstone

PERUGIA – Dopo tre podi consecutivi la Ferrari 488 GT3 del team RS Racing CDP si deve accontentare di un quarto posto a Budapest nella gara che segna il giro di boa del campionato International GT Open.

Andrea Bertolini, pilota ufficiale Ferrari Corse Clienti subentrato da questa gara all’ex F1 Andrea Montermini, parte dalla settima posizione in griglia e riesce a tenere a distanza gli agguerriti avversari nella prima parte di gara 1 permettendo al giovane Daniele Di Amato, campione in carica Ferrari Challenge Europa, di lottare per le prime posizioni. Un contatto di gara frena la rincorsa al podio dell’alfiere del team RS Racing CDP cosicché la Ferrari bianca e arancione brandizzata +Energia scende, per la prima volta in questa stagione, dai tre gradini più importanti del podio ottenendo comunque un buon quarto posto che consente ai piloti del team umbro di raccogliere punti importanti in ottica campionato.

Anche in gara 2 contatti al limite del regolamento impediscono al duo Di Amato-Bertolini di sfruttare al meglio la 488 GT3 preparata dai tecnici del team umbro RS Racing CDP. La trasferta in terra ungherese vede comunque Daniele Di Amato saldamente al quinto posto della classifica generale piloti a poche lunghezze dal campione del mondo GT Alessandro Pier Guidi che attualmente occupa la terza posizione. Andrea Bertolini, pluricampione GT e vincitore delle due 24 ore più famose al mondo, quella di Spa e quella di Le Mans, aiuterà Daniele Di Amato a scalare la classifica iridata anche nella prossima gara di Silverstone i primi di settembre.

Mille miglia, oggi pomeriggio il passaggio in Umbria: orari e percorso

Mille miglia. Repertorio

Ben 460 gli equipaggi che attraverseranno la regione

AMELIA (Terni) – È in programma oggi ad Amelia il passaggio dei 460 equipaggi della 1000Miglia che attraverseranno la città intorno alle 17 e 30. Per agevolare il transito locale e commerciale la Provincia di Terni, in coordinamento con il Comune, ha predisposto una serie di percorsi alternativi. L’ordinanza emanata dal settore viabilità dell’ente prevede, dalle 14 alle 22 e 30 di oggi che i mezzi con peso superiore a 3,5 tonnellate in percorrenza da Giove in direzione Amelia e viceversa si servano della deviazione dalla SP 31 alla SP 32 Pennese, poi sulla SP 48 Penna–Orte. Gli altri veicoli passeranno dalla SP 31 alla SP 85 per proseguire poi sulla SR 205 fino ad Amelia.

La 1000Miglia passerà su via Orvieto, davanti al museo Scuderia Traguardo dove le vetture verranno accolte da uno striscione di benvenuto. Saranno presenti una rappresentanza del corteo storico del Palio dei Colombi con le cinque contrade della città, e il gruppo Sbandieratori e Balestrieri (Armata Medievale) Città d’Amelia. In mostra statica, nei pressi del controllo a timbro, sarà possibile ammirare i mezzi d’epoca delle Forze dell’Ordine dell’associazione “Lampeggianti Blue”.

Il corteo sarà preceduto dal tributo alla gara Ferrari Mercedes con circa 130 vetture. All’arrivo della auto storiche, al momento del controllo a timbro, agli equipaggi verrà consegnata, da modelle vestite con abiti d’epoca, una confezione speciale di Fichi Girotti e uno scrigno di prodotti delle eccellenze del territorio. L’evento “L’Umbria Attende le 1000Miglia” si basa sulla promozione del territorio ed è stato realizzato grazie alla collaborazione tra i Comuni di Orvieto, Baschi, Guardea, Alviano, Lugnano in Teverina, Amelia, Orte, Bagnoregio e Montecchio. Dopo il passaggio della 1000Miglia, sfileranno le MG storiche del raduno internazionale MG.

