Perugia, Città di Castello, Umbertide e Spoleto le zone maggiormente colpite. Nel pomeriggio riunione in prefettura

di Prefettura Perugia
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Nel pomeriggio odierno, si è tenuta in Prefettura una riunione, alla quale hanno preso parte rappresentanti della Protezione Civile Regionale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco e del Comune di Perugia, nel corso della quale è stato svolto un attento ed approfondito esame della situazione del territorio e dei principali fiumi e laghi, in considerazione delle copiose precipitazioni a carattere temporalesco che, da alcuni giorni, stanno interessando anche la Provincia di Perugia.

In particolare, è stata effettuata una puntuale ricognizione che ha riguardato sia le condizioni di sicurezza, sotto il profilo idrogeologico, del territorio, sia i corsi d’acqua ed i grandi invasi (dighe e laghi). Maggiormente colpite dagli eventi atmosferici sono risultate le zone di Perugia, di Città di Castello, di Umbertide e di Spoleto.

Complessivamente, i Vigili del Fuoco, al fine di far fronte alle numerose richieste di assistenza pervenute, hanno effettuato oltre 350 interventi. Allo stato, tuttavia, non si rilevano problematiche di rilievo, non destando al momento preoccupazione la portata dei fiumi e dei grandi invasi, che vengono comunque costantemente monitorati. Non si registrano, inoltre, criticità con riferimento alla circolazione stradale e a movimenti franosi.

Sono stati, infine, assicurati i necessari raccordi funzionali ed operativi tra le diverse strutture e componenti del sistema di protezione civile, al fine di seguire costantemente l’evolversi della situazione nei prossimi giorni.