«Ho toccato con mano le eccellenze del S.Maria della Misericordia»

Il sindaco di Perugia Andrea Romizi, ha iniziato questa mattina dall’ospedale la serie di visite in occasione delle prossime festività natalizie. Accompagnato dal commissario straordinario Antonio Onnis, Romizi si è soffermato con gli operatori sanitari, che gli hanno illustrato le principali caratteristiche delle strutture e dei servizi visitati.

Una intensa mattinata, trascorsa tra pazienti e operatori, allo scopo, da parte del primo cittadino, di confermare la vicinanza dell’amministrazione comunale ai professionisti per il loro impegno nella tutela e cura della salute pubblica. Non sono mancati momenti di grande emozione, come riferisce una nota dell’ospedale, soprattutto quando alcuni piccoli pazienti della scuola interna della struttura di Oncoematologia Pediatrica, hanno donato a Romizi una opera pittorica da loro realizzata, con l’aiuto delle maestre. «Da questa visita mi porterò dietro lo sguardo di Karima, Alessio e Dion e il loro dono, sicuramente tra i più significativi da quando sono sindaco».

Durante la visita alle varie strutture, è stata confermata la volontà di sviluppare progetti culturali che favoriscano sempre più l’unione tra ospedale e città.  «L’attenzione che il sindaco ha rivolto ai nostri operatori, – ha sottolineato Onnis – è sicuramente per noi motivo di orgoglio. C’è unità d’intenti nell’offrire ai cittadini oltre ai servizi assistenziali di eccellenza anche manifestazioni culturali che favoriscono l’umanizzazione delle cure e la qualità di vita in ospedale». «Al riguardo – ha aggiunto Onnis – è già programmato un incontro per la realizzazione di alcuni progetti».

Il sindaco si è anche soffermato con gli operatori della centrale regionale del 118 e Pronto Soccorso assistendo in tempo reale ad operazioni di emergenza. Grande attenzione è stata dedicata alle strutture del dipartimento Materno Infantile, con la visita dei reparti di Ostetricia, Pediatria e UTIN “Unità di Terapia Intensiva Neonatale”.  Infine, nel day hospital di Nefrologia e Dialisi, Romizi ha avuto modo di intrattenersi con alcuni pazienti, che quotidianamente si sottopongono a lunghe terapie, provenendo da territori anche lontani.  

Durante la visita, è anche capitato che il sindaco ha incontrato casualmente cittadini da lui conosciuti, che hanno potuto raccontare la loro esperienza in ospedale. «Presi dagli affanni quotidiani, talvolta, non ci soffermiamo a sufficienza sulle difficoltà affrontate dagli operatori sanitari, – ha sottolineato Romizi -. Credo davvero che in alcuni reparti ogni giorno si realizzano dei miracoli». Romizi ha chiuso infine la visita con un momento conviviale insieme agli operatori nella mensa aziendale.