1000 Miglia: tutto pronto per lo storico passaggio ad Amelia

100 Miglia

Anche un libro per ripercorrere la storia della grande corsa

AMELIA (Terni) – Passerà per Amelia toccando le mura poligonali la tappa Cervia-Roma della 1000 Miglia che attraverserà la città amerina il 17 maggio. Fra gli eventi di preparazione al passaggio delle auto d’epoca c’è anche la presentazione del libro di Fabio di Pasquale “Cronaca della corsa più bella del mondo – Diario delle cronache dell’epoca, edizioni dal 1927 al 1940” in programma sabato 12 maggio, alla sala Boccarini. L’iniziativa è promossa dalla squadra corse Museo Traguardo e Museo Taruffi, dalla Rete dei piccoli musei di Umbria e Lazio e da Umbria e Cultura con il patrocino del Comune di Amelia. L’incontro con l’autore sarà preceduto alle ore 16 e 30 dalla proiezione del film “La Mille Miglia storica 1927-1957”.

A condurre l’incontro sotto forma di intervista sarà la giornalista Benedetta Tintillini, responsabile della testata web Umbria e Cultura, mentre Umbro Passone, direttore del museo Scuderia Traguardo di Amelia illustrerà il passaggio ad Amelia della 1000 Miglia. Il volume, stampato in copie numerate in tiratura limitata, è una grande raccolta, una rassegna stampa che riunisce gli articoli pubblicati sulla corsa dal 1927, anno della sua prima edizione, fino al 1940, anno in cui l’evento si interruppe a causa della Seconda Guerra Mondiale per riprendere poi nel 1947.

Il libro è il risultato di una paziente e caparbia ricerca, una caccia al tesoro che ha portato Fabio Di Pasquale nelle biblioteche, dai rigattieri e nelle librerie. Il risultato è una raccolta delle cronache delle 24 edizioni, la prima mai pubblicata. «Il libro vuole essere anche un omaggio al giornalismo italiano – afferma Di Pasquale – quando occhi, orecchie, mano e pensiero erano gli unici strumenti per descrivere l’evento. Ancora oggi, a tanti anni di distanza, è possibile, leggendo quelle righe, sentire gli odori, percepire i colori e le atmosfere di quei giorni leggendari».

Fabio di Pasquale è nato a Narni nel 1969 ed è socio della Scuderia Traguardo. Dopo aver lavorato 25 anni nell’edilizia inizia nel 2012 una collaborazione con aziende che si occupano di infrastrutture per auto elettriche, dato il periodo di grande fermento nell’ambito del settore dell’automobile, che vede la ricerca focalizzata su nuove soluzioni per ridurre le emissioni nocive. Dal 2013 si fa promotore, a titolo gratuito, di interventi informativi presso alcuni Istituti Scolastici per sensibilizzare le nuove generazioni su questo tema di estrema importanza. Dal 1984 conduce, nel suo tempo libero, una lunga ricerca nel settore dell’automotive scoprendo gli enormi passi avanti del settore automobilistico in termini di performance tecniche, energetiche, comfort e sicurezza.

Autodromo dell’Umbria, i risultati del weekend e il debutto in pista dell’attore Marco Bocci

Gare mozzafiato nella BMW 318 Racing Series, e che rimonta in gara 1 per il marito di Laura Chiatti. Tanti i giovani al via

MAGIONE (Perugia) – Un fine settimana davvero ricco è andato in scena all’Autodromo dell’Umbria, che ha visto l’inaugurazione della stagione 2018 con la BMW 318 Racing Series, il Trofeo Italia Storico per auto da corsa antiche, il Campionato Italiano Bicilindriche e il prestigioso Ferrari Club Italia con i clienti sportivi al volante delle inimitabili Rosse. L’attesa partenza della serie monomarca BMW che si svolge tutta al Borzacchini e che ha riscosso grande interesse da parte di molti piloti e preparatori, ha visto svolgersi un totale di quattro gare appassionanti e vivaci.

