Advertisement

Marijuana in casa: minorenne finisce in comunità

19 Dicembre 2019

Le indagini di polizia e carabinieri convergono: grossi guai per un minorenne di Città di Castello

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – I carabinieri del Nucleo operativo e i poliziotti del commissariato di Città di Castello hanno dato esecuzione a una misura cautelare – emessa dal tribunale dei minori di Perugia, su richiesta del Pm titolare del fascicolo – a carico di un minorenne tifernate accusato di detenzione continuata di stupefacenti ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Advertisement

Marijuana, nel caso specifico. Il giovane, stando ai riscontri delle indagini delle forze dell’ordine, avrebbe detenuto illegalmente «15 arbusti di marijuana per un totale di circa 300 grammi di stupefacente», si legge in una nota dei militari, «lasciati in parte a essiccare in un fondo in disuso della prima periferia e in parte nascosti in un borsone», mentre altri 51 grammi di marijuana e 31 di hashish sarebbero invece stati trovati dai poliziotti nel corso di una successiva perquisizione in casa del giovane.

«Le notizie di reato quindi, riunite in un fascicolo dall’autorità giudiziaria, che ha ipotizzato in capo al giovane il reato di detenzione continuata di stupefacenti ai fini di spaccio, hanno determinato la misura cautelare del collocamento presso una comunità, ove il ragazzo è stato accompagnato a disposizione dell’autorità giudiziaria», conclude la nota dei carabinieri.

Advertisement
Advertisement