Venerdì la cerimonia di consegna. «La sua azienda ha inciso in maniera profonda su occupazione ed economia del territorio»

ASSISI (Perugia) – Domani pomeriggio, 22 novembre, ore 17.30, nella Sala della Conciliazione, avrà luogo la consegna del riconoscimento “Stemma d’oro” della Città di Assisi all’imprenditore Arnaldo Manini. La motivazione è questa:  “Fondatore e rappresentante della Manini Prefabbricati, azienda industriale che ha inciso in maniera profonda, in termini occupazionali, sul contesto economico del territorio, con oltre 50 anni di attività produttiva”. 

La decisione di assegnare il riconoscimento ad Arnaldo Manini risale al 5 febbraio del 2015 quando l’allora consiglio comunale (sindaco Claudio Ricci) deliberò di conferire lo “Stemma d’oro” per aver saputo incarnare «i valori non solo del lavoro ma anche il lavoro di imprenditore che sviluppa attività legate al bene e alla dignità». 

Dopo il provvedimento del consiglio non è seguito il momento della consegna del riconoscimento e l’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Stefania Proietti ha deciso di riparare e mantener fede, condividendone lo spirito e l’indicazione,  a quell’impegno dal momento che Arnaldo Manini compie 60 anni di attività lavorativa: «Abbiamo deciso di effettuare il conferimento in questa occasione per festeggiare questo importante traguardo dell’imprenditore Arnaldo Manini, in un momento d’oro per l’azienda che sta conquistando riconoscimenti e premi in particolare per la spinta all’innovazione e l’attenzione alla sicurezza e alle condizioni dei lavoratori». E così domani pomeriggio avverrà la cerimonia ufficiale davanti alle autorità, ai dipendenti e alla cittadinanza. 

Il programma prevede, dopo i saluti del sindaco, una presentazione della vita dell’imprenditore da parte del professor Giovanni Zavarella, poi l’intervento dell’ingegner Manuel Boccolini, amministratore delegato della Manini Prefabbricati, e quindi la consegna della pergamena e della medaglia “Stemma d’oro”. 

La biografia di Arnaldo Manini (nato nel 1936) è ricca di spunti avendo cominciato giovanissimo, appena diplomatosi geometra, a muovere i primi passi nel settore della prefabbricazione; a soli 26 anni, esattamente nel 1962, fonda una propria azienda,  la Società industriale manufatti industriali Assisi (Simcas) che cresce a ritmo veloce tanto da dover realizzare un nuovo stabilimento nella vicina Bastia e in quell’occasione si trasforma in Manini Prefabbricati.

Da quel periodo è stata un’escalation di attività e sperimentazioni. Tutti nell’ambito imprenditoriale gli  riconoscono qualità come creatività e innovazione. Nel 1973 gli viene assegnato il premio “Mercurio d’oro” direttamente dall’allora presidente del Consiglio Giulio Andreotti, altri riconoscimenti arriveranno da parte del ministero dell’Industria.

Negli anni ‘90 decide di ampliare la presenza dell’azienda in tutto il territorio nazionale, acquisendo e costruendo nuovi stabilimenti e le scelte fatte dall’imprenditore di Assisi si rivelano vincenti: attenzione all’ambiente, sicurezza nei luoghi di lavoro e rispetto delle regole. Nel 2008 gli viene assegnato a Roma il premio “Una vita per la prefabbricazione” , nel 2018 tante gratificazioni, tra cui a Perugia il riconoscimento 

“Il Perugino, il Primo Premio Digital 360 Awards a Milano, il secondo premio del Best Practice a Salerno. 

Dal 2017 la Manini Prefabbricati è riconosciuta come la prima azienda del suo settore in termini di valore economico e di mercato. 

Arnaldo Manini oltre al lavoro di imprenditore si è sempre prodigato nel sostenere le attività del territorio sia dal punto di vista ricreativo-sportivo ma anche e soprattutto sociale e culturale. Tantissimi gli esempi, tra cui la donazione degli spogliatoi alla Società sportiva calcistica Angelana, un edificio che diventa la sede del comitato che organizza il Palio del Cupolone, la creazione di un cimitero per gli animali, la sponsorizzazione di Universo Assisi. 

Ufficio stampa