Tanti appuntamenti fino a settembre

PASSIGNANO SUL TRASIMENO (Perugia) – Verità e impostura, un gioco di equilibrio che coinvolge più ambiti della società moderna e su cui vuol puntare i riflettori la settima edizione dell’Isola del libro Trasimeno.

In programma da mercoledì 14 agosto a domenica 29 settembre a Passignano sul Trasimeno (con tappe anche a Isola Polvese e Castel Rigone) la rassegna culturale prevede 20 appuntamenti di cui 17 cafè letterari con autori di libri e personaggi della società civile, due mostre e un evento parallelo, la Festa del libro, dal 14 al 17 agosto. L’Isola del libro partirà, dunque, il 14 agosto dalla Terrazza Lidò di Passignano con l’incontro dal titolo ‘Enrico Berlinguer, Aldo Moro due vite con destini paralleli’, che vedrà protagonista il giornalista e scrittore Giovanni Fasanella. Ferragosto sarà all’insegna della scoperta della ‘Minima storia recente di Passignano. Passignano cittadina del mondo’, con l’autore Claudio Bellaveglia’ e il libro ‘La ragazza del canneto’ di Marco Pareti, al Bar May fair nella piazzetta Garibaldi di Passignano. Stessa location venerdì 16 agosto per il cafè letterario con l’autore Ermanno Gambini sul libro ‘Gli uomini e il lago. Catalogo Museo della pesca del lago Trasimeno’. Chiuderà la settimana, sabato 17 agosto l’incontro, all’Isola Polvese alle 11.30, con Paolo Rosetti, autore del libro ‘La valle delle comete’, in collaborazione con il Lions club Trasimeno e l’Accademia masoliniana.

A presentare il calendario degli eventi in dettaglio c’erano l’ideatore Italo Marri, presidente dell’associazione culturale Isola del libro Trasimeno, il direttore artistico Anton Carlo Ponti e il vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Passignano sul Trasimeno Paola Cipolloni. Presente, inoltre, il pittore Franco Passalacqua sulle cui opere è incentrata la mostra ‘Compost’, dal 15 al 30 settembre alla Rocca di Passignano. A precederla nella stessa location, dal 17 al 31 agosto, la mostra fotografica di Patrick Richmond Nicholas, ‘Statue di acqua’. «Quest’anno – ha dichiarati Marri – siamo stati sull’orlo di rinunciare alla manifestazione perché ci hanno abbandonato alcuni sponsor. Alla fine, però, abbiamo deciso di farla perché ci siamo troppo affezionati e perché crediamo che serva ai libri e ai lettori. Ospiteremo 70 personaggi anche se a noi interessa la qualità non la quantità. Tornerà a trovarci domenica primo settembre, dopo il successo dell’anno scorso, l’egittologo Zahi Hawass, insieme a Roberto Giacobbo, conduttore del programma Freedom di Rete 4. I due ci informeranno sulle ultime scoperte e studi condotti insieme. Li legano 20 anni di collaborazione perciò avranno tanto da raccontarci».

Tra i volti noti anche il maestro Beppe Vessicchio, sabato 21 settembre alla terrazza Lidò di Passignano dove presenterà il libro ‘La musica fa crescere i pomodori’. «Stiamo lavorando affinché questo evento ospiti sempre più personaggi internazionali – ha continuato Marri –. Il prossimo anno vorremmo portare autori istriani, vedremo cosa possiamo ancora fare». «Il libro serve per vivere – ha detto Ponti –, serve come il pane. Se si pensa che l’80 per cento delle famiglie italiane non ha libri, capìte da soli che è un problema. Non solo: i festival letterari aumentano ma diminuiscono i lettori. C’è qualcosa che non va e noi nel nostro piccolo cerchiamo di promuovere i libri e la lettura, perché in Italia si legge sempre meno».

«Questo evento si pone obiettivi e finalità importanti – ha commentato Cipolloni –. Promuovere la lettura è difficile in un contesto come quello di oggi dove tutto porta lontano dal libro perciò avvicinare le persone alla lettura diventa una priorità anche per la nostra amministrazione che con estrema semplicità ma anche con determinazione sostiene questa iniziativa anche perché valorizza il nostro territorio».