Advertisement

Lo studioso umbro divenuto Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica

4 Febbraio 2020

Professore ordinario all’Università degli Studi di Perugia, insignito dell’onorificenza per «il suo impegno nel campo della ricerca e della cultura»

PERUGIA – Il professor Alessandro Campi, Professore ordinario di Scienza politica e Relazioni internazionali dell’Università degli Studi di Perugia, è stato insignito dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il suo impegno nel campo della ricerca e della cultura. Il riconoscimento è stato conferito motu proprio dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Advertisement

Allievo di Gianfranco Miglio e Ernesto Galli della Loggia, il professor Campi insegna presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Perugia. Nel 2010 ha fondato il trimestrale “Rivista di Politica”, del quale è direttore. E’ editorialista dei quotidiani “Il Messaggero” e “Il Mattino”.

Come studioso, ha dedicato particolare impegno alla figura di Niccolò Machiavelli. E’ stato l’ideatore della ‘Enciclopedia Machiavelli’ pubblicata dalla Treccani e ha organizzato le grandi mostre svoltesi a Roma, New York, Washington e Seoul in occasione dei cinquecento anni del “Principe”. Si è anche dedicato allo studio dei regimi autoritari del Novecento, dell’idea di nazione, del populismo politico, del fenomeno del complottismo e, sul piano della storia del pensiero politico, alla tradizione del ‘realismo politico’, curando le opere di autori quali R. Aron, J. Freund, G. Mosca, C. Schmitt, H. J. Morgenthau, E. H. Carr, ecc. I suoi libri sono stati pubblicati in inglese, francese, polacco e spagnolo. Ha tenuto corsi e conferenze in Argentina, Francia, Spagna, Ungheria e Polonia.

L’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana si aggiunge ai diversi riconoscimenti ottenuti di recente dal professor Campi. Nel 2018 l’Academie des Juex Floraux di Tolosa, la più antica Accademia letteraria di Francia, gli ha conferito il Prix Yves Barthez per la pubblicazione in francese del suo volume sulle congiure nel Rinascimento.

Nelle settimane scorse, il think thank di politica internazionale “Il Nodo di Gordio” gli ha invece conferito il Premio Minotauro 2019 per i suoi studi nel campo delle scienze politiche e sociali.

Advertisement