Lega-Fdi-Fi al 60%. Salvini: «Giornata di cambiamento e rivoluzione». Tesei: «Risultato straordinario»

UMBRIA – Alle 2 di notte restano ancora molte schede da aprire. Non le possibilità di un ribaltone: l’Umbria è di destra, lo ha deciso – dato parziale, ma verosimile – il 60 per cento dei suoi abitanti. Palazzo Donini passa di mano, e la svolta è epocale.

È Matteo Salvini il primo a mettere la faccia, di fronte a telecamere e telefonini, sul risultato schiacciante arrivato al termine di una «giornata straordinaria di cambiamento e rivoluzione per l’Umbria. La vera Italia è quella che ha votato oggi, qui. Anche se Conte dice che questa è una piccola regione e che non conta granché. Per me, oggi, l’Umbria è il mondo».

Lo sguardo di Salvini è rivolto a Roma, dove «qualcuno dovrà riflettere se è vero che la sinistra aveva fatto di queste elezioni un esperimento, dell’Umbria un laboratorio perché evidentemente credevano fosse “il loro fortino”. E invece è arrivata la nostra vittoria, quella dell’onesta e della competenza. Una vittoria clamorosa e già evidente, anche a urne ancora aperte».

«Pensavo e speravo in un buon risultato, ma questo qui è straordinario – le parole della nuova governatrice, Donatella Tesei -. Ringrazio i nostri sindaci e i nostri amministratori sul territorio che mi hanno aiutato in questa battaglia, che mi hanno aiutato a entrare nel cuore dei cittadini.