Advertisement

L’azienda perugina che trasforma la cena di Natale in una corsa alla solidarietà

19 Dicembre 2019

E l’Aucc sentitamente ringrazia: «Gesto significativo nel momento in cui tutti pensano a fare regali, un’occasione di riflessione per chi sta soffrendo»

PERUGIA – Natale, tempo di bilanci e di programmazione del nuovo anno. Così è stato anche per l’azienda In Caltiber, grande realtà perugina di produzione e rivendita di materiali edili, che nel 2011 ha raccolto l’eredità di quasi quaranta anni di esperienza tecnica e professionale della Caltiber srl. Nella consueta cena aziendale in vista delle festività natalizie, infatti, tra scambi di auguri e momenti conviviali, sono state tirate le somme dell’anno che sta per concludersi, con uno sguardo verso il futuro.

Advertisement

«In Caltiber è un’azienda in costante crescita – ha commentato il commerciale Marco Cipolletti – e il mercato ci riconosce quello che crediamo sia il nostro punto di forza, una grandissima esperienza che ci permette di dare ai nostri clienti una soluzione adeguata a ogni esigenza. Questo è quello che ci guida tutti i giorni. Nel 2020 ci aspettiamo di crescere ancora e di tornare ai fasti del passato, valorizzando al meglio quello che i nostri genitori hanno fatto, dando lavoro a tante persone, creando relazioni e valore sul territorio».

Circa duecento persone tra collaboratori, fornitori e clienti affezionati hanno preso parte alla cena che si è tenuta martedì 17 dicembre al Privilege club di Perugia, dove c’è stato spazio anche per la solidarietà. Durante la serata, infatti, è stata organizzata una tombolata il cui ricavato è stato donato in beneficenza alla onlus Associazione umbra per la lotta contro il cancro (Aucc) che dal 1985 fornisce assistenza gratuita alle persone colpite da patologia oncologica e alle loro famiglie, finanzia la ricerca scientifica sul cancro e promuove la cultura della prevenzione.

«Per noi è molto importante essere qui – ha dichiarato il presidente dell’Aucc Giuseppe Caforio –. In Caltiber ancora una volta testimonia la sua vicinanza al mondo dell’oncologia, della ricerca e dell’assistenza domiciliare, dando un concreto e tangibile aiuto a chi soffre. Questa serata molto partecipata è stata un momento di sensibilizzazione significativo perché alla vigilia di Natale, quando tutti pensano a correre ai regali, è stata un’occasione di riflessione per chi sta soffrendo».

«È nel nostro dna – ha concluso Cipolletti – creare valore nel territorio, e non c’è niente di meglio di stare vicino ad associazioni che hanno l’intento di aiutare le persone in difficoltà della nostra regione, facendo crescere iniziative che sono degne di lode e attenzione”».

Advertisement