«È terribile non sapere nulla di un proprio congiunto, è per tenere viva la memoria e continuare a chiedere dov’è Barbara che abbiamo deciso di partecipare»

AMELIA (Terni) – Le Consigliere di Parità della Provincia di Terni, parteciperanno alla fiaccolata indetta dal Comitato Barbara Corvi nel decennale della sua scomparsa. «Una scomparsa misteriosa, tuttora inspiegabile e inquietante». Lo dicono le consigliere di parità della Provincia di Terni, Maria Teresa Di Lernia e Ivana Bouchè, a proposito di Barbara Corvi a 10 anni della sua scomparsa.

L’ufficio di consigliera parteciperà domenica prossima alla fiaccolata in programma alle 17 e 30 ad Amelia. «Le istituzioni non possono non aderire ad iniziative del genere, laddove una donna sembra sparita nel nulla», afferma la Di Lernia. «È terribile non sapere nulla di un proprio congiunto ed è per questo, per tenere viva la memoria e continuare a chiedere dov’è Barbara, che abbiamo deciso di partecipare all’iniziativa promossa dall’apposito comitato formatosi ad Amelia».

Alla fiaccolata hanno aderito anche l’associazione Libera contro le mafie e il Forum donne Amelia. Barbara Corvi, moglie di Roberto Lo Giudice, madre di due figli, scomparve da Montecampano, frazione dove risiedeva, il 27 ottobre di dieci anni fa, in circostanze sulle quali ha indagato la magistratura senza, per ora, arrivare ad una risoluzione del caso.