Tutto in un giorno: il capitano alla Città della domenica, il movimento nato dal tam tam social in piazza della Repubblica

PERUGIA – Stesso giorno, stessa città. Di nuovo. Dopo Bologna e Modena, oggi pomeriggio Salvini e Sardine tornano a incrociare i rispettivi calendari e lo fanno a Perugia, con i follower del “capitano” a festeggiare il successo elettorale di Donatella Tesei alla Città della Domenica, e gli aderenti al movimento “anti-capitano” a gridare slogan «contro tutti i populismi», e in particolare «L’Umbria si sLega», in piazza della Repubblica.

I primi si erano dati appuntamento alle 14 per quella che considerano «non la festa della Lega ma quella di tutti i cittadini che con il proprio voto hanno contribuito a liberare la regione dopo 50 anni di malgoverno e scandali della sinistra», ma l’arrivo del leader leghista alla fine è slittato alle 16. I secondi, ritrovo in centro alle 17.30, si presentano in piazza per la prima volta dopo la stesura, appena due giorni fa, del manifesto ufficiale del movimento: «Cari populisti, lo avete capito. La festa è finita».

Per raggiungere Perugia le sardine si sono organizzate un po’ da tutta l’Umbria: chi con mezzi pubblici, chi con bus e infine altri con auto private. «Ragazz* la cosa più importante è che le persone hanno ricominciato a parlarsi e confrontarsi – scriveva 48 ore fa, su Facebook, uno degli amministratori del gruppo umbro del movimento, Luca Montali. Nonostante le diversità la cosa essenziale è che noi persone di sinistra restiamo unite fra noi! Al diavolo i partiti, le bandiere e compagnia bella, gli estremismi e gli estremisti… tutte sovrastrutture che servono solo a tenerci divisi e sempre più litigiosi. Unità, unità e ancora unità, questa deve essere la nostra parola d’ordine. La democrazia il nostro credo. E l’amore l’unica forza che ci spinge a resistere a questo vento oscuro. Non ci arrenderemo mai!».