Advertisement

Quarantamila euro di droga nascosti sotto un albero

21 Gennaio 2020

Spoleto, due giovani nei guai

SPOLETO (Perugia) – I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Spoleto hanno arrestato un cittadino albanese, incensurato, di 23 anni, e collocato in una comunità un connazionale diciassettenne, poiché ritenuti responsabili di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.

Advertisement

I militari, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti negli scorsi giorni hanno notato due giovani che, dopo essere scesi da un’auto, si sono avvicinati a un albero in aperta campagna per tentare di recuperare qualcosa di non meglio definito. Insospettiti dal loro atteggiamento i carabinieri hanno deciso di procedere a un controllo: i due, alla vista dei militari, si sono dati immediatamente alla fuga, prima a bordo della vettura e poi a piedi nelle campagne adiacenti. Dopo un inseguimento sono stati entrambi raggiunti e fermati.

La successiva ispezione della zona, in cui i fermati si erano recati, ha consentito agli investigatori di scoprire che i due giovani avevano tentato di recuperare circa 300 grammi di cocaina (parte dei quali già suddivisi in circa 60 singole dosi) oltre a materiale per il taglio, la pesatura ed il confezionamento della sostanza. Per il maggiorenne si sono quindi aperte le porte della casa di reclusione di Spoleto mentre la posizione del minore è stata immediatamente posta all’attenzione del Tribunale per i minorenni di Perugia che, su richiesta del procuratore, ha disposto la misura cautelare del collocamento in comunità.

Lo stupefacente sequestrato, se venduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare oltre 40mila euro.

Advertisement