Advertisement

Guida senza patente e alcol e droga al volante: lotta alle strade killer

13 Gennaio 2020

I controlli della polizia nel fine settimana. E c’è pure una multa da oltre 5mila euro

PERUGIA – In un periodo in cui la cronaca purtroppo racconta sempre più spesso di incidenti, anche mortali, causati da alcol e droga al volante, appaiono determinanti i controlli sulle strade.

Advertisement

Come i servizi di controllo straordinario, finalizzati appunti a contrastare il fenomeno delle stragi sulle strade determinati da abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, che spesso vedono coinvolti giovani e giovanissimi, eseguiti nel fine settimana dalla polizia. Nell’ambito del servizio svolto nella notte tra sabato e domenica sono state impiegate le pattuglie della Polizia Stradale, con l’ausilio specialistico di personale medico infermieristico dell’Ufficio Sanitario Provinciale della polizia di Stato, di una pattuglia della questura di Perugia e di una unità cinofila della questura di Ancona, ottenendo i seguenti risultati: sono stati controllati 30 veicoli e 35 persone. Di queste, quattro sono state fermate alla guida sotto l’influenza di alcolici, uno è risultato anche positivo agli stupefacenti.

Per violazioni al Codice della Strada sono state ritirate quattro patenti, 2 carte di circolazione e decurtati complessivamente 49 punti.

Per 3 dei 4 conducenti sorpresi alla guida del veicolo in stato di ebrezza alcolica, avendo superato il limite di 0,8 grammi di alcol per litro di sangue, si procederà alla denuncia alla procura della Repubblica, mentre per il quarto (che ha superato la soglia di 0,5 g/l,) si provvederà alla segnalazione al Prefetto di Perugia per i provvedimenti di competenza.

Analoga segnalazione alla prefettura di Perugia, per uno dei predetti conducenti, un cittadino italiano 39enne, il quale è risultato positivo sia all’alcol test che come assuntore di sostanze stupefacenti tipo cannabis e cocaina. nella sua auto, inoltre, sono stati trovati 1,45 grammi di cannabis, sostanza sequestrata e per la quale si è in attesa di riscontro dal Centro Clinico Tossicologico forense della Polizia di Stato di Roma.

La polizia sottolinea anche come tra i 4 conducenti sorpresi alla guida in stato di ebrezza alcolica è ricompreso anche un cittadino ecuadoregno quarantenne che si è reso responsabile di incidente stradale sul raccordo A/1 in carreggiata ovest nella località di Passignano sul Trasimeno, per poi darsi alla fuga. Rintracciato qualche chilometro più avanti, dove si era fermato in una piazzola di sosta, è stato sottoposto agli accertamenti del caso mediante l’utilizzo dell’etilometro, che dava esito positivo in quanto il tasso riscontrato era superiore a 1.50 g/l, dunque oltre 3 volte il limite consentito. L’uomo è stato denunciato, con ritiro della patente, oltre al sequestro e fermo amministrativo del mezzo condotto, conseguenza dell’elevato tasso alcolico accertato e della fuga messa in atto dopo il sinistro.

Infine nell’attività di contrasto stragi si è proceduto a contravvenzionare ai sensi del Codice della Strada con un importo di 5.110 euro e relativo fermo amministrativo del veicolo, un cittadino italiano 19enne che conduceva l’auto senza aver mai conseguito la patente di guida.

Advertisement
Advertisement