Nella Divisione A – quella riservata a piloti con un curriculum più “pesante”, vittoria in gara 1 per il romano Diego Alessi; la corsa ha da subito offerto un colpo di scena con l’assenza del poleman, Michele Parretta, per un problema al motore che lo ha abbandonato proprio in fase di partenza. Da lì, alacre lavoro del team Race4Win, che ha sostituito il propulsore permettendo alla vettura n.63 di tornare in pista per la seconda gara della stessa divisione. A podio anche il campione in carica, Riccardo Urbani (Speed Motor) e il grintoso Giordano Giovannini. In gara 2, con la griglia di partenza invertita, l’altro campione in carica, il sedicenne Filippo Bencivenni (Speed Motor), passato quest’anno in Divisione A, ha messo da subito a frutto l’esperienza del 2017 centrando una bella vittoria. Alle sue spalle un rimontante Parretta, assetato di “classifica” dopo la debalce di gara 1. Terzo l’eugubino Riccardo Rogari.

La Divisione B, per piloti meno esperti o esordienti, non ha lesinato spettacolo: nella prima delle due gare in programma vittoria senza contrasti per Rodolfo Funaro (ancora Scuderia Speed Motor), seguito da Federico Lilli e Lorenzo Luciani. Spettacolare esordio per l’attore umbro Marco Bocci, che dalla dodicesima posizione al via ha infilato una serie fitta di sorpassi chiudendo sesto. Meno fortunata per l’attore di fiction, marito di Laura Chiatti, la seconda corsa della divisione B, dove Bocci ha perso una serie di posizioni mentre si trovava a combattere per la testa. Protagonisti i giovani, con la vittoria di Federico “Kiko” Lilli, seguito da Paolo Spacchetti e Gianni Bellandi. Un plauso alla sedicenne romana Silvia Simoni, che ha chiuso in quarta piazza, lottando costantemente con i primi.

Fra le bellissime Ferrari del Ferrari Club Italia, manifestazione riservata ai clienti più sportivi della casa del Cavallino, vittoria del modello 458 Sp di Danilo Paoletti nel Trofeo SuperFast. Nel trofeo Ferrari Club Daytona a prevalere è stata la Ferrari 488 GTB di Roberto Sestini. Le due gare del C.I. Bicilindriche hanno visto rispettivamente la vittoria di Andrea Currenti (Fiat 500) e Pasquale Coppola (Fiat 500) con due corse affatto scontate. Il fitto plotone delle Bicilindriche, con ben 17 concorrenti, ha offerto vari cambi di posizione al vertice nell’arco dei dieci giri di ciascuna delle due gare in programma. Buona la prima per il rinnovato Trofeo Italia Storico, dove Giuseppe Bonifati (BMW 318 Is) ha prevalso nel Gruppo 4 e Giuseppe Covotta (su Fiat 128) ha tenuto a bada gli avversari del Gruppo 2. Tutte le classifiche di gruppo e di classe disponibili qui: https://bit.ly/2HA7Wqp

Mentre in pista si svolgevano le gare auto del ricco fine settimana motoristico, anche il mini circuito dedicato al motocross ha visto svolgersi la prima tappa del Trofeo Carpine Racing Team, organizzato dall’omonimo team magionese. L’appuntamento con la BMW 318 Racing Series e i suoi protagonisti torna ora il prossimo 27 Maggio, quando in pista ci sarà anche il Trofeo Italia Storico e i rinati Trofeo Alfa 33 e Barchetta Sport.

Autodromo dell’Umbria, tutte le corse del 2018. In pista anche Marco Bocci

Il pilota e attore Marco Bocci

Gli appuntamenti e le novità di quest’anno

MAGIONE (Perugia) – Martedì 24 aprile è stata presentata in conferenza stampa l’attività agonistica 2018 dell’Autodromo dell’Umbria ‘Borzacchini’. «Abbiamo alle spalle un anno di investimenti – ha esordito il presidente dell’Amub Spa Giorgio Aberton – non solo economici, con il rifacimento di gran parte del manto stradale della pista e di varie zone del paddock, ma anche in termini sportivi. Il nuovo Trofeo Bmw 318 Racing Series è il frutto di questo lavoro». «Anche il lavoro con la sicurezza stradale ha portato i suoi frutti – ha proseguito il presidente dell’Aci di Perugia Ruggero Campi –, la straordinaria esperienza del Driving challenge safety campus che si è svolto qui proprio oggi è una riprova. Infatti, portare in pista circa cinquanta ragazzi neopatentati di alcune scuole superiori di Perugia per una sfida sulla sicurezza stradale significa investire sul loro futuro».

