Sport, Coppa Italia bocce: a Perugia la spunta Milano

La manifestazione nel bocciodromo comunale di Pian di Massiano

PERUGIA – I più grandi campioni italiani delle bocce si sono dati appuntamento a Perugia, al bocciodromo comunale di Pian di Massiano, per la fase finale della Coppa Italia junior e senior di raffa che ha visto i trionfi, rispettivamente, dei comitati di Milano e Salerno. Una rassegna organizzata alla perfezione in Umbria, per la legittima soddisfazione di Umbro Brutti (presidente del Comitato regionale umbro di Federbocce) e Claudio Rossi (presidente del Comitato provinciale di Perugia di Federbocce).

«Non possiamo – dicono all’unisono Brutti e Rossi – che essere felici per aver avuto la possibilità di vedere all’opera tanti campioni». Buono il seguito di pubblico specialmente per la finale vinta 5-1 da Milano contro i campioni uscenti di Treviso, che a loro volta in semifinale avevano battuto i padroni di casa di Perugia. La compagine del selezionatore Marco Mattaioli ai quarti di finale ha superato Teramo prima di cedere appunto ai veneti. Per quanto riguarda gli juniores, il comitato di Perugia guidato dal selezionatore Alfio Berrettini ha invece ceduto al primo turno al team di Pesaro.

Alle premiazioni erano presenti il presidente nazionale di Federbocce Marco Giunio De Sanctis, il segretario generale di Federbocce Riccardo Milana, il consigliere federale di Federbocce Maurizio Andreoli, il presidente del comitato regionale umbro di Federbocce Umbro Brutti, il presidente del comitato provinciale di Perugia di Federbocce Claudio Rossi e l’assessore comunale di Perugia Cristiana Casaioli.

La classifica della ‘Coppa Italia Seniores’: 1) Milano; 2) Treviso; 3) Roma; 4) Perugia
Finale: Milano-Treviso 2-0
La classifica della ‘Coppa Italia Juniores’: 1) Salerno; 2) Bologna; 3) Cosenza; 4) Pesaro Urbino
Finale: Salerno-Bologna 1-0

“JuDonna”, le donne del judo: allenamento tutto rosa a Perugia

Più di 30 le ragazze presenti sul tatami del Sakura Judo Ponte San Giovanni

PERUGIA – Tutto rosa. E con successo, visti i numeri: più di 30 le ragazze presenti sul tatami, domenica, per l’allenamento al femminile che si è svolto nel dojo del Sakura Judo Ponte San Giovanni. Trenta ragazze che non hanno lesinato impegno e sudore.

Presenti tutte le allieve del corso JuDonna promosso dalla palestra ponteggiana, che insieme a quelle delle palestre amiche del Budokan San Mariano, del Fujisan, della J-Etic Judo di San Severino Marche, del Judo Fabriano, del Judo Foligno e del Cus Perugia hanno preso parte a due ore di intenso allenamento proposto per l’occasione dal maestro Roberto Sabatini coadiuvato dalla neo allenatrice Csen, Letizia Mencarelli, e dallo staff tecnico della società promotrice del progetto JuDonna che da tre anni vede il Sakura Perugia impegnato nella promozione del judo in rosa.

Una conclusione da applausi per una stagione che si è rivelata per la società di Ponte San Giovanni ricca di soddisfazioni e progetti per il futuro.

Bocce: a Perugia la Coppa Italia di Raffa

«Un evento straordinario che dà lustro alla regione». Il programma

PERUGIA – Tutto pronto per l’attesissima fase finale della Coppa Italia di bocce Senior e Junior in programma a Perugia nel fine settimana del 30 giugno-1 luglio. Gli otto migliori comitati d’Italia si sfideranno per accaparrarsi la coccarda tricolore sulle corsie della bocciofila ‘Città di Perugia’ a Pian di Massiano.

