Oggi è la Giornata mondiale della sepsi. Le iniziative

TERNI – “World sepsis day” è una iniziativa della Global Sepsis Alliance che ha lo scopo di mantenere elevata l’attenzione dei professionisti, del management sanitario e delle istituzioni sulla sepsi, con l’obiettivo di ridurne la mortalità. La lotta alla sepsi rappresenta una sfida sanitaria globale, affligge 31.500.000 persone e causa 5.300.000 decessi ogni anno, nella maggior parte prevenibili. La sepsi rappresenta la prima causa di morte per infezione, in particolare se misconosciuta e non trattata tempestivamente. Ciò che differenzia la sepsi dall’infezione è una non controllata risposta dell’ospite e la presenza di disfunzione d’organo. 

Il Centro per la Gestione del Rischio Sanitario e la Sicurezza del Paziente (C.R.S.S.P.) della Regione Umbria ha elaborato il documento “Linee di indirizzo per la gestione della SEPSI e dello Shock settico” deliberato dalla Giunta Regionale nel 2018 (DGR n. 754) e ha definito il Percorso sepsi di riferimento e gli strumenti applicativi per garantire la messa in atto degli interventi diagnostico-terapeutici sia a livello extraospedaliero che in ambito ospedaliero basato sulle evidenze scientifiche più aggiornate.

Nel prossimo mese di ottobre l’Azienda Usl Umbria 2 realizzerà quattro edizioni del corso di formazione “La lotta alla sepsi per la sicurezza del paziente: l’implementazione delle Linee d’indirizzo regionali” con l’obiettivo di incrementare e diffondere le conoscenze rispetto alla sepsi e allo shock settico ed in particolare la consapevolezza del rischio di rapido peggioramento e dell’efficacia del corretto e tempestivo approccio diagnostico e terapeutico. 

Attraverso la formazione di medici ed infermieri sarà attivato il Percorso sepsi nel sistema urgenza emergenza e nei reparti ospedalieri, favorito l’approccio multiprofessionale e interdisciplinare per garantire al paziente con sospetta sepsi il trattamento rapido e corretto.