Quattro ragazze provenienti da campi nomadi della capitale: fermate dagli agenti del commissariato di Orvieto 

ORVIETO (Terni) – Quattro denunce nelle ultime due settimane: è il bilancio dell’attività della Volante e dall’Anticrimine del commissariato di Orvieto, che sta intensificando i servizi di prevenzione dei reati contro il patrimonio, così come disposto dal Questore di Terni Antonino Messineo.

Le quattro persone denunciate sono tutte giovani cittadine rumene provenienti da diversi campi nomadi della periferia romana. Tutte le ragazze, nonostante la loro età, hanno numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio e sono state fermate mentre si trovavano in zone di Orvieto (Ciconia, Sferracavallo e Orvieto Scalo), dove in passato erano stati segnalati furti e truffe a sfondo sessuale.

In particolare, le ultime due giovani, denunciate ieri mattina, sono due ragazze, entrambe 21enni, provenienti da un campo nomadi di Aprilia, arrivate ad Orvieto in treno; a piedi si sono allontanate dalla stazione e sono state trovate nei pressi dello scalo ferroviario, dove sono state fermate dagli agenti, ai quali non sono state in grado di dare giustificazione plausibili sulla loro presenza in città.

Dagli accertamenti è emerso che a carico di queste giovani, a causa dei numerosi precedenti penali, il Questore di Terni aveva già emesso il provvedimento del divieto di ritorno a Orvieto, misura ancora valida che, tornando nuovamente, è stata violata. Per questo motivo è immediatamente scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni ed il successivo allontanamento dalla città.