Advertisement

Giornata della memoria, Omphalos contro l’odio delle differenze

22 Gennaio 2020

Perugia, teatro e documentario in onore delle persone LGBTI vittime di deportazioni e morte nei campi di concentramento nazifascisti

PERUGIA – In occasione della Giornata della memoria, che si celebra in tutto il mondo il 27 gennaio di ogni anno, Omphalos vuole ricordare tutte le vittime degli stermini e delle violenze nazifasciste. Anche la comunità LGBTI (lesbica, gay, bisessuale, trans* e intersex) è stata oggetto di atroci persecuzioni e privazioni di libertà culminate nella deportazione e nell’eliminazione fisica nei campi di concentramento.

Advertisement

«Omphalos celebra con emozione questa giornata ogni anno – commenta Stefano Bucaioni, presidente dell’associazione – riteniamo infatti che sia nostro dovere non dimenticare come l’odio delle differenze, alimentato da ideologie totalitarie, sia arrivato a tal punto da disumanizzare le persone fino a concepirne la persecuzione e l’eliminazione fisica. La comunità omosessuale e transessuale ha subito sulla propria pelle la violenza del nazifascismo ed è nostro compito mantenere viva la memoria affinché ciò non possa più accadere.»
Sono tre gli appuntamenti organizzati dall’associazione intorno alla giornata del 27 gennaio, due spettacoli teatrali e la proiezione di un documentario.

L’Isola degli Invertiti. In programma giovedì 23 gennaio alle 21 al Cinematografo Comunale Sant’Angelo a Perugia. Uno spettacolo teatrale di Antonio Mocciola (regia di Marco Prato) con Tommaso Arnaldi, Federico Citracca e Francesco Giannotti sul confino delle persone omosessuali in Italia durante la seconda guerra mondiale. (https://www.facebook.com/events/1109076236099870/)

Mare di Memorie. In programma domenica 26 gennaio alle 17 presso il Teatro degli Avvaloranti a Città della Pieve (PG). Uno spettacolo teatrale della Compagnia di Teatro Instabile “Un Sacco Di-Versi” con la partecipazione del coro Omphalos Voices diretto dal Maestro Sergio Briziarelli. (https://www.facebook.com/events/623922921712355/)

Le rose di Ranvensbrück – Storie di deportate italiane. In programma lunedì 27 gennaio alle 20 presso il Cinema PostModernissimo a Perugia. Proiezione del documentario di Ambra Laurenzi e Federico Girella sul lager femminile di Ravensbruck, con l’introduzione della Prof.ssa Anna Cavicchi, docente di storia dell’Università degli Studi di Perugia. (https://www.facebook.com/events/2397682750543607/)

Advertisement
Advertisement