Il programma

ASSISI (Perugia) – Il saluto francescano di pace e bene che gli Sbandieratori di Assisi portano da oltre 40 anni in giro per il mondo ha aperto a Rivotorto di Assisi la Rassegna degli Antichi Sapori 2019.  

La determinazione, la precisione, l’abilità nel manovrare il drappo, la destrezza, il colpo d’occhio e l’accurata preparazione atletica – aiutati anche da un tramonto mozzafiato – hanno riscosso ancora una volta l’interesse del pubblico, che ha applaudito numeroso lo spettacolo dei “messaggeri di Pace” assisani, un momento di omaggio che il direttivo della Pro loco ha voluto portare a Rivotorto per celebrare gli Sbandieratori di Assisi e il Calendimaggio di Assisi, principale festa laica cittadina alla quale partecipano anche molti giovani rivotortesi. 

Grande partecipazione alla “prima” dell’edizione 2019 degli Antichi Sapori: la rassegna si è aperta, alla presenza delle autorità civili e religiose, con la benedizione e il taglio del nastro (in prima fila il sindaco, Stefania Proietti, e la presidente della Pro loco, Maria Aristei Belardoni), l’apertura delle tre mostre (vecchi strumenti musicali, aia de ‘na volta e prodotti tipici) e degli stand gastronomici, che, con le loro prelibate ricette a km 0, hanno riscosso sin da subito l’interesse dei visitatori.

Domenica 18 agosto, la giornata è tutta dedicata allo sport con la corsa podistica competitiva e la camminata non competitiva degli Antichi Sapori (realizzata in collaborazione con l’Assisi Runners) e la gara ciclistica, per giovanissimi dai 6 ai 12 anni, Trofeo Antichi Sapori (curata dall’Unione Ciclistica Rivotortese in collaborazione con la FCI sezione Umbria e la UC Lu Ciclone di Foligno). In serata, dalle 20 circa, l’esibizione della scuola di ballo A.s.d. Asso di Cuori e a seguire la serata danzante con l’orchestra Samuele Loretucci.
Lunedì 19 agosto alle 20.30, “Generazioni a confronto”, l’assegnazione del Premio Rivotorto, assegnato a due persone rimaste fedeli a un mestiere/una attività tipica della tradizione popolare, e la premiazione di quattro neo laureati nel 2019. A condurre la serata, la giornalista Paola Gualfetti, direttore de “Il Rubino”. Tra gli appuntamenti principali della Rassegna, mercoledì 21 agosto è la Serata dell’oca in vigna, in collaborazione con la Cantina Di Filippo, mentre il 23 e il 24 agosto a essere protagonista sarà l’aia di una volta, con una visita guidata per grandi e piccini e la nascita ‘in diretta’ dei pulcini. Nell’aia, ricreata per l’occasione, ci saranno varie razze di polli e galline, razze antiche che la ditta Mignini e Petrini ha recuperato; per l’occasione ci saranno anche le oche della Cantina Di Filippo. Infine, domenica 25 dalle 17 di pomeriggio, l’esibizione di parapendio della scuola di volo Alisubasio con atterraggi di precisione (gara valida per il palio dell’Osteriola).