Advertisement

Non comprare un cucciolo. Adottalo (E il Comune ti paga…)

9 Dicembre 2019

Nel regolamento appena approvato contributi per l’affidamento e l’adozione di cani randagi rinvenuti nel territorio comunale

GIANO DELL’UMBRIA (Perugia) – Il consiglio comunale di Giano dell’Umbria ha approvato il nuovo regolamento per la concessione di contributi per l’affidamento e l’adozione di cani randagi. Il testo, illustrato dal sindaco Manuel Petruccioli, prevede la possibilità per qualsiasi cittadino residente in un Comune dell’Umbria – previa verifica sull’assenza di condanne penali per maltrattamento di animali – di adottare un cane rinvenuto nel territorio comunale e custodito nel canile convenzionato con l’ente, ricevendo un contributo di 200 euro all’affidamento dell’animale e altrettanti dopo 12 mesi, previo controllo da parte degli agenti di polizia municipale in relazione alle condizioni di sicurezza e benessere dell’animale stesso.

Advertisement

E’ inoltre prevista la possibilità di adottare un cane “a distanza”, sia da parte di privati che da enti come associazioni o scuole, versando un contributo mensile minimo di 30 euro al mese. Contestualmente è stata promossa una campagna in occasione delle festività natalizie, volto proprio a promuovere l’adozione di un cane custodito nella struttura convenzionata con il Comune. Tutti i moduli relativi all’iniziativa sono presenti sul sito istituzionale del Comune e qualsiasi informazione sugli animali presenti nel canile, o per recarsi a vederli personalmente, potrà essere chiesta all’ufficio di polizia municipale del Comune.

Advertisement
Advertisement