Il vile gesto di un 30enne senza fissa dimora

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Negli ultimi giorni del mese di agosto, un commerciante ambulante di Città di Castello che in occasione del mercato settimanale espone i suoi prodotti nel centro storico è stato vittima del furto del proprio portafogli contenente l’incasso della giornata, pari ad alcune centinaia di euro. L’ambulante, aveva riposto il portafogli sotto al bancone, e qualcuno, approfittando della confusione e dei molti clienti presenti, ha pensato bene di rubarlo.

Al commerciante non è rimasto altro da fare che denunciare l’accaduto ai carabinieri, i quali si sono messi subito al lavoro svolgendo minuziosi accertamenti e verifiche che hanno permesso di individuare il presunto autore del reato in un cittadino algerino 30enne senza fissa dimora e non in regola con la normativa sul soggiorno in Italia. Sulla base degli elementi probatori raccolti, i carabinieri lo hanno quindi deferito alla Procura della Repubblica di Perugia per il reato di furto con destrezza.

«Nella circostanza – scrivono i militari in una nota – i carabinieri sottolineano la necessità che i cittadini continuino a denunciare i reati che subiscono, anche per le cose più banali, poiché questo è il modo migliore per indirizzare efficacemente anche la vigilanza nelle località e nelle fasce orarie più sensibili».