Soddisfazione al termine del confronto pubblico tra l’associazione artigiana e i due aspiranti alla carica di presidente di Regione

UMBRIA – «Molto soddisfatti». Con due sole parole Renato Cesca, presidente di Cna Umbria, riassume l’esito del primo confronto pubblico tra i due principali candidati alla presidenza della giunta regionale dell’Umbria, Vincenzo Bianconi e Donatella Tesei, andato in scena ieri (10 ottobre 2019, ndr) di fronte a oltre un migliaio di artigiani, imprenditori e cittadini. Gremito l’auditorium, gremite altre due sale in collegamento audio-video, molte le persone in piedi.

«Siamo soddisfatti – aggiunge Cesca – perché il confronto è stato civilissimo, lontano da qualsiasi polemica, ed entrambi i candidati ci sono sembrati competenti, anzi, eccellenti. Tesei è stato molto pragmatica; Bianconi ha espresso contenuti fortemente innovativi. Quindi, comunque vadano le lezioni, ci sentiamo ottimisti sul lavoro che si potrà fare con la nuova giunta per il futuro dell’Umbria. Certo, molto dipenderà dagli assessori che verranno individuati. La candidata del centrodestra ha puntato molto sul concetto di squadra e sulle sfide da vincere insieme, mentre Bianconi ha promesso che si affiderà alle persone più competenti, proponendo un unico assessorato all’economia».

Il confronto, moderato dal direttore de Il Foglio, Claudio Cerasa, è stato incentrato sulle priorità del settore artigiano, illustrate in apertura dal direttore di Cna, Roberto Giannangeli, e sulla programmazione dei fondi comunitari: puntare sulla formazione per le imprese e i lavoratori, garantire accesso al credito, affrontare la sfida della crescita dimensionale delle imprese, rendere il territorio più competitivo, procedere a una puntuale spending review, puntare sui settori del turismo e della manifattura, sbloccare la ricostruzione post terremoto.