POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | La Lady di ferro Tesei rinvia il varo della squadra di 24 ore: dopo aver trovato la “quadra” politica, si vanno a riempire le ultime due caselle. Seguendo lo schema della presidente

di Marco Brunacci

PERUGIA – In dirittura d’arrivo, miss Lady di ferro Donatella Tesei si prende 24 ore per portare a casa il risultato come lo aveva immaginato. Allora: l’accordo politico siglato sabato prevede che siano rappresentate in giunta tutte le forze politiche che hanno portato al successo il centrodestra, quindi due assessori (e comunque non tre, come chiesto in un primo momento dal partito umbro) per la Lega, che ha fatto il risultato di gran lunga migliore, uno per Fratelli d’Italia, uno per Forza Italia, uno per la Lista Tesei presidente.

Il problema ora non è tanto la Lega quanto piuttosto Fratelli d’Italia, perché all’inizio del percorso c’era un mezzo accordo per fare Michele Fioroni assessore come tecnico di area di Fratelli d’Italia, con l’onorevole Prisco principale sponsor dell’intesa. FdI ha chiesto, negli ultimi colloqui avuti, che fosse un esponente politico organico del partito a prendere il posto di assessore, quindi Fortini o in alternativa la Sciurpa. Giorgia Meloni si è impegnata in prima persona per ottenere questo risultato. Ma Tesei non ha mai mollato. Fioroni gode grande apprezzamento dentro Fratelli d’Italia – ha fatto presente la presidente – e alla fine non si vede perché impuntarsi su un nome.
Se la Meloni non fa sulla nomina di Fioroni una guerra di religione, la palla passerebbe fin da domani nel campo della Lega.

E qui c’è la novità di queste ore: Salvini è atteso domani mattina (martedì 19) a Terni e con Barbara Saltamartini incontra il segretario regionale Caparvi. Potrebbe spendersi per convincere i due a fare spazio a Enrico Melasecche, attuale assessore al Comune di Terni, e trovare così la “quadra” definitiva in Giunta regionale.
Caparvi dovrebbe rinunciare a questo punto a Paola Fioroni e la squadra sarebbe questa: Coletto e Melasecche per la Lega, Morroni per Forza Italia, Agabiti Urbani per la Lista Tesei, Michele Fioroni, tecnico di area per Fratelli d’Italia. Praticamente quello che aveva immaginato la Thatcher di Montefalco, prima della schiacciante vittoria.

Le varianti sono ancora diverse, ma dopo la “quadra” politica si potrebbe arrivare ad ore anche alla “quadra” sui nomi. Si chiede uno sforzo medio-grande al segretario regionale di Fdi Zaffini e uno, più piccolo, al segretario umbro della Lega, Caparvi. Magari con il rinvio ad altre nomine, tenendo presente che è fissato fin da ora che Marco Squarta, il recordman di preferenze di Fratelli dì’Italia, sarà il presidente dell’assemblea legislativa. Tra mercoledì e giovedì comunque la giunta dovrebbe davvero vedere la luce. Salvo ulteriori imprevisti, naturalmente.