Il programma

CORCIANO (Perugia) – Prende il via sabato 3 agosto l’edizione 2019 del Corciano Festival / 55° Agosto Corcianese che, fino alla giornata di Ferragosto, propone un ricco cartellone di appuntamenti, tutti gratuiti e ad accesso libero, dedicati ad arti visive, teatro, musica, letteratura, rievocazioni storiche ed enogastronomia.

Si comincia alle 17.30 al Chiostro del Palazzo Comunale con l’inaugurazione del Festival e la visita guidata alle mostre partendo da “Stendale” con il curatore Gabriele Perretta. La scenografica installazione, in esposizione fino al 6 ottobre, attraverserà per 1000 metri le mura di Corciano con oltre 70 opere originali, di altrettanti artisti internazionali. Una lunga sequenza di stendali – in materiale cover-up tramato ognuno delle dimensioni di 2 metri per 6 – sui quali gli artisti tradurranno come l’arte contemporanea possa ‘dialogare’ con la storia antica e con la realtà. Nella Chiesa di San Francesco saranno esposti i bozzetti originali delle opere degli artisti.

Le altre mostre del Festival 2019: dal 3 al 15 agosto, nella Sala del Consiglio Comunale, “L’impronta, il segno, il graffio”, una mostra in omaggio a Giuseppe Agozzino e “La Musa dei profumi: vetrina dei presidi Slow Food e le eccellenze dell’Umbria”, a cura dell’Associazione Turistica Pro Loco Corciano, Slow Food condotta del Trasimeno.

Inaugurazione anche per la sezione musicale che vede protagonista la Corciano Festival Orchestra, l’Orchestra di Fiati in residenza formata da giovani strumentisti provenienti da tutta Italia, quest’anno al decimo anno di attività. Alle 21.30 in Piazza Coragino lo spettacolo di teatro musicale “Il sogno di Coragino. Il drago, la luna, il lago e la storia della fondazione di Corciano”, con la partecipazione di Pino Strabioli, su testo di Francesca Angeli e con le musiche originali di Fabrizio De Rossi Re. Negli intermezzi musicali sarà eseguita anche la Sinfonia “Visioni Umbre” di Umberto Nicoletti, compositore e direttore di banda corcianese vissuto a cavallo tra la fine del XIX e la prima metà del XX secolo.

Al via anche una delle sezioni del progetto “STENDALE. L’abbraccio delle Muse”: INSIDE EXPO – FOUR XD3.0 che presenterà nel corso del Festival una serie di opere, performance, happening, film, libri, poesie, immagini mediali realizzate negli ambienti della città.

Alle 22.30 al Chiostro del Palazzo Comunale “CORRISPONDENZE: POLIPOESIA”
di Enzo Minarelli, poeta e scrittore studioso del fenomeno della voce applicata alla poesia sonora e alla performance. Alle ore 23.30, sempre al Chiostro comunale, è la volta della musica con “TWO BAD” performance
di Roberto Bellatalla al contrabbasso e Stefano Costanzo alla batteria.

Nella prima giornata del Festival anche l’apertura della Taverna del Duca che accoglierà i visitatori ogni sera a partire dalle 19.30 per gustare cibo di qualità, eccellenze del territorio, prodotti a km 0. Alla Taverna verrà allestita la mostra: “La Musa dei Profumi”. Una vetrina dei prodotti Slow Food e delle eccellenze dell’Umbria e verranno preparati piatti utilizzando questi ricercati prodotti.Si completerà qui la corrispondenza dei sensi con cui il Corciano Festival vuol “giocare” in questo “girotondo” che, oltre a rifarsi al girotondo delle mura di Corciano, coinvolge, costringe tutte le arti, tutte le Muse, in un virtuale e virtuoso abbraccio gioioso.