Fermato due volte: una all’andata e una al ritorno. La seconda gli è stata fatale: pendolare della droga in manette

TERNI – Era stato controllato durante la serata mentre si stava recando a Roma per restituire un impianto luci non funzionante. Questa la motivazione del viaggio verso la capitale di un cittadino extracomunitario 33enne residente in provincia di Perugia.

Tranquillo, incensurato e senza alcuna apparente irregolarità nella circolazione, ma i poliziotti della Stradale di Terni hanno fin da subito sospettato che i motivi alla base di quel viaggio per Roma non fossero poi tanto legali… così, quando hanno visto quello stesso veicolo che percorreva la E45 in direzione Perugia, lo hanno subito fermato. 

«Non era più tranquillo», riferiranno poi gli agenti. Ma, soprattutto, il voluminoso involucro dell’impianto luci acustica era ancora lì sul sedile posteriore. È bastato poco alla Stradale per verificare il “prezioso” carico: ben 3157,7 grammi di canapa indiana e 979,80 grammi di hashish contenute in due buste di plastica pesante di quelle normalmente utilizzate per la spesa. D’intesa con la procura della Repubblica di Terni, l’uomo è stato arrestato e rinchiuso nella Casa circondariale di Terni.