Un plauso alle attività dell’Autodromo è arrivato anche dal sindaco di Magione Giacomo Chiodini, che ha particolarmente apprezzato l’iniziativa del Driving challenge safety campus, nonché le numerose attività che animano l’Autodromo: «La presenza di questo impianto sul territorio di Magione – ha sottolineato – è un notevole elemento di valore per il nostro Comune, non da ultimo con le piscine estive».

Infine, l’amministratore delegato di Amub Roberto Papini ha illustrato nel dettaglio il calendario sportivo auto e moto con le varie tipologie di gare: «Per noi è un momento importante questo – ha spiegato – . Il calendario è fitto e anche se la Federazione non ci ha concesso molte gare titolate siamo riusciti a comporre un calendario che piace ai nostri piloti e al nostro pubblico, con ben dodici gare auto, due Coppe Fmi moto e il prestigioso Civ Junior. Abbiamo coinvolto anche i principali organizzatori privati di gare auto italiane, inserendoli nei nostri week-end di gara; con le attività extra gare, solo nel 2017 abbiamo contato 2000 utenti che hanno raggiunto il nostro Autodromo. Non da ultimo, possiamo aggiungere che anche un team di Formula E ha disputato qui un test a porte chiuse, prima del Gran Premio di Roma».

«Infine – ha aggiunto Papini – quest’anno avremo una novità assoluta: il Campionato italiano Rallycross, una disciplina nuova in Italia ma apprezzatissima in tutta Europa, che conta già tanti appassionati. Una gara tra asfalto e sterrato che terrà tutti con il fiato sospeso in ben due appuntamenti». Fra gli intervenuti alla conferenza anche il prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, il Comandante Polizia stradale di Perugia Maria Antonietta Vinti, nonché la vicepresidente dell’Amub, Francesca Pasquino.

Le competizioni del 28 e 29 aprile

E proprio fra pochi giorni, sabato 28 e domenica 29 aprile, si entra nel vivo del calendario annunciato: si svolgerà infatti un ricco week-end di motori con il primo appuntamento stagionale della Bmw 318 Racing series, il Trofeo Italia storico per auto da corsa antiche, il Campionato italiano bicilindriche e il prestigioso Ferrari club Italia con i clienti sportivi al volante delle inimitabili Rosse.

Ben 14 auto prenderanno il via nella prima delle sette domeniche di gara della Bmw 318 Racing series, il doppio di quelle che hanno chiuso la stagione l’anno scorso. Tra queste, oltre ai due vincitori del 2017 Riccardo Urbani (divisione A) e Filippo Bencivenni (divisione B), che quest’anno saranno rivali diretti nella divisione A riservata a piloti più esperti, al volante della scuderia Speed motor anche la giovane kartista romana Silvia Simoni (già protagonista nella 318 Racing series l’anno scorso). Al via piloti esperti ed esordienti, tra cui Diego Alessi, Riccardo Rogari, Saverio Crea, Marco Giordi, Lorenzo Luciani e Michele Sabia, per citarne alcuni.

Su tutti spicca un nome d’eccezione, quello dell’attore umbro Marco Bocci (protagonista delle serie tv Romanzo criminale e Squadra antimafia). Bocci, sposato con l’attrice nativa di Magione Laura Chiatti, prenderà il volante della Bmw 318 messa a disposizione dalla Ad Motor di Perugia e sapientemente preparata dallo staff di Giampaolo Mariotti. C’è grande attesa per una sfida che si presenta davvero interessante.

Anche nelle altre categorie non mancheranno motivi di interesse: le Ferrari in pista per il Trofeo dedicato ai clienti sportivi del Ferrari club Italia porteranno a Magione vari modelli delle appassionanti auto di Maranello, impegnate in sfide di regolarità e velocità.

