Advertisement

Lotta al cancro, Silvana Benigno diventa cavaliere al merito della Repubblica

19 Gennaio 2020

Alla mamma-coraggio di Città di Castello l’importante onorificenza. Le parole dei sindaci Bacchetta, Paladino, Fratini e del vescovo Cancian

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Silvana Benigno, la donna che da tempo affronta una dura battaglia contro il cancro, riceverà l’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Advertisement

Lo ha comunicato la prefettura di Perugia, che ha confermato l’inserimento del suo nome tra le prossime nomine, per premiare mamma-coraggio per la sua lotta determinata contro il cancro e per l’impegno profuso fino ad ora per sostenere la ricerca della Fondazione Ieo-Ccm di Milano.

«La notizia del conferimento dell’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica Italiana a Silvana Benigno, ci riempie di orgoglio e soddisfazione. Silvana, fin dal primo momento in cui con coraggio e determinazione ha affrontato la sua vicenda personale e riversato tutte le forze e impegno a favore della ricerca contro il cancro attraverso mille iniziative di grande successo, ha rappresentato e rappresenta per tutti noi e per le comunità locali dove vive e opera con instancabile abnegazione, un simbolo, un punto di riferimento per tenere sempre accesa la fiammella della speranza e sostenere chi si trova in prima linea ad affrontare queste difficili situazioni». È quanto dichiarato in maniera congiunta dai sindaci di Città di Castello, San Giustino e Citerna, Luciano Bacchetta, Paolo Fratini ed Enea Paladino. «Da quando ha iniziato la sua battaglia, ammirevole e senza sosta, affiancata dal marito Fabrizio, dalla figlia Federica, da familiari, parenti e tanti amici, anche le istituzioni gli sono vicine per sostenerla sempre in questa sua vera e propria missione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica in favore della la ricerca. Un sentito ringraziamento al Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia e a tutti coloro che a vari livelli fino al Consiglio dei Ministri, hanno seguito l’iter procedurale che ha portato al raggiungimento di questo importante obiettivo con l’assegnazione del prestigioso titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Forza Silvana, la tua battaglia è anche la nostra, siamo orgogliosi e fieri di avere fra noi una persona bella e straordinaria come te. Grazie», hanno concluso Bacchetta, Fratini e Paladino.

«Il riconoscimento importante conferito a Silvana Benigno, che da tempo sta combattendo con grande coraggio e fede la propria battaglia contro la malattia – ha dichiarato il vescovo Domenico Cancian -, è il giusto tributo istituzionale per una donna, una mamma che assieme alla propria famiglia porta avanti una esemplare opera di sensibilizzazione nei confronti della ricerca contro il cancro. Silvana é in prima linea nel lanciare messaggi di speranza attraverso iniziative di grande valenza sociale. La nostra preghiera la accompagnerà ancora in quella che é la battaglia di tutti per un futuro di speranza e solidarietà».

Advertisement