Un nodo blu contro i bulli

7 Febbraio 2020

«Un monito rivolto a noi adulti per non abbassare mai la guardia nella difesa dei nostri piccoli concittadini»

UMBERTIDE (Perugia) – Un gesto significativo per dire basta al bullismo a scuola e al cyberbullismo.

Advertisement

In occasione della Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo istituita dal Ministero dell’Istruzione, nella mattinata di venerdì 7 febbraio, il sindaco Luca Carizia ha ricevuto dai bambini delle classi quinte della scuola primaria “Giuseppe Garibaldi” un grande nodo blu, simbolo della campagna del Miur. Il nodo è stato realizzato dai giovani studenti che frequentano l’ultimo anno delle scuole primarie del I Circolo e riporta le sagome in miniatura e i nomi dei piccoli studenti delle quinte della “Garibaldi” e della primaria di Pierantonio. Ogni sagoma è stata arricchita con una riflessione sul bullismo rivolta a tutta la comunità umbertidese.
Il nodo blu è stato quindi appeso sul portone d’ingresso del municipio, come simbolo da parte dell’Amministrazione Comunale di un’assunzione di responsabilità, di un impegno da evidenziare a tutta la cittadinanza e da tradurre in gesti e provvedimenti concreti volti a contrastare un fenomeno che produce sofferenze profonde.

«Questo nodo è un monito rivolto a noi adulti in generale e a noi amministratori in particolare per non abbassare mai la guardia nella difesa dei nostri piccoli concittadini – afferma il sindaco Carizia – Il bullismo e il cyberbullismo sono due grandi problemi della nostra epoca e quindi spetta a noi come Comune, con l’aiuto della comunità scolastica, delle famiglie e di tutta la cittadinanza, sostenere iniziative e promuovere azioni che devono sradicare questi fenomeni».

Advertisement