Advertisement

Ruba un portafogli e ora rischia sei anni di carcere

14 Febbraio 2020

Denunciato un 48enne di San Giustino

SAN GIUSTINO (Perugia) – Ha rubato un portafogli, ha preso soldi e ha tentato di ritirare contante con il bancomat e ora rischia una condanna fino a sei anni di carcere.

Advertisement

È il risultato di un’operazione dei carabinieri della Stazione di San Giustino, che nei giorni scorsi hanno denunciato per ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito, alla procura della Repubblica di Perugia, un 48enne del luogo. L’attività di indagine è conseguita a una denuncia di furto, presentata da un 64enne di Sansepolcro. L’uomo, infatti, dopo aver trascorso una serata al kartodromo di San Giustino, si era reso conto di non aver più con sé il portafogli che custodiva all’interno della tasca del giubbotto, lasciato inavvertitamente incustodito per qualche minuto. Neppure l’immediato intervento dei carabinieri aveva avuto l’esito sperato, poiché il controllo effettuato dai militari aveva consentito di rinvenire il portamonete, dal cui interno era risultato però mancare sia il bancomat che denaro contante.

Nei giorni successivi, tuttavia, gli approfonditi accertamenti effettuati dai carabinieri di San Giustino hanno consentito di accertare un tentativo di utilizzo del bancomat a uno sportello della BCC di San Giustino. Acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza, di cui tutti gli apparati bancomat sono forniti, i carabinieri hanno pertanto avuto modo di riconoscere, nel volto dell’uomo che aveva tentato il prelievo, il 48enne già conosciuto ai militari per i suoi innumerevoli precedenti penali, e di denunciarlo quindi per di ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito, reati che prevedono fino ad un massimo di 6 anni.

Advertisement