Curato da psicologi ed esperti di settore: i dettagli

TERNI – È stato sottoscritto e presentato questa mattina nella sala consiliare di Palazzo Spada l’accordo di collaborazione tra Comune di Terni-assessorato alla scuola, Istituto Tecnico Tecnologico Allievi-Sangallo e Age Umbria-Associazione Italiana Genitori, che mira a potenziare lo Sportello di ascolto già attivato e rivolto alle famiglie e agli studenti, estendendo il servizio a tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio e favorendo così il dialogo tra i soggetti coinvolti.

«Fin dall’inizio del nostro mandato abbiamo ritenuto, come Amministrazione – ha dichiarato l’assessore alla scuola, Valeria Alessandrini – che la scuola dovesse tornare ad essere un elemento centrale e portante della nostra città e anche del nostro essere cittadini. Allo stesso tempo pensiamo che, alla base della comunità cittadina, ci siano proprio i nuclei familiari, che sono appunto i mattoni sui quali si costruisce il nostro stare insieme. Il progetto che presentiamo oggi insieme a tutti i soggetti coinvolti, all’associazione genitori, all’Istituto Tecnico Tecnologico, è un allargamento e un potenziamento dello Sportello di ascolto per i genitori e i ragazzi. Si tratta dunque di un progetto e di un lavoro impegnativi che mettono insieme perfettamente la nostra idea di città, di scuola e di educazione ad essere cittadini. L’elemento che accomuna queste idee è quello dell’ascolto. Si cresce come famiglia, come città e come studenti se si è capaci di ascoltare e se c’è qualcuno che ha voglia e capacità per ascoltarci. È l’ascolto la prima pietra da mettere per superare i problemi, e gli psicologi lo sanno bene».

«Purtroppo però – prosegue – è proprio l’ascolto spesso a mancare all’interno delle famiglie, come pure all’interno della città. Per questo abbiamo pensato di potenziare lo sportello dell’Istituto tecnico Tecnologico, proprio perché siamo invece convinti che con il sostegno di esperti, di psicologi, potremo aumentare il dialogo nelle famiglie, nelle scuole, nella città, cercando di comprendere, di dialogare e di disinnescare i problemi senza arrivare a farli esplodere. Oltre all’attività dello sportello, come Comune e come assessorato alla scuola, ci siamo impegnati a sostenere iniziative di comunicazione, incontri, seminari e convegni per una genitorialità consapevole. Sempre nella consapevolezza di quanto sia importante rimettere in collegamento le famiglie con il mondo della scuola e cercare di riportare armonia all’interno delle famiglie stesse».

«Lo Sportello, curato da psicologi ed esperti del settore sarà aperto – è stato detto dal presidente dell’associazione Age Umbria, Maurizio Valentini – una volta a settimana, il sabato mattina, con l’obiettivo di ampliare il servizio e di cercare anche altre sedi oltre a quella di via Battisti». Valentini ha anche consegnato all’assessore Alessandrini un certificato di iscrizione all’associazione Age Umbria come membro onorario in virtù anche del lavoro e dell’attenzione che con continuità, porta avanti per ricreare l’unione tra scuola, famiglia ed istituzioni.