Costretti a restituire il maltolto: intercettati a Castiglione del Lago dai carabinieri di Tuoro

CASTIGLIONE DEL LAGO (Perugia) – Il 7 ottobre 2019 i carabinieri di Tuoro, supportati da quelli di Città della Pieve, hanno deferito in stato di libertà tre uomini, tutti residenti in paesi confinanti della Toscana e di età compresa tra i 34 e i 41 anni, per il furto aggravato di una barca da pesca.

I tre avrebbero issato a riva il natante, in vetroresina, lungo all’incirca quattro metri, da un porto del lago di Montepulciano, dove era stata ormeggiata il giorno prima. E una volta caricato su un carrello agganciato a un’automobile sarebbero scappati. Peccato per loro, ma non per il legittimo proprietario naturalmente, che un uomo del posto abbia assistito a tutta la scena. E che a quel punto si sia lanciato all’inseguimento dei tre toscani, avvertendo i carabinieri dell’accaduto.

Mancano pochi minuti a mezzanotte quando l’auto viene fermata in via Mugnanese, nel comune di Catiglione, e arrivano i carabinieri. Rintracciato il proprietario della barca e sottoposti i tre uomini ai controlli del caso, è scattata la denuncia a piede libero alla competente autorità giudiziaria.