Follia sul convoglio ferroviario lungo la tratta umbro-marchigiana, e scatta la denuncia. Tra le ipotesi di reato: violenza, minaccia e attentato alla sicurezza dei trasporti

FOLIGNO (Perugia) – Denunciato dagli agenti della polfer di Foligno un cittadino marocchino di 30 anni che lo scorso 31 agosto, dopo essere stato sorpreso privo del biglietto a bordo di un treno regionale nella tratta Ancona-Foligno, ha scagliato alcune pietre contro il ferroviere.

Alle richieste del capotreno, il giovane si è rifiutato di fornire le proprie generalità e ha mostrato atteggiamenti aggressivi fatti di insulti e minacce sfociate nel lancio delle pietre raccolte dalla massicciata. Poi si è dato alla fuga, allo scopo di far perdere le proprie tracce. Le indagini del comparto di polizia ferroviaria però, in pochi giorni, hanno portato a rintracciare e identificare il 30enne, denunciato il 6 settembre per violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità e attentato alla sicurezza dei trasporti.