Avevano rubato cibo, bevande e denaro contante

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Due pregiudicati sono stati denunciati dai carabinieri della stazione di Città di Castello con l’accusa di furto in un circolo privato che gestisce un lago di pesca sportiva nell’immediata periferia della città. Si tratta di un 28enne residente a Bastia Umbra e un 39enne marocchino senza fissa dimora.

I due, nei giorni scorsi, dopo aver tagliato la recinzione esterna e rotto la serratura della porta di un annesso, sarebbero entrati e rubato vari generi alimentari, bevande e denaro contante. Dopo la denuncia del proprietario, i carabinieri hanno attivato le indagini e acquisito in poco tempo «prove certe a carico dei due che sono stati individuati e rintracciati in un casolare delle vicine campagne dove avevano da poco preso alloggio», si apprende dall’Arma.

Il cittadino marocchino è anche destinatario del divieto di ritorno dal comune di Città di Castello per tre anni, che i militari tifernati gli avevano notificato la scorsa estate a seguito di alcuni reati che lo stesso aveva commesso. È stato quindi denunciato anche per inottemperanza al foglio di via obbligatorio.