Il processo per direttissima

PASSIGNANO SUL TRASIMENO (Perugia) – Ieri pomeriggio i carabinieri di Città della Pieve hanno arrestato, a Passignano, due trentenni con l’accusa di possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. Ventiquattro dosi di cocaina, contenute in un barattolo di vetro, che i militari del Radiomobile hanno visto gettare dall’auto dei due uomini durante un breve inseguimento.

Dalla successiva perquisizione personale, e del veicolo, è emersa una «consistente somma di denaro contante, in banconote di vario taglio della quale non hanno saputo fornire giustificazioni adeguate circa la legittima provenienza, tanto da far ritenere che la stessa fosse il provento dell’attività illecita perpetrata dai correi e pertanto veniva posta sotto sequestro».

Arrestati in flagranza e deferiti all’autorità giudiziaria, i due uomini sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della caserma di Città della Pieve e giudicati nel corso della stessa giornata per direttissima.