Mobilità alternativa: in partenza i lavori per collegare piazza Beato Angelo e Piazza Soprammuro

GUALDO TADINO (Perugia) – Lunedì 28 ottobre partiranno i lavori di realizzazione dell’ascensore pubblico che collega piazza Beato Angelo con piazza Soprammuro. A comunicarlo è l’amministrazione comunale, animata dalla volontà di «riorganizzare gli spazi urbani per migliorare l’accessibilità al centro storico», realizzando «percorsi protetti a beneficio della viabilità pedonale».

L’intervento è stato affidato alla Samerlift Srl e alla Edilizia Teodori Andrea & C Sas, due ditte in associazione temporanea d’impresa che per portare a termine i lavori avranno a disposizione 4 mesi: in questo periodo, fino a inizio marzo 2020, l’attuale ascensore pubblico rimarrà chiuso. «L’intervento prevede di elevare di un piano il punto di arrivo dell’ascensore portandolo in Piazza Soprammuro, lasciando invariato il punto di accesso rappresentato dal tunnel di collegamento di Piazza Beato Angelo che sarà adeguato a norma. Altra novità è che l’attuale uscita a livello della Mediateca-Taverna di San Benedetto, sarà comunque mantenuta. Contemporaneamente sarà attivato un altro vano corsa, già presente, raddoppiando così gli ascensori», fa sapere il Comune.

Il progetto di mobilità sostenibile, che ha come perno centrale proprio il nuovo ascensore, ha già ottenuto un finanziamento nel progetto delle aree vaste e avrà un costo totale di circa 250mila euro, parte dei quali cofinanziati dal Comune di Gualdo Tadino.