Gli otto comitati senior finalisti, che si sfideranno alla bocciofila ‘Città di Perugia’ e sugli altri impianti collegati (Sant’Erminio, Pallotta 2000, Ponte Felcino e Aper) sono Cosenza, Macerata, Messina, Milano, Perugia, Roma, Teramo e Treviso. Per gli Junior saranno rappresentati i comitati di Bologna, Cosenza, Frosinone, Milano, Perugia, Pesaro, Salerno e Verona. «Siamo davvero felici di poter ospitare un evento di questa importanza – ha commentato Umbro Brutti, durante la presentazione dell’evento –. Come comitato cercheremo di fare il massimo perché la rassegna sia organizzata nel miglior modo possibile. Vedere tanti atleti di spicco del nostro amato mondo delle bocce è davvero motivo di orgoglio».

«L’Umbria si conferma come regione sempre in prima linea dal punto di vista degli eventi sportivi – ha proseguito Domenico Ignozza, presidente Coni Umbria –. L’attività ferve e il segnale è sicuramente rilevante». Quindi il vicepresidente della Giunta regionale e assessore allo Sport, Fabio Paparelli: «Il rapporto con il territorio è fondamentale, e il veicolo sportivo è senza dubbio importantissimo per far conoscere la nostra regione in tutta Italia. In questo caso la Coppa Italia di bocce è senza dubbio un avvenimento che merita un plauso considerato il grande coinvolgimento di atleti e società».

Il programma della due giorni del 30 giugno-1 luglio prevede: venerdì (ore 14) apertura segreteria e accoglienza delegazioni, alle 17 presentazione della manifestazione e sorteggio alla bocciofila ‘Città di Perugia’. Sabato dalle 9 quarti di finale, dalle 16 le semifinali e alle 20.30 cena di gala. Domenica alle 9 le finali e a seguire le premiazioni.

Da sinistra Emanuele Prisco, Umbro Brutti, Marco Giunio De Sanctis, Fabio Paparelli, Domenico Ignozza
Da sinistra Emanuele Prisco, Umbro Brutti, Marco Giunio De Sanctis, Fabio Paparelli, Domenico Ignozza

 

Sport paralimpici, l’eugubino Ubaldo Cecilioni è campione italiano di Judo Fispic per la settima volta

Trionfo a Napoli nella categoria fino a 100 kg Senior

GUBBIO (Perugia) – L’eugubino Ubaldo Cecilioni ha conquistato il settimo titolo italiano di judo a Napoli, categoria fino ai 100 kg senior, presso la palestra Partenope, che lo scorso fine settimana è stata teatro dei campionati tricolori della Fispic (Federazione Italiana Sport per Ipovedentei e Ciechi) 2017/18 e Trofeo Partenope Fijlkam 2018.

Quattro erano gli atleti in categoria che si sono affrontati in un girone all’italiana. Cecilioni ha disputato per primo lo scontro diretto contro l’ipovedente Diego Polivincendo per hippon al golden score, oltre il tempo regolamentare, con l’immobilizzazione dell’avversario a terra. Un successo che gli è valso il titolo tricolore, il settimo consecutivo. Ubaldo ha poi affrontato gli altri due combattimenti contro altrettanti atleti normodotati per la conquista del Trofeo Partenope vincendo una partita e perdendo l’altra. Un risultato che però, ai punti, ha premiato l’ex azzurro paralimpico eugubino. Nella somma dei punteggi della classifica, infatti, Cecilioni è risultato primo anche nel Trofeo Fijlkam. Doppio successo per questo talentuoso atleta umbro.

Narni, la 15esima giornata nazionale dello sport si festeggia agli impianti sportivi Bertolini

Il programma

NARNI (Terni) – Atletica, tennis, mini volley ed alte attività sportive saranno al centro della 15esima edizione della Giornata nazionale dello Sport a cui il Comune di Narni aderisce. La manifestazione si svolgerà domenica prossima, a partire dalle 9, agli impianti sportivi Bertolini di Narni Scalo.

Attualmente, fa sapere l’amministrazione comunale, hanno dato la loro adesione, le principali società e associazioni sportive locali, tra le quali quelle di atletica, tennis e volley. «Abbiamo aderito con piacere e convinzione anche quest’anno – afferma l’assessore comunale alle attività sportive, Lorenzo Lucarelli – sicuri dell’importanza dello sport nelle giovani generazioni per comprenderne a pieno l’utilità e i benefici in termini di benessere e forma fisica».

