Advertisement

La Befana è atterrata al Chianelli per la gioia dei piccoli pazienti

6 Gennaio 2020

Immagini che fanno bene al cuore. Le calze realizzate dalle detenute di Capanne e tanti regali per i bimbi di Oncoematologia

PERUGIA – Anche quest’anno la Befana è atterrata al Residence Daniele Chianelli, con una valanga di sorprese e tanti amici che hanno voluto festeggiare insieme ai bambini malati ospiti della struttura e ricoverati al reparto di Oncoematologia pediatrica.

Advertisement

Non è mancata la collaborazione, che dura ormai da moltissimo tempo, con la simpatica vecchietta del Cral, Circolo dipendenti Perugina che ogni anno portano dolci e allegria. Come da tradizione si è anche tenuto il bellissimo concerto organizzato dalla Università della Terza età che come ogni anno oltre ad allietare i presenti con il suo coro, devolve al Comitato una generosa donazione. La graditissima novità di quest’anno è stata la partecipazione della polizia penitenziaria. Una rappresentanza guidata dalla direttrice Bernardina Di Mario e dal comandante Fulvio Brillo che hanno consegnato calze realizzate dalle detenute della Casa Circondariale di Capanne e hanno raccolto un contributo per il nuovo Residence. Molto emozionata la direttrice di Betto ha ringraziato per questa bella collaborazione.

«Quando le detenute – ha detto – hanno saputo di questa iniziativa hanno voluto dare il loro contributo con grande generosità. Anche da noi ci sono momenti duri, ma anche di grande umanità». Oltre alle calze i bambini hanno potuto divertirsi con la grotta dei desideri, in cui ciascuno poteva scegliere un regalo donato da parte dello staff della Piscina comunale Virtus Buonconvento di Castiglione del Lago e da parte della Oleam di San Gemini e tanti bellissimi libri di favole messi a disposizione dall’associazione Clizia.

Advertisement
Advertisement