«Mancato finanziamento responsabilità del Ministero e parere Anci» si difende il Comune E intanto chiede di accedere agli atti

di Comune di Spoleto
(riceviamo e pubblichiamo)

SPOLETO (Perugia) – In riferimento al mancato finanziamento degli interventi programmati sulle scuole spoletine, l’Amministrazione comunale ritiene necessario fornire alcune precisazioni.

Per tutte le scuole di Spoleto è stato chiesto il finanziamento, tempestivamente, al MIUR con impegno straordinario dei dipendenti dell’ufficio tecnico, documentato dal fatto che tutte le scuole segnalate sono state inserite nell’elenco, compresi gli edifici scolastici di competenza della Provincia. 

Il mancato finanziamento é di esclusiva competenza del Ministero, su parere Anci, come la decisione di inserire scuole situate in comuni che sono al di fuori dell’area del cratere.

Va inoltre specificato che il Comune sta completando a tempo di record tutte le verifiche sugli immobili adibiti a scuole, controllo che, peraltro, avrebbe potuto e dovuto essere effettuato già negli anni scorsi. I relativi e consequenziali interventi amministrativi sono in fase di definizione ed emanazione. 

In ogni caso è stato deciso di chiedere l’accesso agli atti per quanto riguarda il Miur, per conoscere le ragioni dell’esclusione dal riparto fondi del Comune più popoloso del cratere umbro 2016, fatte salve tutte le iniziative che la legge consente.

In ultimo l’Amministrazione fa presente che l’esclusione dagli interventi delle scuole spoletine, incomprensibile a meno che non si considerino tali strutture in ottimo stato, sconcerta certamente tutti e non ritiene possa essere oggetto di strumentalizzazione politica.