Base operativa di una banda di ladri, secondo i militari: due denunciati e un terzo uomo in fuga. Denunciato anche l’affittuario per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

VALFABBRICA (Perugia) – Mesi di accertamenti. Di indagini accurate. Di attività che hanno permesso ai carabinieri di Valfabbrica di localizzare un piccolo appartamento, in località Pianello, in cui si era stabilito un guppo responsabile, secondo i militari, di diversi furti perpetrati proprio in questa e nelle zone limitrofe.

Le luci dell’immobile, preso in affitto da un cittadino extracomunitario ma apparentemente sempre vuoto, avevano preso ad accendersi proprio in concomitanza con l’aumento dei furti. A quel punto, è scattato il blitz dei carabinieri. Che dopo aver fatto irruzione sono riusciti a bloccare due uomini, mentre un terzo riusciva a darsi alla fuga utilizzando un accesso secondario.

Portati in caserma, i due fermati e l’affittuario, extracomunitari, sono stati denunciati favoreggiamento personale (i primi, per i quali sono anche state avviate le procedure per l’espulsione) e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina (il secondo). I militari sarebbero anche sulle tracce del terzo uomo, quello sfuggito al raid. Gli inquirenti ipotizzano che tale operazione abbia «permesso di prevenire ulteriori furti in abitazione, sicuramente il reato più preoccupante e odioso che i cittadini possano subire».