Sport paralimpici, a Terni la sesta edizione di “Uniti nello sport per vincere nella vita”

Negli impianti sportivi di viale Trieste: basket, tennistavolo, bocce, tiro con l’arco, scherma, baseball, lancio del vortex…

TERNI – Basket in carrozzina, tennistavolo, bocce, tiro con l’arco, scherma, baseball per ipovedenti e lancio del vortex sono state le discipline che hanno animato oggi la tappa ternana della sesta edizione di “Uniti nello sport per vincere nella vita”, l’evento organizzato in Umbria dal Cip (Comitato Italiano Paralimpico) con il patrocinio ed il contributo della Regione Umbria.

L’evento di Terni si è svolto negli impianti sportivi di Viale Trieste di proprietà della Provincia, ente patrocinatore insieme al Coni dell’iniziativa. Una precedente tappa era stata già fatta a Passignano sul Trasimeno (11 maggio), mentre la terza si svolgerà il 6 ottobre a Perugia. L’appuntamento ternano ha coinvolto, come sempre, le scuole di ogni ordine e grado e le associazioni sportive

Hanno portato i saluti Benito Montesi, presidente del Panathlon Terni, Pietro Pallini, presidente dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport di Terni e della Polisportiva Bosico, Gianluca Tassi, presidente Cip Umbria, Luca Panichi, vicepresidente Cip Umbria, Tommaso Strinati, delegato Cip Terni, Donatella Venti e Maurizio Agrò, rispettivamente, direttrice dell’area tecnica e dirigente del settore sport della Provincia di Terni, e Stefano Lupi, delegato provinciale del Coni Umbria.

Tassi ha ringraziato Strinati per l’impegno profuso nell’organizzazione della tappa e ha dichiarato: “Siamo presenti per la prima volta a Terni. Il nostro auspicio è quello di poter sviluppare gli sport paralimpici sul territorio. È importante farlo, soprattutto per chi diventa disabile dopo un trauma e deve trovare la forza di reagire. È dimostrato che in questi casi lo sport aiuta”.

Sport paralimpici, “Uniti nello sport per vincere nella vita” fa tappa a Terni

I dettagli e le date dell’evento organizzato dal Cip (Comitato italiano paralimpico) Umbria

TERNI – 28 maggio – Sarà Terni quest’anno una delle tre tappe umbre del programma della sesta edizione di “Uniti nello sport per vincere nella vita”, l’evento organizzato dal Cip (Comitato Italiano Paralimpico) Umbria con il patrocinio ed il contributo della Regione Umbria. Lo step di Terni sarà celebrato giovedì 31 maggio negli impianti sportivi di Viale Trieste di proprietà della Provincia di Terni, ente patrocinatore insieme al Coni.

Una precedente tappa è stata già fatta a Passignano sul Trasimeno (11 maggio), mentre la terza si svolgerà il 6 ottobre a Perugia. Stamattina in una conferenza stampa in Provincia è stato presentato l’appuntamento ternano che e coinvolgerà, come sempre, le scuole di ogni ordine e grado e le associazioni sportive e che presenterà numerose discipline: basket in carrozzina, sitting volley, tennistavolo, orienteering, bocce, handbike, calcio a 5, arrampicata sportiva, tiro con l’arco, tiro a segno con pistola elettronica, scherma e basball per ipovedenti.

Ad illustrare il programma c’erano il delegato Umbria del Cip Jacopo Tommaso Strinati, il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, il rappresentante del Coni Umbria, Moreno Rosati ed altri rappresentanti di enti ed associazioni. Il presidente Lattanzi ha fatto gli onori di casa ed ha ringraziato il Cip, le scuole e gli altri enti a vario titolo collaborano “per essere riusciti – ha detto – a portare a Terni una manifestazione che ha un altissimo valore sociale e di solidarietà, oltre che sportivo.

