L’assessore Coletto: «Assicurare a tutta la popolazione con disabilità gravissime livelli equi di assistenza»

PERUGIA – «Le criticità rilevate dal presidente dell’Assemblea legislativa, Marco Squarta, in merito alle problematiche della disabilità sono condivisibili».

È quanto afferma l’assessore regionale alle politiche socio-sanitarie, Luca Coletto. «Non a caso – prosegue l’assessore -, è bene sottolineare e comunicare a chi non ne fosse a conoscenza, l’assessorato di mia competenza ha già istituito, con una delibera a fine anno, un’apposita Commissione regionale di esperti che ha il compito di rivalutare e aggiornare, alla luce delle criticità riscontrate e delle novità programmatiche, l’attività di assistenza indiretta in Umbria e di revisionare i criteri e la modulistica, allo scopo di assicurare a tutta la popolazione con disabilità gravissime livelli equi di assistenza. In tal senso – sottolinea Coletto – abbiamo dato il via alla verifica della sperimentazione iniziata tre anni fa e non ancora valutata, per potenziare ed estendere equamente gli interventi. La nostra azione, che ha dovuto fare i conti con una situazione complessa ereditata, è stata svolta nella massima trasparenza e al fine esclusivo di tutelare i disabili eleggibili all’assistenza sulla base di criteri tecnici scientifici che ne soddisfino le necessità. L’assessorato, esaminate nel dettaglio le criticità della gestione del Fondo per la non autosufficienza, si è già attivato per concludere l’annualità 2019 dando disposizioni per un’applicazione univoca dei criteri finora utilizzati in tutti i distretti sanitari».