Advertisement

Questura Perugia: sicurezza, controllo, interventi. Tutti i numeri del 2019

21 Dicembre 2019

Criminalità organizzata, sicurezza stradale, pedopornografia, reati contro il patrimonio… Ecco i dati

PERUGIA – «L’anno che si sta per concludere è stato particolarmente proficuo per la Polizia di Stato della Provincia di Perugia, in tutte le sue articolazioni, Uffici Centrali della Questura, Commissariati di P.S. di Assisi, Città di Castello, Foligno e Spoleto, Specialità della Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria e Polizia Postale delle Comunicazioni. In uno scenario in continua evoluzione, l’impegno è stato costantemente indirizzato a garantire l’ordinato vivere civile e la sicurezza dei cittadini. Le linee generali di intervento sul territorio sono state ulteriormente potenziate ed affinate al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati in termini di attività operativa».

Advertisement

Le parole sono quelle messe, nero su bianco, nel documento redatto a fine anno dalla questura, riassuntivo delle attività svolte nel 2019 dai vari compartimenti, e uffici, della polizia perugia. «In particolare – prosegue la nota – nel corso del 2019, sono stati attuati innumerevoli piani straordinari di controllo del territorio finalizzati all’attuazione di strategie di contrasto ai fenomeni criminosi, alla conseguente riduzione del senso di insicurezza percepito, particolarmente forte in alcune zone del capoluogo e della provincia, attraverso un approccio operativo caratterizzato dalla massima “prossimità” nei riguardi della popolazione, dalla costante attività di prevenzione e repressione dei reati predatori, con particolare riferimento a furti e rapine e reati contro il patrimonio, in generale».

Sicurezza, controllo, interventi: i numeri del 2019

Nel corso del 2019 l’Anticrimine della questura di Perugia, attraverso il potenziamento di tutte le attività connesse alle misure di prevenzione personali e patrimoniali, ha istruito ed emesso 95 avvisi orali, 99 fogli di via obbligatori, 11 daspo urbani, 30 daspo connessi ad episodi violenti in occasione di eventi sportivi, 22 proposte di sorveglianza speciale al Tribunale competente e 3 Misure di Prevenzione Patrimoniali. Nell’anno in corso sono stati emessi 25 ammonimenti per violenza domestica e 20 per stalking, e sono stati trattati 41 esposti e 865 posizioni per concessioni di misure alternative, permessi premio, attivazione del braccialetto elettronico ed effettuati 220 controlli di persone sottoposte a misure restrittive dei domiciliari.

Capitolo sicurezza sulle strade. La polizia stradale ha messo in campo 4070 pattuglie e 58 pattuglie di polizia giudiziaria. Sono state contestate 17851 infrazioni al codice della strada e ritirate 378 patenti e 449 carte di circolazione, mentre i punti complessivamente decurtati sono stati 27.254. Particolare importanza è stata data ai servizi di contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti. I conducenti controllati con etilometro, alcool test e drug test sono stati 6851, di cui 187 sanzionati. In particolare, 165 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 22 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Inoltre, con particolare riguardo ai fine settimana, sono stati predisposti 147 servizi per il contrasto alle stragi del sabato sera, con personale della Questura e la presenza del medico della Polizia di Stato.

Nel contrasto alla criminalità informatica la Polizia Postale si è occupata di 201 casi di hacking, 33 casi di reati di pedopornografia, monitorando 584 portali. Per quanto riguarda l’Ufficio con attribuzioni di frontiera presso l’Aeroporto San Francesco di Assisi, nell’anno 2019 si sono registrate 2 denunce in stato di libertà, 5 arresti, 14 respingimenti, oltre 56.000 persone identificate e oltre 225.000 passeggeri in transito. «Efficace – ricorda poi la nota della questura – è stata l’azione preventiva e di contrasto svolta dagli uffici della Polizia Ferroviaria di Perugia e Foligno».

Sul fronte amministrativo, la divisione polizia amministrativa e sociale e dell’immigrazione ha rilasciato 8546 passaporti e provveduto a 1704 rilasci e rinnovi porto di fucile uso caccia e a 6072 pratiche di detenzione armi; sono stati inoltre controllati 30 esercizi pubblici ed emesse tre sospensioni di licenza per locali abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose. L’Ufficio immigrazione, infine, nel territorio provinciale ha registrato la presenza di 20068 stranieri, regolarmente soggiornanti; 270 sono state le pratiche di espulsione istruite, di cui 89 con accompagnamento coatto alla frontiera.

Advertisement
Advertisement