Advertisement

Frutta, formaggi, olio a km zero: apre il Mercato coperto di Coldiretti a Perugia

28 Gennaio 2020

Si festeggia il patrono san Costanzo con uno speciale torcolo

PERUGIA – Il 29 gennaio, giorno della festa del patrono san Costanzo, a Perugia si apre il primo Mercato Coperto regionale dei contadini aderenti alla rete di Campagna Amica Coldiretti, dove sarà possibile acquistare direttamente dagli agricoltori prodotti a km zero, che riducono i trasporti e valorizzano il territorio.

Advertisement

Dopo l’apertura degli stand dei produttori, di cui oltre la metà “under 40”, spazio alla degustazione di uno speciale Torcolo di san Costanzo di Campagna Amica, ma anche delle tante eccellenze agricole proposte dalle imprese, con i cuochi contadini protagonisti con le ricette della tradizione. Per bambini e famiglie, le fattorie didattiche con attività e giochi dedicati al mondo dell’agricoltura. Un’ulteriore iniziativa per promuovere il lavoro degli imprenditori agricoli umbri in città, le loro eccellenze e il mangiar sano, garantito dai prodotti agroalimentari locali, con i mercati di Campagna Amica che sono diventati non solo luogo di consumo, ma anche momenti di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà. Dall’ortofrutta ai formaggi, dall’olio extravergine di oliva al vino, dai succhi alla birra agricola, dalla carne ai salumi, passando da miele, conserve, legumi, cereali, pasta, farine, prodotti da forno, fino al pesce del Tirreno: queste alcune delle produzioni agricole in vendita rigorosamente dal produttore al consumatore.

All’inaugurazione del Mercato Coperto in via Michelangelo Iorio, 8 (zona Madonna Alta), interverranno, tra gli altri, il prefetto di Perugia Claudio Sgaraglia, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, l’assessore regionale all’Agricoltura Roberto Morroni, quello allo Sviluppo Economico Michele Fioroni, il direttore nazionale di Campagna Amica Carmelo Troccoli, il presidente e il direttore regionale Coldiretti Albano Agabiti e Mario Rossi, i presidenti Coldiretti Perugia e Terni, Giampaolo Farchioni e Paolo Lanzi e il Consigliere Ecclesiastico Coldiretti Umbria don Vito Stramaccia.

Advertisement