L’assurdo: il biglietto lo aveva in tasca… Denunciato a piede libero

PERUGIA – Un 35enne ivoriano, regolare in Italia, è stato denunciato dalla polizia ferroviaria di Perugia poiché durante il controllo del biglietto sul treno ha colpito al volto, con un pugno, un addetto al servizio antievasione.

Il fatto è avvenuto giovedì mattina, durante un servizio di contrasto alle irregolarità di viaggio nella stazione di Perugia Fontivegge: il controllore è salito a bordo del regionale Foligno-Firenze, fermo sul binario, si è avvicinato all’uomo e gli ha chiesto il biglietto. E in tutta risposta – la ricostruzione della polizia – sarebbe prima stato spinto, e poi colpito con un pugno al viso, senza alcun apparente motivo.

Intervenuti in fretta, gli agenti della polfer hanno bloccato il 35enne, poi denunciato a piede libero per violenza a pubblico ufficiale e lesioni, e soccorso il ferroviere, che ha riportato ferite giudicate guaribili in 10 giorni. «Alla base dell’inspiegabile aggressione sembrerebbe esserci un controllo di troppo che ha evidentemente infastidito il viaggiatore, oltretutto regolarmente munito di biglietto», scrive la questura in una nota.