Ingredienti

½  Kg. di farina | 1 pizzico di sale | 1 cubetto di lievito di birra | 130 gr. di latte | 30 gr. di cacao amaro | 100 gr. di zucchero | 100 gr. di margarina vegetale | 2 uova | Nutella q.b.


Dosi per: 32 pezzi circa
Difficoltà: Bassa
Costo: Medio
Reperibilità: Alta
Preparazione: 30′ + tempo per la lievitazione
Cottura:20’
Gluten free: No
Vegan: No
VARIANTI:


Procedimento

  1. In una ciotola sciogliere il lievito con il latte e con un cucchiaino di zucchero
  2. In un contenitore mettere la farina, formare una fontana e spargere il sale sul bordo esterno, quindi versare il latte  con il lievito al centro della fontana ed iniziare a lavorare lasciando da parte la farina con il sale, che verrà inserita all’impasto successivamente
  3. Coprire con un canovaccio e far lievitare per 15 minuti
  4. Nel frattempo in una terrina mettere le uova, la margarina ammorbidita, lo zucchero e mescolare con la frusta elettrica, quindi incorporare poco alla volta alla farina e all’impasto precedentemente ottenuto, impastare bene fino a quando il composto risulterà omogeneo
  5. Dividere il panetto in due parti uguali, in una di queste aggiungere il cacao e amalgamare
  6. Coprire nuovamente con un canovaccio e lasciar riposare separatamente i due panetti per circa 90 minuti in ambiente caldo oppure dentro il forno
  7. Sulla spianatoia stendere con il mattarello un quarto dell’impasto bianco lievitato, dando una forma circolare spessa mezzo centimetro, fare la stessa cosa con un quarto del panetto scuro da appoggiare sopra al disco bianco
  8. Con la ruota tagliapizza realizzare 8 spicchi e al centro della parte in basso del triangolo mettere una noce di nutella, quindi prendere un pezzo alla volta  ed arrotolare cominciando dalla parte più larga, facendo rimanere la punta sotto e dando la forma circolare tipica del cornetto
  9. Ripetere l’operazione con gli impasti rimanenti
  10. Mettere la carta da forno sulla leccarda e depositare i pezzi ottenuti distanziati tra loro, infornare e cuocere per 20 minuti  a 180°
  11. Si possono consumare caldi al naturale o farciti con ricotta dolce
  12. Una volta raffreddati, possono essere riposti nel freezer e scongelati al bisogno.