La gara del C.I. Bicilindriche offrirà ai cultori di queste piccole ma grintose vetture, già conosciute all’Autodromo dell’Umbria, la possibilità di cimentarsi nella loro gara davanti al pubblico umbro. Il Trofeo Italia storico sarà lo spazio agonistico dedicato alle auto da corsa più datate, in alcuni casi bolidi rari che hanno alle spalle significativi palmares.

Il programma del denso fine settimana inizierà con le prove ufficiali sabato: dalle 14.30 alle 16.30 il Ferrari club Italia, alle 16.45 e 17.05 rispettivamente le Divisioni A e B della BMW 318 Racing series, alle 17.25 il C.I. Bicilindriche e alle 17.55 il Trofeo Italia storico. Domenica le sette gare in programma più quelle del Ferrari Club Italia scatteranno a partire dalle 9 con l’ultimo semaforo verde alle 17.

Sicurezza stradale, a Magione torna il Driving challenge safety campus

A lezione di sicurezza stradale

All’Autodromo dell’Umbria lezioni teoriche e pratiche in pista con un occhio al motorsport

MAGIONE (Perugia) – Dopo aver esordito nel circuito di Vallelunga e fatto tappa in quello di Imola, il progetto ‘Driving challenge – Safety campus’ è tornato nella struttura in cui è nato e da cui è partito un anno fa, l’Autodromo dell’Umbria di Magione.

Qui, martedì 24 aprile, si è svolto infatti il terzo appuntamento stagionale della manifestazione promossa da Aci Vallelunga il cui obiettivo è quello di diffondere tra gli studenti la cultura della sicurezza stradale e la passione per l’automobilismo sportivo. Cinquanta ragazzi neopatentati hanno così avuto l’opportunità di partecipare a un corso di guida sicura di alto livello tenuto da istruttori professionisti.

«Cominciamo con la parte teorica – ha spiegato il responsabile operativo del progetto Renato Leporelli – durante la quale facciamo in modo che i ragazzi si interroghino sul loro stile di guida, facendo capire loro che determinati vizi al volante sono errati. Poi proponiamo esercizi pratici con i quali insegniamo loro come si gestisce la vettura per prevenire situazioni di emergenza».

Come nelle altre tappe, al termine di questi test, i venticinque di loro che dimostrano maggiore predisposizione al volante vengono selezionati e suddivisi in team da cinque che si sfidano in pista, a bordo di vetture sportive, «non sulla velocità – ha sottolineato Leporelli – ma sulla capacità di capire le dinamiche del veicolo, i suoi e i propri limiti». I giovani umbri si confronteranno poi, il 9 maggio, con le stesse modalità di lavoro di squadra, con i loro colleghi di Brindisi e con gli studenti dell’Università degli studi della Tuscia e del Campus di Ravenna dell’Università degli studi di Bologna, che hanno già partecipato alle precedenti tappe negli autodromi di Vallelunga e Imola.

«Sarà una finale bellissima – ha affermato Ruggero Campi, presidente dell’Automobile club di Perugia – dalla quale verranno fuori tanti testimonial della sicurezza stradale, veri e propri ambasciatori di una mobilità corretta e rispettosa degli altri. Grazie all’impegno messo in campo da tutti, infatti, sono sempre più i ragazzi che aderiscono al progetto. La speranza è poi quella di vedere alcuni di loro indossare casco e tuta e iniziare a praticare lo sport dell’automobilismo, naturale evoluzione della passione per il guidare bene». «Alcune volte – ha aggiunto Leporelli – si crede che il motosport sia pericoloso e che dia una cattiva immagine per la sicurezza. Noi, invece, vogliamo dimostrare che solo la pista, e non la strada, è il luogo dove si può andare veloce in tutta sicurezza, per noi e per gli altri».

«L’Autodromo dell’Umbria ha due mission – ha ricordato l’amministratore delegato della struttura Roberto Papini –, la promozione del motorsport e della sicurezza stradale. Il Driving challenge-Safety campus è un progetto estremamente innovativo che va appunto nella direzione di realizzare contemporaneamente entrambi questi obiettivi».