Questa manifestazione è un valore aggiunto per aumentare il senso di comunità della nostra terra e per far crescere il piacere di fare sport e amicizia”. Strinati, Rosati e gli altri ha ricordato l’importanza dei valori dello sport, tra cui quelli competitivi e sociali, non solo per il singoli individui ma anche per le famiglie che si trovano a vivere con una persona disabile in casa. Il tema scelto quest’anno è educare ad una cultura innovativa attraverso lo sport, che ha un ruolo fondamentale nel forgiare l’identità delle persone e nel contribuire al rafforzamento dell’intera società civile.

«L’obiettivo – ha infine sottolineato Strinati – è quello di far conoscere gli sport paralimpici, socializzare e far stare insieme individui abili e disabili. Possiamo parlare quindi di sport integrato. Sarà certamente una bella giornata quella di giovedì e ci auguriamo che vengano tantissime persone».

Tiro a volo, mille atleti in Umbria per gli Europei di Sporting e combinato

La Fitasc ha assegnato al Tav Piancardato di Collazzone i due campionati di specialità: le date delle gare e come assistere

PERUGIA – Gli amanti del tiro sportivo sembrano aver scelto l’Umbria e i suoi paesaggi come mete preferite dove poter praticare al meglio la loro passione. Dopo il successo dei Campionati del mondo di Sporting 2016, infatti, il Tiro a volo Piancardato di Collazzone è stato selezionato nuovamente dalla Federazione internazionale di tiro con armi sportive da caccia (Fitasc) per ospitare due nuovi grandi eventi.

Oltre Collazzone, a essere coinvolte negli eventi saranno anche le due città limitrofe di Todi e Gualdo Cattaneo: nel centro storico della prima, mercoledì 6 giugno, si svolgerà la cerimonia inaugurale del campionato Sporting, mentre nella seconda, giovedì 28 giugno, si terrà l’apertura del campionato di Tiro combinato. Nella struttura presieduta da Marsilio Palermi si svolgeranno, così, dal 7 al 10 giugno il 51° Campionato europeo di Sporting e dal 29 giugno al primo luglio l’11° Campionato europeo di Tiro combinato. Una vetrina decisamente importante per tutto il territorio regionale visto che sono attesi complessivamente quasi mille atleti provenienti da circa trenta Paesi europei con famiglie e staff tecnici.

Il programma delle due manifestazioni è stato presentato lunedì 21 maggio a Perugia nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti Fabio Paparelli, assessore allo sport della Regione Umbria, Gianfranco Chiacchieroni, consigliere regionale dell’Umbria, Roberto Bertini, vicepresidente della Provincia di Perugia, Aurelio Forcignanò, vicepresidente del Coni Umbria, Ermanno Cicioni, delegato regionale della Federazione italiana tiro a volo, Augusto Morlupi, assessore allo sport del Comune di Collazzone, Andrea Pensi, sindaco di Gualdo Cattaneo, Antonino Ruggiano e Claudio Ranchicchio, rispettivamente sindaco e assessore a sport e turismo del Comune di Todi.

«In poco meno di un mese – ha commentato Paparelli – ben due manifestazioni europee di altissimo livello con tantissimi partecipanti da tutta Europa. Si conferma, insomma, la validità del binomio sport e turismo che dà un’ulteriore spinta alla ripresa della nostra regione dopo gli eventi sismici”. “La decisione della Fitasc – hanno sottolineato Forcignanò e Chiacchieroni – è un premio allo spirito d’iniziativa di un’associazione del territorio come il Tav Piancardato e al lavoro di squadra compiuto dal movimento sportivo, dalle istituzioni e dai privati. Insieme riusciamo a dare un’immagine di un’Umbria ospitale che assicura qualità nell’organizzazione e nell’accoglienza».

Gli atleti dello Sporting si sfideranno su trentadue postazioni in otto campi gara tutti diversi tra loro, sia nell’ambientazione che sul piano tecnico. Otto saranno le postazioni sulle quali si effettueranno le prove libere e quelle ufficiali in programma dal 2 al 6 giugno. Atleti e appassionati potranno inoltre avere a disposizione quattro campi sui quali provare i migliori fucili al mondo dei diversi produttori italiani. Per la disciplina del Combinato gli atleti si sfideranno su sei campi gara tutti concentrati nella struttura del Tav Piancardato.

