«Ha intascato migliaia e migliaia di euro». Ora lo hanno rinchiuso a Capanne

PERUGIA – «Centinaia di cessioni di dosi di cocaina» per un profitto complessivo «di almeno 60mila euro». È quanto documentato, e contestato, dai poliziotti della Mobile di Perugia a un 47enne di origine albanese, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere: richiesta dal Pm, emessa dal Gip, e già eseguita, proprio, dagli agenti della squadra mobile.

Già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio ma regolarmente residente in Italia, tra il 2015 e il 2018 l’uomo avrebbe allestito «una fiorente attività di spaccio di cocaina, che gli ha consentito di rifornire con regolarità decine di clienti a Perugia e provincia», ricostruisce la questura. «Poteva contare su un “portafoglio clienti” molto ampio – prosegue una nota – che gli assicurava ingenti profitti, visto che molti degli assuntori avevano l’abitudine di acquistare più dosi a settimana».

Accusato di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, il 47enne ora è rinchiuso a Capanne, unica misura ritenuta «idonea a scongiurare il pericolo di ulteriore reiterazione del reato».