Motori, anche un team perugino nel prestigioso campionato Gt Open

FOTO | Debutto in pista il 14 e 15 aprile all’Estoril per la nuovissima Ferrari 488 Gt3 dell’Rs Racing team: a sostenere Amato e Montermini i meccanici della concessionaria Cdp De Poi

CORCIANO (Perugia) – Dopo il successo dello scorso anno con il pilota Daniele Di Amato nel Ferrari Challenge Europa, la Cdp De Poi, concessionaria Ferrari per l’Umbria, si appresta a vivere una nuova sfida. Quest’anno, infatti, supporterà il neonato team Rs Racing nel prestigioso Campionato Gt Open dove una coppia di piloti di tutto rispetto, Daniele Di Amato e Andrea Montermini, porteranno in pista la nuovissima Ferrari 488 Gt3.

Nel fine settimana del 14 e 15 aprile il team Rs Racing-Cdp debutta all’Estoril nel campionato GT Open con l’equipaggio formato dal giovane Di Amato, campione romano del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli 2014 e 2017, e da Montermini, campione della serie internazionale nel 2008 e 2013 e con esperienze in Formula 1 negli anni ‘90. Il team Rs Racing-Cdp ha confermato solo questa settimana il suo equipaggio, pochi giorni dopo aver presentato la vettura, nella livrea arancione dello sponsor +Energia, in un luogo emblematico come il cortile di quella che fu la casa di Enzo Ferrari presso la pista di Fiorano.

Creato nel 2017 e con sede operativa a Perugia, Rs Racing è capitanato da Renato Di Amato e si presenta per la prima volta sulla scena delle gare Gt3 con una 488 nuova di zecca che ha testato a lungo, nelle settimane precedenti, a Fiorano, Mugello e Paul Ricard. La Cdp-De Poi fornirà al team RS Racing non solo un appoggio logistico, ma anche quello tecnico con la messa a disposizione di meccanici della concessionaria umbra che seguiranno questa importante sfida Ferrari contro concorrenti del calibro di Lamborghini, Bmw, Audi e Mercedes.

Il pilota di riferimento del team è Daniele Di Amato, 27enne romano che ha alle spalle una felice carriera nei trofei monomarca Ferrari e Porsche e ha conquistato il titolo nel Ferrari Challenge Europe nel 2014 e nel 2017. “Se si esclude una stagione nell’Italiano Gt nel 2015 con una F458 – commenta Di Amato –, la mia carriera si è sviluppata interamente nelle competizioni monomarca. Di conseguenza dovrò adattarmi a tante variabili nuove per me, come la strategia di gara e i pit stop, e farlo in una serie nuova, con macchina e team nuovi. Sarà una grande ma eccitante sfida e spero di far bene, contando anche sull’esperienza e i consigli di Andrea”.

Andrea Montermini non ha certo bisogno di presentazioni. A 53 anni, il ragazzo di Sassuolo torna nel GT Open, una serie dove può vantare il record di pilota più vincente grazie ai titoli conquistati nel 2008 e 2013 e alle 19 gare vinte. “È stata una chiamata dell’ultim’ora – ha spiegato l’ex pilota di Formula 1 –, ma che mi rende felice. È bello tornare alle gare vere e rimettersi in gioco dopo più di un anno di inattività. Conosco bene Daniele perché abbiamo lavorato insieme anni fa; è un giovane pilota veloce e di talento, sono sicuro che farà bene. Rs Racing-Cdp è una realtà nuova, certamente non paragonabile ai top team, ma con grandissimo potenziale perché il livello di professionalità e passione è altissimo. In quanto al mio ritorno nel Gt Open sono davvero felice di rientrare in una serie che trovo bellissima e che significa tanto per me”.

Il campionato si sviluppa in sette doppie gare: 14 e 15 aprile al Circuito do Estoril (Pt), 5 e 6 maggio al Circuit Paul Ricard, Le Castellet (Fr), 9 e 10 giugno al Circuit de Spa-Francorchamps (Be), 7 e 8 luglio a Hungaroring (Hu), 1 e 2 settembre al Silverstone Circuit (Gb), 22 e 23 settembre all’Autodromo nazionale di Monza (It) e 20 e 21 ottobre al Circuit de Barcelona, Catalunya (Es).