«La riuscita del Mondiale 2016, nato quasi per scommessa – ha ricordato Palermi –, ci ha permesso di proseguire nella strada intrapresa. Addirittura, ci è stato assegnato il Tiro combinato, una disciplina nuova, per la prima volta in Italia, che si svolge con armi rigate e a canna liscia sparando a piattelli e sagome. Stiamo coinvolgendo tutte le strutture ricettive e i ristoranti perché ci sarà un notevole afflusso e ci teniamo a far conoscere il nostro territorio e i nostri sapori».

A Umbertide si gioca a baskin e si fa solidarietà: raccolti più di 2mila euro

L’iniziativa di Bc Fratta e Pallacanestro femminile Umbertide in favore del progetto promosso dal Campus Leonardo Da Vinci

UMBERTIDE (Perugia) – Si chiama baskin ma si legge sport, inclusività e questa volta, grazie a chi c’era, si legge pure solidarietà. Perché i ragazzi e le ragazze che sabato scorso si sono sfidati in amichevole nella palestra del campus ‘’Leonardo da Vinci’’ di Umbertide – da un lato la squadra del liceo, dall’altro quella composta da giocatori del Bc Fratta e dalle atlete della Pallacanestro femminile Umbertide – avevano un unico obiettivo: raccogliere fondi a sostegno del progetto baskin, sport pensato per permettere a normodotati e disabili di giocare insieme, costruire rapporti, rafforzare le identità e le coscienze di chi lo pratica.

Obiettivo decisamente raggiunto. Al termine della partita Bc Fratta e Pallacanestro femminile Umbertide hanno consegnato ai responsabili del Campus, in sostegno del progetto baskin, un assegno di 2.550 euro: frutto di iniziative sul territorio e della vendita di calendari realizzati proprio per raccogliere fondi da destinare alla causa. L’evento, nato grazie al contributo della Fondazione Mòveo e delle due società cestistiche umbertidesi, è stato sostenuto anche dal Comune e dal Duchenne parent Project. Presenti all’iniziativa i presidenti, Lucio Rondini del BC Fratta e Paolo Betti della PFU.

Gubbio, al quarto anno di liceo ma è già una promessa: convocato in Nazionale

È Nicolò Pencedano, studente del liceo scientifico sportivo Mazzatinti. Marinangeli: «Non vediamo l’ora che ritorni, per festeggiarlo»

 

GUBBIO (Perugia) – Il ciclismo, non è solo quello che si vede in tv e che passa per la verde Umbria, ma quello sudato e corso davvero, che permette ad una sua giovane promessa di correre sulle due ruote verso traguardi di ampio respiro. È la gioia, e la vittoria, del polo liceale “G.Mazzatinti”. E in modo particolare è la vittoria dell’indirizzo sportivo, quella che vede Nicolò Pencedano, brillante studente del quarto liceo scientifico sportivo, tagliare sulle due ruote uno dei primi traguardi importanti.

Nicolò è stato convocato dal coordinatore delle squadre nazionali maschili, su indicazione del commissario tecnico, per prendere parte con la nazionale al Tour du Pays de Vaud, prova di Coppa delle Nazioni Juniores, prevista in Svizzera dal 24 al 27 maggio. Una grandissima soddisfazione per tutta la scuola, che aspetta ora il risultato di questa avventura elvetica, di Nicolò accompagnato dal tifo e dall’incitamento di tutti i suoi compagni, degli insegnanti, del personale tutto e della Dirigente Marinangeli.

«Lo aspettiamo al suo ritorno, per festeggiarlo», ha dichiarato la dirigente Marinangeli. «Il liceo sportivo, con le sue eccellenze, e Nicolò è una di queste, si conferma la scuola più adeguata per chi vuole coniugare l’attività sportiva con lo studio serio e rigoroso».