Advertisement

Litiga con la fidanzata e aggredisce i carabinieri: fermato con lo spray

2 Febbraio 2020

I controlli dei carabinieri

CORCIANO (Perugia) – Litiga con la fidanzata e poi aggredisce i carabinieri minacciandoli anche di morte e danneggiando l’auto di servizio.

Advertisement

È successo durante i controlli dei militari dell’Arma di Perugia. La scorsa notte, infatti, i carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Perugia hanno arrestato, in flagranza dei reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato, un cittadino romeno, di 22 anni, residente a Corciano, disoccupato, già noto alle cronache giudiziarie locali. In particolare, i militari sono intervenuti in un’area verde di Ellera, dove avevano notato una violenta lite tra un ragazzo e la sua compagna. Giunti sul posto, il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica, si è scagliato con grande rabbia contro i carabinieri, sferrando calci e proferendo minacce di morte, prima di essere neutralizzato, non senza difficoltà, anche mediante l’utilizzo dello spray urticante.

Il giovane, inoltre, dopo essere stato fatto salire a bordo dell’autovettura di servizio per essere accompagnato in caserma, ne ha danneggiato persino lo sportello, colpendolo ripetutamente. L’arrestato ha rifiutato ogni prestazione sanitaria, mentre un vicebrigadiere dell’Arma, accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, ha ricevuto una prognosi di 5 giorni per i traumi riscontrati. All’esito della celebrazione del rito direttissimo, il giudice dopo aver convalidato l’arresto ha applicato al giovane la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Advertisement
Advertisement