«La Cdp-De Poi – commentano dalla concessionaria – è orgogliosa di supportare questa nuova sfida Ferrari in uno dei campionati Gt più importanti del mondo senza però far mancare la sua presenza nel Ferrari Challenge Europa, monomarca al quale la squadra perugina partecipa da ormai 18 stagioni».

Ferrari Challenge, la Cdp-De Poi e il pilota Di Amato sfidano Imola

La scuderia umbra festeggia la 18esima partecipazione consecutiva al trofeo monomarca. Le gare del weekend del 7 e 8 ottobre

PERUGIA – Dopo aver raccolto un primo e un secondo posto sul circuito inglese di Silverstone, la 488 Challenge portata in pista dalla Cdp-De Poi concessionaria Ferrari per l’Umbria si appresta a vivere le gare del weekend del 7 e 8 ottobre, sullo storico circuito di Imola.

Daniele Di Amato, giovane pilota romano che quest’anno ha già ottenuto sette pole position, otto giri veloci in gara e ben sei vittorie, punta a far bene nella gara di casa dove se la vedrà con il suo rivale diretto l’austriaco Philippe Baron. Il Ferrari challenge è uno dei più prestigiosi monomarca a livello mondiale, nato 25 anni fa per portare in pista i clienti sportivi del Cavallino rampante. Il round di Imola è il sesto di un campionato articolato su sette prove: il format prevede due gare di 30 minuti, una il sabato e una la domenica, ciascuna preceduta dalla rispettiva sessione di qualifica, mentre le prove libere sono in programma nella giornata di venerdì. Come sempre, due le categorie previste: Trofeo Pirelli e Coppa Shell.

La Cdp quest’anno festeggia la sua 18esima partecipazione consecutiva al Ferrari challenge e grazie al giovane Daniele Di Amato si presenta alla gara di Imola in testa alla classifica piloti e sul podio per quanto riguarda quella a squadre. Dopo la gara di Imola ci sarà la grande festa Ferrari al Mugello il 28 e 29 ottobre; in questa occasione i partecipanti ai tre campionati, europeo, asiatico e americano, si sfideranno per decretare chi sarà il campione mondiale del Ferrari challenge 2017. Le gare di sabato e di domenica, entrambe alle 15.35, saranno trasmesse in diretta su Skysport.

Moto, Trofeo centro Italia: il finale di stagione a Magione

Nella categoria 1000 è Gianluca Fontanelli, in sella alla Kawasaki, a tenere la testa del campionato. Nella 600 invece è Yuri Noli (Moretti)

SPOLETO (Perugia) – Chiusura sotto la pioggia per la stagione 2017 del Trofeo centro Italia velocità, organizzato dal Moto club Spoleto, che ha portato rider e semplici amatori a saggiare il nuovo asfalto dell’autodromo dell’Umbria.

Nella categoria 600 i più veloci sono stati Tommaso Lorenzetti (Yamaha) il sabato, e Enrico Tognocchi (Suzuki) la domenica, ma a mantenere la testa del campionato è stato Yuri Noli (Moretti) che, con il terzo posto di sabato e il secondo di domenica, si aggiudica il Trofeo 2017. Per la categoria 1000, invece, il campionato va a Gianluca Fontanelli (Kawasaki), il più veloce di sabato.

Tre, le sessioni disputate in tutto a Magione: ad aprile, a luglio e a settembre. L’ultimo atto lo scorso weekend, quello dell’8, 9 e 10 settembre. Andato in scena congiuntamente ai trofei Malossi. Venerdì le prove libere sono state abbondantemente bagnate dalla pioggia. quando i centauri sono scesi in pista per le prove libere, che la domenica durante gara 2 e scontri tra scooter.

Domenica sono scesi in pista anche gli Amatori. Nella 600 ha avuto la meglio Aurelio Greco (Yamaha) che consolida il suo primato in classifica chiudendo primo il campionato 2017 mentre la 1000, che nel week end ha visto primeggiare Roberto Toti (Kawasaki), è andata a Massimiliano Cavicchioli (MV Augusta).