L’attacco del commissario Pd Umbria, Verini. Gli fa eco Agea (M5s): «Salvini boccia la sua stessa candidata»

UMBRIA – «Come si fa a candidare a presidente della Regione uno che ha il comune in bancarotta? Questo è quanto ha detto Salvini a proposito delle prossime elezioni regionali in Calabria». Lo dichiara il commissario del Pd in Umbria, Walter Verini.

«Allora chiediamo noi a Salvini come si fa a candidare a presidente della Regione Umbria un ex sindaca come Donatella Tesei che ha massacrato il bilancio del comune di Montefalco – continua Verini -. È questo infatti il motivo per cui l’ha nascosta per tutta la campagna elettorale, usando l’Umbria come una clava per sue ciniche speculazioni propagandistiche».

A fargli eco, la sottosegretario agli Affari europei, Laura Agea, esponente del Movimento 5 stelle umbro: «Matteo Salvini boccia la candidata leghista alla Regione Umbria Donatella Tesei. Era ora. Secondo il leader della Lega non è possibile candidarsi a fare il presidente di Regione dopo aver lasciato i debiti nel proprio Comune».

Ancora Agea: «Una sonora bocciatura per Donatella Tesei che pochi mesi fa ha lasciato il comune di Montefalco con un bel buco di bilancio da 2 milioni di euro. Tanto che la nuova amministrazione di centrodestra ricorre all’auto ostruzionismo per non approvare il bilancio consolidato che certifica il disavanzo. Meglio tardi che mai, la Tesei non è una candidata credibile per rilanciare l’Umbria».